• IL 52. RALLY DELLA STAMPA SUI LUOGHI DELLA VITTORIA

  • IL 52. RALLY DELLA STAMPA SUI LUOGHI DELLA VITTORIA

  • PREMIO CIGANA - INFORTUNI SUL LAVORO E TURISMO NUOVI TEMI A CONCORSO

CORSI DI FORMAZIONE

Udine, 15 febbraio - Salone d'onore “Pelizzo” di Palazzo Mantica - sede
Società Filologica Friulana , via Manin 18 - Ore 16-18
IL NUOVO CODICE ANTIMAFIA FRA INNOVAZIONI, CRITICHE E TIMORI DI INCOSTITUZIONALITÀ
Organizzato in collaborazione con Auxilia Onlus.
Le nuove norme che caratterizzano il codice antimafia portano alla ribalta una serie di considerazioni e interrogativi, dall’ampliamento della platea dei destinatari delle misure di prevenzione ai nuovi collegi giudicanti.
Relatore: Giovanni Taranto (giornalista già direttore di Metropolis Tv).
Crediti formativi: 4 deontologici


Trieste, 15 febbraio - Centro culturale Veritas, via Monte Cengio 2/1 A - Ore 16-18
LA CARTA DI FIRENZE CONTRO IL PRECARIATO NEL MONDO GIORNALISTICO: LA SOTTO-RETRIBUZIONE
Organizzato in collaborazione con il Circolo "Jacques Maritain", il Centro Culturale Veritas  e Assostampa Fvg.
In primo piano i temi della precarietà e la piaga della sotto-retribuzione, ma anche gli strumenti utili in chiave di tutela del lavoro autonomo giornalistico, tra cui la Carta di Firenze, documento deontologico parte integrante del Testo unico dei doveri del giornalista, che verrà illustrata dal giornalista Maurizio Bekar (vicesegretario Assostampa FVG). Moderatore Padre Luciano Larivera (giornalista e direttore del Centro Culturale “ Veritas”).
Crediti formativi: 4 deontologici

Trieste, 15 febbraio - Centro culturale Veritas, via Monte Cengio 2/1 A - Ore 18.30-20.30
LA CARTA DI MILANO DEI GIORNALISTI SUL CARCERE E LA SITUAZIONE AL CORONEO DI TRIESTE
Organizzato in collaborazione con il Circolo "Jacques Maritain" e il Centro Culturale Veritas.
L'incontro pone al centro le problematiche dell'informazione nei confronti dei detenuti, tema affrontato secondo i criteri indicati dalla Carta di Milano, il protocollo deontologico atto a dipanare la corretta prassi della comunicazione legata a carcerati, ex detenuti o soggetti in attesa di giudizio. Previsto anche un focus sul contesto del carcere di Trieste.
Relatori: Padre Francesco Occhetta (gesuita e giornalista professionista, laureato in Giurisprudenza, esperto di questioni sociali e di diritto), Anna Buonuomo (responsabile dell'area educativa carcere di Trieste).
Crediti formativi: 4 deontologici

Trieste, 16 febbraio - Sala “Alessi” del Circolo della Stampa, Corso Italia 13 (primo piano) - Ore 10-12
IL DIRITTO D'AUTORE NELL'ERA DIGITALE
Incontro organizzato in collaborazione con Auxilia Onlus.
Nell’era digitale è necessario definire la sorte dei nostri dati, della nostra posta elettronica, dei nostri archivi digitali e dei nostri profili social, sia nel corso della nostra vita che post mortem, soprattutto per chi vive dei frutti della sua proprietà intellettuale.
L'incontro si propone di fornire gli strumenti conoscitivi idonei per intervenire in questa materia, complessa ma nello stesso tempo affascinante e marcata da forti elementi di novità derivanti anche da una non completa disciplina.
Relatrice: Gea Arcella (notaio, docente all'Unversità “Carlo Bò” di Urbino, vicepresidente della sezione udinese della FIDAPA - Federazione Donne Arti Professioni e Affini).
Crediti formativi: 4 deontologici
 
