circolo

  • Statuto

    Lo Statuto del Circolo della Stampa di Pordenone

     

    Dott. Giuseppe Salice

    Notaio in Pordenone

    46022/6

    Allegato “C” al n. 46022 di rep.

     

    Circolo della Stampa - Pordenone

    Statuto

    Denominazione - Scopo

    1.- Per iniziativa dell'Associazione della Stampa Giuliana è costituito con sede in pordenone, viale Cossetti, condominio Europa, il “Circolo della Stampa”.

    2.- Il Circolo, libera associazione apolitica, apartitica, aconfessionale, si propone di creare un centro di vita intellettuale per iniziative di carattere professionale-giornalistico, artistico, culturale e ricreativo.

    Per raggiungere i suoi scopi il Circolo potrà tra l'altro:

    - promuovere conferenze, convegni, incontri, manifestazioni varie, per far conoscere la funzione della stampa all'opinione pubblica;

    - indire riunioni periodiche per rinsaldare i vincoli di amicizia fra gli associati;

    - favorire un maggior affiatamento fra i giornalisti ed i vari settori di attività del Circondario e della Regione;

    - collaborare con i sodalizi similari e con tutte le Autorità statali, regionali, provinciali e comunali, con Enti e istituzioni;

    - tutelare moralmente la categoria e quanti, iscritti al Circolo, con essa collaborano.

    3.- Il Circolo è una associazione programmaticamente, patrimonialmente e amministrativamente autonoma.

    Soci

    4.- I soci possono essere:

    a) effettivi;

    b) aderenti;

    c) onorari.

    5.- Sono soci effettivi, a semplice domanda previo versamento del canone stabilito dal Consiglio Direttivo, i giornalisti professionisti, i praticanti e i pubblicisti iscritti negli albi professionali residenti o esercitanti la professione nel Circondario di Pordenone.

    6.- Sono soci aderenti su semplice domanda e per decisione insindacabile del Consiglio Direttivo, le persone che, per l'importanza della loro attività professionale o per affinitò culturale e spirituale, siano vicini alla categoria dei giornalisti.

    7.- Possono essere soci onorari Enti o persone insigni per pubblico riconoscimento e chiara fama, che abbiano acquisito verso il Circolo e i suoi soci meriti particolari. I soci onorari vengono nominati dall'Assemblea dei Soci su proposta del Consiglio Direttivo. I soci onorari sono esenti dal pagamento di qualsiasi contributoo canone, non hanno voto deliberativo nelle Assemblee, possono partecipare alle manifestazioni sociali, ma non possono essere eletti a cariche sociali.

    8.- Il socio che non intenda più far parte del Circolo può dare le proprie dimissioni entro il 30 ottobre di ciascun anno.

    (MANCA)

    berata dal Consiglio Direttivo, qualora il socio non versi i contributi dovuti, oppure teng un contegno incompatibile con il decoro sociale e gli scopi sociali.

    Contro la deliberazione del Consiglio Direttivo, il socio può ricorrere all'Assemblea dei Soci, che deciderà inappellabilmente.

    Organi sociali

    10.- Sono organi del Circolo della Stampa:

    a) l'Assemblea dei soci;

    b) il Presidente;

    c) il Consiglio Direttivo;

    d) il Collegio dei Revisori dei Conti.

    Assemblea dei soci

    12.- L'Assemblea dei soci viene convocata in sessione ordinaria una volta all'anno entro il 31 marzo per l'approvazione dei bilanci e la nomina delle cariche sociali.

    L'Assemblea può essere convocata in sessione straordinaria tutte le volte che il Consiglio Direttivo lo ritenga opportuno o un terzo dei soci lo richieda.

    13.- La convocazione dell'Assemblea è fatta mediante avviso scritto, consegnato al servizio postale almeno 10 (dieci) giorni prima di quello fissato per l'adunanza, contenente l'ora e il giorno della convocazione, il luogo in cui questa viene tenuta, potendo l'Assemblea essere convocata ovunque, e l'ordine del giorno. L'avviso conterrà pure l'ora e la data della seconda convocazione, che non potrà essere fissata a distanza inferiore di un'ora dalla prima.

    14.- L'Assemblea sarà validamente costituita in prima convocazione, quando siano presenti o rappresentanti tanti soci costituenti la maggioranza di quelli che hanno diritto di intervenirvi. In seconda convocazione, l'assemblea sarà validamente costituita, qualunque sia il numero dei soci presenti o rappresentanti. Ciascun socio può farsi rappresentare da altro socio, mediante delega scritta in calce all'avviso di convocazione. Ciascun socio non può ricevere più di una delega. Hanno diritto di intervenire all'Assemblea i soci effettivi e aderenti in regola con il versamento delle quote associative.

    15.- L'Assemblea delibera con la maggioranza dei presenti. Per le deliberazioni concernenti lo scioglimento del Circolo è necessario il voto favorevole della maggioranza dei soci che hanno diritto a intervenire all'assemblea.