Pordenone, 20 febbraio - ex chiesa del Convento San Francesco, Piazza della Motta - Ore 16-20
L’INFORMAZIONE, L’ECONOMIA, LA SCUOLA E L’UNIVERSITÀ A CONFRONTO CON IL PROGETTO CINESE DELLA NUOVA VIA DELLA SETA
Incontro organizzato in collaborazione con il Circolo della Stampa di Pordenone e l'Istituto Commerciale “Marchesini” di Sacile, con il coordinamento degli studenti degli Istituti superiori, l'Università di Venezia, l'Ordine degli Avvocati di Pordenone e l'Ordine dei Commercialisti di Pordenone.
L'appuntamento propone un focus sul progetto cinese de “La Nuova Via della Seta”.
Il Friuli Venezia Giulia e il Veneto sono fortemente interessati allo sviluppo di quel progetto, come testimoniano le missioni e gli incontri di carattere economico e politico in atto. In particolare Pordenone, territorio di raccordo tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, vive un momento particolarmente intenso dei rapporti delle sue imprese con la Cina.
Relatori: Fiorenza Poletto (insegnante di economia, commercialista e giornalista), Georg Meyr (docente universitario esperto di geopolitica e economia internazionali), Zeno D'Agostino (presidente dell’Autorità di Sistema portuale del Mare Adriatico Orientale).
Crediti formativi: 4

Trieste, 20 febbraio - Sala “Alessi” del Circolo della Stampa, Corso Italia 13 (primo piano) - Ore 15-18
FASCISMO DI RITORNO E ATTUALITÀ DELL'INFORMAZIONE
Organizzato in collaborazione con Assostampa FVG e il Circolo della Stampa di Trieste.
Dopo le polemiche sulle vicende parlamentari del ddl Fiano sul divieto di propaganda fascista e su vari episodi di neofascismo, l’incontro affronta la dimensione giuridica e giudiziaria del problema, il web e il neofascismo “virtuale”, il confronto tra neofascismo e fascismo storico. Analisi di come l’informazione ha affrontato il fenomeno.
Relatore: Claudio Vercelli (saggista e storico dell'Università di Milano Cattolica).
Crediti formativi: 3


Udine 21 febbraio - Salone d'onore “Pelizzo” di Palazzo Mantica - sede
Società Filologica Friulana, via Manin 18 - Ore 9.30-12.30 FASCISMO DI RITORNO E ATTUALITÀ DELL'INFORMAZIONE
Replica del corso svoltosi il pomeriggio precedente a Trieste.
Relatore: Claudio Vercelli (saggista e storico dell'Università di Milano Cattolica).
Crediti formativi: 3


Pordenone, 28 febbraio - Consorzio Universitario di Pordenone, Aula S3, via Prasecco 3/a – Ore 8.30-13.30
SOCIAL MEDIA, TECNOLOGIE DIGITALI E SICUREZZA URBANA
Organizzato in collaborazione con il Circolo della Stampa di Pordenone, Associazione Historia, Laboratorio Nuovi Media – Dipartimento di Scienze Matematiche e Informatiche e Fisiche Università di Udine, Centro Documentazione Sicurezza Urbana e Polizia Locale.
Incontro incentrato sulle evoluzioni delle tecnologie digitali e sul conseguente impatto dei social media in termini di informazione e comunicazione, temi che inducono ad una inevitabile ricodificazione della sicurezza urbana, tra analisi delle fonti giuridiche, ricerche giornalistiche e indagini di polizia giudiziaria.
Relatori: Cristiano Degano (presidente Ordine Giornalisti FVG), Guglielmo Cevolin (avvocato e docente all'Università di Udine in Diritto dell'Informazione e dei Media), Giovanni Ziccardi (professore di Informatica Giuridica presso l’Università degli Studi di Milano), Gianluca Foresti (direttore del Dipartimento di Scienze Matematiche, Informatiche e Fisiche dell'Università di Udine), Gabriele Giacomini (assessore all'Innovazione del Comune di Udine), Paolo Omero (fondatore di InfoFactory, spin off dell’Università degli Studi di Udine, docente di tecnologie web), Sergio Bedessi (presidente CEDUS – Centro Documentazione Sicurezza Urbana e Polizia Locale).
Crediti formativi: 5

Trieste, 28 febbraio - Centro Culturale Veritas, via Monte Cengio 2/1A - Ore 18.30-20.30
I MIGRANTI AMBIENTALI: LE PROSPETTIVE 2030-50 TRIESTE
Incontro organizzato in collaborazione con Assostampa FVG, Articolo 21 FVG, Unione Cattolica Stampa Italiana e Centro Culturale Veritas.
Il degrado ambientale e i cambiamenti climatici hanno un impatto sulle migrazioni. Ma la comunità internazionale arriverà a riconoscere i rifugiati ambientali? La questione è problematica. In primo luogo, soprattutto in Europa, il dibattito è focalizzato sulla distinzione tra rifugiati e migranti per motivi economici. In secondo luogo la definizione di migrante ambientale è piuttosto ampia, perché interagisce con variabili riconducibili a problemi di carattere economico-sociale, e a politiche che non si adattano ai cambiamenti climatici. In altre parole, i disastri naturali non causano di per sé i movimenti migratori, ma piuttosto la carenza di protezione sociale e politica delle persone, che non hanno alternativa all’esodo forzato. Le possibili ricadute del fenomeno nel contesto triestino e regionale .
Relatori: Padre Luciano Larivera (giornalista e direttore del Centro Culturale Veritas), Andrea Stocchiero (economista e responsabile delle attività di policy e advocacy di FOCSIV - Federazione degli Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario).
Crediti formativi: 2

Si raccomanda ai colleghi che, per qualsivoglia motivo, non possono partecipare ad un corso al quale si erano iscritti di cancellare la propria prenotazione sulla piattaforma per consentire la partecipazione ai colleghi in lista d’attesa.
A questi ultimi consigliamo di presentarsi comunque al corso nell’eventualità, fino ad oggi non infrequente, che ci siano dei posti liberi.

DISPONIBILE IL CORSO ONLINE DEL CNOG “LA NUOVA DEONTOLOGIA”
Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti in collaborazione con il Centro di Documentazione giornalistica ha realizzato un nuovo corso online sul Testo unico della deontologia giornalistica riconosciuto per la formazione professionale continua dei giornalisti. La frequenza e il superamento del corso danno diritto, infatti, a 10 CFP deontologici. (leggi tutti i dettagli)

Tutti gli eventi proposti sono inseriti sulla piattaforma Sigef.
Questo il link per procedere con le prenotazioni: https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/

Gli iscritti possono visionare sul sito del Consiglio nazionale il nuovo regolamento sulla Formazione Professionale Continua in vigore dal 31 maggio 2016.
Questo il link: http://www.odg.it/content/regolamento-generale
 
Si precisa che l'assegnazione dei crediti prevede la partecipazione al corso dall'inizio al termine dell'appuntamento.


Invito al 52. RALLY DELLA STAMPA 

Il Circolo della Stampa di Pordenone, in collaborazione con Ussi (Unione Stampa Sportiva del Friuli Venezia Giulia),
indìce e organizza il 52° RALLY DELLA STAMPA tradizionale evento che dal 1967 è una delle iniziative più collaudate e continuative tra quelle della regione Friuli Venezia Giulia.


1 - La data, anch’essa tradizionale, è il 1° maggio 2017 (quest’anno cadrà di martedì). La scelta per questa edizione è un’area tra il Pordenonese e il Vittoriese, di alto valore storico, culturale, economico e paesaggistico, ed è dedicata ad alcuni luoghi simbolo della prima guerra mondiale, nel 100° anniversario della Vittoria e del ritorno all’Italia delle “Terre liberate”.

2 - La partenza avverrà da Pordenone. I punti principali del percorso saranno Pordenone, Colle Umberto, Vittorio Veneto.

Essendo i posti limitati,  chi vorrà partecipare dovrà comunicare la sua iscrizione entro lunedì 30 aprile, alla segreteria dell’evento: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I PARTECIPANTI
Possono prendere parte al RALLY gli iscritti al Circolo della Stampa di Pordenone, gli iscritti agli Ordini dei giornalisti del Friuli Venezia Giulia e del Veneto, loro familiari e amici.
Sono richiesti puntualità, rispetto del regolamento e dei partecipanti.

LE FINALITA'
Il Rally della stampa, che ha preceduto la nascita del Circolo della Stampa di Pordenone (ufficializzata nel 1967), si è trasformato nel tempo, a seconda delle decisioni degli organizzatori, ma ha mantenuto le finalità culturali e turistiche: promozione del territorio e del paesaggio, miglioramento dei rapporti di amicizia tra e con i protagonisti del mondo dell'informazione e della comunicazione.
Comprende anche un aspetto sportivo rappresentato da semplici e divertenti fasi di regolarità e da prove speciali su percorso ultra breve.

GLI ORARI E LE DISPOSIZIONI
I partecipanti dovranno trovarsi a Pordenone, in via Padre Marco d’Aviano (Parco IV Novembre, tra le via Codafora e Gorizia) alle 8.15, per le operazioni preliminari.
Durante il briefing iniziale sarà consegnato a ogni capoequipaggio il materiale informativo di dotazione: contrassegni, carte dei percorsi, indicazioni scritte sugli orari e sui tempi.
Il programma (descritto qui di seguito) si chiuderà verso le ore 18.

IL CONCORSO FOTOGRAFICO
Ogni equipaggio potrà eseguire, con propria macchina fotografica, immagini di luoghi, protagonisti e momenti del Rally.
Anche questo regolamento fa parte del presente invito.
Proclamazione dei vincitori e premiazioni entro giugno-inizio di luglio,
durante il Meeting d’estate.

IL PERCORSO DEL RALLY
Comprende “tappe di avvicinamento”, “tappe di regolarità”, “prove di regolarità”. Le fasi di regolarità saranno dirette dai cronometristi ufficiali e indicate sulle carte di viaggio predisposte per gli equipaggi.

1) PRIMA PARTE. Raduno e operazioni preliminari nel parcheggio riservato al Rally (via Padre Marco d’Aviano), Partenza verso Colle Umberto.

Il luogo, a ridosso del centro storico, si trova in uno dei luoghi più martoriati della prima guerra mondiale. A pochi passi dal vecchio ponte sul Noncello, fatto saltare dalle truppe austro-ungarico-germaniche nella fuga dalla città, il 3 novembre 1918.
I
l percorso (di regolarità): Ore 8.45 partenza del 1° equipaggio. >>> A seguire, partenza degli altri equipaggi a scadenze regolari.

Il percorso nella città di Pordenone: Via Padre Marco d’Aviano, Via Codafora, Via Pola, Riviera del Pordenone, Rotonda di viale Martelli, via Revedole, Rotonda di Vale Aquileia (statale Pontebbana), Viale Venezia (Statale Pontebbana).
Il percorso nel comune di Porcia: Corso Italia (Statale Pontebbana), Incrocio di Sant’Antonio e prosecuzione verso Fontanafredda e Sacile (Statale Pontebbana).
Il percorso Sacile-Colle Umberto: Tangenziale Sacilese (Statale Pontebbana). Ponte della Muda, Bivio per Cordignano (Strada provinciale 71 della provincia di Treviso), Colle Umberto.

2) SECONDA PARTE. Arrivo a Colle Umberto nel parcheggio ai piedi del Colle (ore 9.45 – via Capitano c/o Biblioteca civica).
La località è una delle più suggestive tra Pordenone e Vittorio Veneto. Qui nacque Ottavio Bottecchia, naturalizzato pordenonese, grande campione del ciclismo mondiale e combattente della prima guerra mondiale nel corpo dei Bersaglieri come bersagliere ciclista. Visita guidata al museo e al centro storico.


3) TERZA PARTE. Ore 10.45 Partenza da Colle Umberto con meta Vittorio Veneto.

La città è il simbolo della vittoria dell’Italia nella prima guerra mondiale, ma è anche l’insieme della storia di due antichi comuni, Cèneda e Serravalle che, assieme al nucleo nuovo della città, costituiscono i tre nuclei del territorio comunale.
Vittorio Veneto ospita nei suoi musei il ricordo documentato dell’evento bellico conosciuto come la Terza battaglia del Piave, l'ultimo scontro armato tra Italia e gli imperi centrali (Austria-Ungheria e Germania) che pose fine alla prima guerra mondiale. La Battaglia finale su combattuta tra il 24 ottobre e il 4 novembre 1918 nella zona tra il fiume Piave, il Massiccio del Grappa, il Trentino e il Friuli.
Il 3 novembre 1918, con entrata in vigore dal giorno successivo, fu firmato l'armistizio di Villa Giusti che sancì la vittoria dell'Italia nella Grande Guerra.

Il percorso (di regolarità): Colle Umberto-Vittorio Veneto: Colle Umberto, San Giacomo di Veglia, Vittorio Veneto (ingresso da viale Matteotti), biforcazione a sinistra verso viale Rizzera, primo semaforo a sinistra verso viale del Lavoro e via Ippolito Nievo. Al semaforo girare a destra verso via Cenedese e via del Fante. Arrivo piazza Giovanni Paolo I davanti alla cattedrale e Museo della Battaglia (Cèneda).
Parcheggio in piazza Giovanni Paolo I.
Ore 11.30 visita guidata al Museo della Battaglia.

4)QUARTA PARTE. Ore 13.00 pranzo al Ristorante “La Loggia” di piazza Giovanni Paolo I.

5) QUINTA PARTE. Ore 14.30 Cerimonia conclusiva con le premiazioni e con la distribuzione dei gadget ai partecipanti.

6) SESTA PARTE. Ore 15.00. TRASFERIMENTO con auto per visita guidata al Museo del Cenedese in piazza Flaminio (Serravalle) per via Cosmo, via del Pretorio, via Da Ponte, a sinistra per via Manin, viale della Vittoria, via Cavour, piazza Flaminio.

7) SETTIMA PARTE. Ore 16.30. Partenza da Vittorio Veneto con meta un’azienda agricola del Vittoriese (il nome sarà reso noto nel momento della consegna dei documenti di bordo).

8) OTTAVA PARTE. Ore 18, chiusura del Rally.


PATROCINIO E SOSTEGNO
L'organizzazione del Rally della Stampa 2018 si avvale del patrocinio e del sostegno di: Bcc Pordenonese, Federazione Bcc Friuli VG, Confartigianato Pordenone, Comune di Pordenone, Comune di Vittorio Veneto, Comune di Colle Umberto, Pordenone With Love, Prodotti tipici delle Dolomiti Friulane, Caseificio Rossi Fratelli Riosaliceto (Reggio Emilia), Gaspardo Abbigliamento (Pordenone), Domovip Italia, Cooperativa Sociale Il Seme Fiume Veneto, Conad San Vito-Aviano, Federazione Italiana Cronometristi-Sezione di Pordenone.
MODALITA’ ISCRIZIONi
La quota d’iscrizione è di € 40,00 (da rivedere) per il capo equipaggio, € 35,00 (da rivedere) per ciascuno degli altri componenti dell’equipaggio. Nessuna quota è dovuta per bambini fino all'età di 10 anni compiuti.
QUOTA DI PARTECIPAZIONE. Deve essere corrisposta entro LUNEDI’ 30 aprile, con bonifico bancario sul conto del Circolo della Stampa: Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, IBAN IT 21V0835612503000000045179.
Alla nostra segreteria (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) vanno comunicati via mail l’avvenuto pagamento e i nominativi dei partecipanti ai quali ci si riferisce.
N.B.
Il capo equipaggio, all'atto dell'iscrizione, dovrà rendere noto anche il nominativo del suo navigatore. Non è tenuto a dare i nomi degli altri componenti dell’equipaggio.

BONUS PER I RALLISTI
Le quote su indicate danno diritto ai seguenti bonus di partecipazione:
Materiale di identificazione degli equipaggi–auto.
Materiale informativo dettagliato sui percorsi, sulle soste e sugli orari.
Contrassegni di partecipazione al Pranzo;
Contrassegni per l’assegnazione dei gadget ai singoli equipaggi.


REGOLAMENTO DEL RALLY
Il Rally della Stampa 2018 si svolgerà con le seguenti modalità:
1) Il raduno iniziale degli equipaggi avverrà a Pordenone, in via padre Marco d’Aviano (Parco IV Novembre).
2) A ogni equipaggio, prima della partenza, saranno consegnati i documenti di bordo.
3) Il capo equipaggio dovrà applicare alle fiancate dell'auto e sul cofano i contrassegni (numeri e altro) d’identificazione. L’adesivo con il simbolo del Circolo della Stampa andrà collocato sul retro dell’auto, come identificazione per chi segue.
4) Durante i percorsi di regolarità ogni equipaggio dovrà attenersi alle norme del codice stradale.
5) Lungo i tratti di regolarità saranno effettuati controlli civetta.
6) È vietato fermarsi negli ultimi 500 metri di ogni percorso di regolarità (salvo che per evidenti motivi di sicurezza), pena l’esclusione dalla classifica di regolarità. L’inizio degli ultimi 500 metri sarà indicato da segnale apposito fisso.
6) Classifica generale. Risulterà primo, e dunque vincitore, l'equipaggio con
il minor numero di penalità.

7) Le penalità saranno calcolate nel tempo esatto di eventuale ritardo o
anticipo in ciascuna delle tappe (compresa la prova speciale) e saranno sommate.


IMPORTANTE
POTRANNO ESSERE ACCREDITATI FINO A 40 EQUIPAGGI, PER UN TOTALE DI ISCRITTI SINGOLI NON SUPERIORE A 80 PERSONE.
SARANNO PREMIATI CON COPPA I PRIMI 3 EQUIPAGGI CLASSIFICATI.
SARANNO ESTRATTI A SORTE, PER TUTTI GLI EQUIPAGGI, I GADGET CHE L'ORGANIZZAZIONE RIUSCIRA' A RACCOGLIERE CON IL CONCORSO DI SOCI E SOSTENITORI.
LE ISCRIZIONI SARANNO ACCETTATE FINO AL 30 APRILE.
PARTI DEL PROGRAMMA, PREVIA INFORMAZIONE, POTRANNO SUBIRE MODIFICHE PER CAUSE DI FORZA MAGGIORE.
L’ORGANIZZAZIONE NON RISPONDE DI EVENTUALI INCIDENTI O INFORTUNI.

CONCORSO FOTOGRAFICO

Dedica
L’edizione del concorso di quest’anno è dedicata alla memoria di Paolo Gaspardo, giornalista, autore di una cronistoria dell’occupazione e della liberazione di Pordenone.

Regolamento
Le immagini possono essere scattate dal capoequipaggio e/o dagli altri componenti dell’equipaggio stesso.
Le foto a concorso devono essere eseguite soltanto durante il presente Rally.
Dopo il 1° maggio vanno spedite, via mail, al presidente della Giuria, Alessandra Betto
(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).
Le immagini possono essere 10, al massimo, per ogni equipaggio.
La data ultima di invio è il 31 maggio prossimo.
La giuria procederà a formare una graduatoria delle migliori immagini che concorreranno all’assegnazione del primo, del secondo e del terzo premio.
Come nelle precedenti edizioni, la Giuria si riserva di segnalare anche la foto “più brutta”, rispettando il tono scherzoso e autoironico di questo settore del Premio.
La Giuria terrà conto delle seguenti caratteristiche: Soggetto (momenti, luoghi, protagonisti della giornata), Inquadratura, Ambientazione, Effetto.
Ogni equipaggio dovrà indicare nome e cognome dell’autore o degli autori delle foto, nonché il titolo delle singole immagini.
I vincitori saranno premiati nel corso del Meeting d’estate in programma a fine giugno-inizio luglio. Data e luogo saranno comunicati per tempo.
Ciascun finalista potrà vincere uno solo dei singoli premi in palio.


INFO
Segreteria (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) oppure uno dei seguenti componenti del gruppo di lavoro:
PIERO ANGELILLO. 3332592294 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
ALESSANDRA BETTO. 3471432734 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
BRUNO CIGANA. 3337797738 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
EDOARDO FABRIS. 3383370782 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
PIER GASPARDO. 3405456161 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
LUCIO LEANDRIN. 3427727373 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
GIORGIO RIZZO. 3391435330 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Il programma è disponibile anche su www. stampa-pordenone.it, sito del Circolo della Stampa di Pordenone, e in facebook.