    Presidente

    16.- Il Presidente, e in su assenza o impedimento il Vice-Presidente, ha la rappresentanza del Circolo.

    Consiglio Direttivo

    17.- Il Consiglio Direttivo è composto di 9 (nove) membri, eletti 3 (tre) per ciascuna delle categorie: professionisti, pubblicisti e aderenti. I consiglieri durano in carica due anni e sono rieleggibili. Verificandosi la mancanza di iscritti nella categoria dei giornalisti professionisti, l'Assemblea che procede alla nomina può integrarla con iscritti alla categoria pubblicisti. Verificandosi la mancanza di uno o più consiglieri, questi saranno surrogati con i candidati che nele votazioni hanno riportato, nella categoria, il maggior numero di voti Verificandosi la mancanza della maggioranza dei consiglieri verrà convocata apposita assemblea per la nomina di un nuovo Consiglio Direttivo.

    18.- Il Consiglio Direttivo è convocato almeno una volta al mese dal Presidente, mediante avviso orale, nella sede dallo stesso indicata. Nella prima seduta elegge nel suo seno un Presidente, un Vice-Presidente e un Segretario-Tesoriere. Le cariche sociali non sono retribuite; c'è solo il diritto al rimborso delle spese sostenute per l'espletamento della funzione.

    19.- Il Consiglio Direttivo ha il compito di dirigere l'attività dell'Associazione, predisporre i bilanci, assumere e licenziare persone, e compiere tutti gli altri atti e prendere tutte le deliberazioni sia di ordinaria che straordinaria amministrazione, che dal presente statuto o dalla legge non siano riservate alla competenza dell'Assemblea.

    Collegio dei Revisori dei Conti

    20.- E' composto di tre membri, scelti fra i soci che nel biennio precedente non abbiano fatto parte del Consiglio Direttivo. Durano in carica un biennio e possono essere rieletti. L'Assemblea designa il membro che avrà la Presidenza del Collegio. Il Collegio dei Revisori dei Conti controlla l'andamento della gestione dell'Associazione, e riferisce all'Assemblea e al Consiglio Direttivo sulle proposte di oneri finanziari.

    Patrimonio

    21. - Il patrimonio è costituito da beni mobili ed immobili, la cui gestione è curata dal Consiglio Direttivo.

    Angelo Mazzotta

    Luigi Riem

    Pietro Angelillo

    Valbusa Nestore

    Uberto Bellavitis

    Paolo Gaspardo

    Marcello Bertogna

    dott. Giuseppe Salice Notaio

     

    N. 46022 si rep. N. 4358 di fasc.

     

    ATTO COSTITUTIVO del “CIRCOLO DELLA STAMPA” - Pordenone

    Repubblica Italiana

    Il quattro settembre millenovecentosessantasette, 4.9.1967, in Pordenone, nel mio studio in via Mazzini 24.

    Davanti a me Dott. Giuseppe Salice, Notaio in Pordenone ed iscritto al Collegio di Udine, senza l'assistenza dei testimoni avendovi rinunciato tra loro d'accordo e col mio consenso i comparenti che hanno i requisiti di legge, sono comparsi i signori:

    - MAZZOTTA ANGELO, giornalista, nato il 24.3.1930 a Codroipo e residente in Pordenone, viale della Libertà 2, che dichiara di intervenire nel presente atto in proprio e in nome e per conto dei signori: 1) FUNGHER OTTORINO, funzionario de Il Gazzettino, nato il 14.7.1927 a Venezia e ivi residente in frazione Pellestrina, in forza del mandato speciale 28.8.1967 N. 45931 di mio rep., che in originale e previa lettura si allega al presente sub “A”; e 2) PULITI FLAVIANO, funzionario dell'Enal, nato il 20.1.1926 a Careggine e residente in Pordenone, largo Don Bosco, in forza del mandato speciale 28.8.1967 N. 45932 di mio rep., che in originale e previa lettura si allega al presente sub “B”;

    - ANGELILLO PIETRO, giornalista, nato il 25.10.1940 a Udine e residente in Pordenone, piazza XX Settembre 13;

    - GASPARDO cav. PAOLO, giornalista, nato il 26.8.1907 a Pordenone e ivi residente in via Dalmazia 9;

    - RIEM prof. LUIGI, insegnante, nato il 12.11.1920 a Roma e residente in Pordenone, via G. Gallina 2;

    - VALBUSA rag. NESTORE, impiegato, nato il 26.9.1914 a Padova e residente in Pordenone, via Dante 21;

    - BERTOGNA MARCELLO, giornalista, nato il 16.9.1920 a Farra di Isonzo e residente in Pieris, via Rebez 20; e

    - BELLAVITIS co. UBERTO, possidente, nato il 26.4.1918 a Padova e residente in Cordignano, comparenti della cui identità personale sono certo, i quali hanno richiesto il mio ministero per stipulare quanto segue:

    P r e m e t t o n o

    i comparsi sul loro onore e consci delle pene comminate dalla legge per i rei di dichiarazioni false o reticenti, ai sensi e per gli effetti del D.P.R. 2.8.1957 N. 678, che il “CIRCOLO DELLA STAMPA” di Pordenone è stato di fatto costituito il 12 febbraio 1967, e da quella data ha svolto e svolge tutt'ora la sua attività;

    che successivamente è stato redatto ed approvato lo statuto dall'assemblea di tutti i soci, che hanno aderito all'associazione, e contemporaneamente è stato eletto secondo le norme statutarie, il Consiglio Direttivo nelle persone dei signori: MAZZOTTA ANGELO, FUNGHER OTTORINO, PULITI FLAVIANO, ANGELILLO PIETRO, GASPARDO cav. PAOLO, RIEM pro. LUIGI, VALBUSA rag. NESTORE, BERTOGNA MARCELLO e BELLAVITIS co. UBERTO.

    Ciò premesso, i comparsi intendono ora tradurre in atto pubblico l'att costitutivo dell'associazione, e così dichiarano quanto segue:

    1) i comparsi, agenti in proprio e quale comitato promotore di altre persone, che hanno già dato la loro adesione al presente atto, costituiscono una associazione denominata “CIRCOLO DELLA STAMPA” con sede in Pordenone, viale Cossetti, condominio Europa.

    2) L'associazione è retta dallo statuto, già esaminato e approvato in precedenza, e che, previa lettura e sottoscrizione delle parti e di me Notaio, si allega al presente sub “C” per farne parte integrante.

    3) A comporre il Consiglio Direttivo per il biennio 1967-68 vengono eletti i signori:MAZZOTTA ANGELO, FUNGHER OTTORINO, PULITI FLAVIANO, ANGELILLO PIETRO, GASPARDO cav. PAOLO, RIEM prof, LUIGI, VALBUSA rag. NESTORE, BERTOGNA MARCELLO e BELLAVITIS co. UBERTO.

    I nominati dichiarano di accettare la carica loro conferita e di non trovarsi in alcuno dei casi di ineleggibilità previsti dal presente atto o dal C.C.

    4) I nominati, riuniti seduta stante in assemblea, nominano a Presidente il sig. ANGELO MAZZOTTA, a vice-presidente il signor PIETRO ANGELILLO e a segretario il signor FLAVIANO PULITI.

    5) A comporre il Collegio Sindacale, rectius dei Revisori dei Conti, vengono dai comparsi eletti i signori:

    - MOCCI CARLO, nato il 18.12.1936 a Tolmino e residente in Sacile, via Bellini 10, Presidente; e

    - RODOLFO HOFER, nato il 21.10.1917 a Novo Mesto (Jugoslavia) e residente in Azzano Decimo, via Candie II e ALVISE COGHETTO, nato il 22.2.1925 a Venezia e residente in Pordenone, membri.

    6) Per quanto non espressamente previsto dal presente atto, e dall'allegato statuto, valgono le disposizioni di legge sulle associazioni.

    7) Le spese del presene atto e conseguenti sono a carico dell'associazione.

    Questo atto, da me scritto su di un mezzo foglio per due facciate, viene da me letto ai richiedenti, che l'approvano e confermano e con me sottoscrivono.

     

ALTRE NEWS

È nato Controcorrente

il nuovo soggetto politico sindacale della Fnsi che riunisce gran parte delle anime e dei territori che compongono la maggioranza federale e di governance degli istituti di categoria. Un progetto unitario costruito in oltre due anni di impegno, grazie alla tenacia del presidente e del segretario generale della federazione, Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso. L’assemblea costituente - alla quale ha partecipato fra gli altri Carlo Muscatello, presidente Assostampa Fvg e componente della giunta esecutiva Fnsi, in rappresentanza del Friuli Venezia Giulia - si è svolta a Roma e ha definito i primi passaggi e gli obiettivi del nuovo soggetto politico sindacale che non è, e non vuole essere, una semplice sommatoria di un accordo esistente, ma l’aggregazione reale di ogni sensibilità intorno a un progetto comune che coinvolga i territori e gli istituti di categoria. L'assemblea ha inoltre indicato Alessandra Costante, componente della segreteria Fnsi e segretaria del Sindacato ligure dei giornalisti, come coordinatrice del nuovo soggetto.

Votazioni all'Ordine

All’inizio di ottobre si svolgeranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio nazionale e dei Consigli regionali dell’Ordine dei giornalisti. Questo il calendario delle assemblee elettorali: - domenica 24 settembre 2017 in prima convocazione (considerato che l’Assemblea è valida in prima convocazione quando intervenga almeno la metà degli iscritti all'Albo - eventualità mai verificatasi finora - è ipotizzabile che sia valida la seconda convocazione); -  domenica 1 ottobre 2017, in seconda convocazione, nel caso che nella prima convocazione non sia intervenuta almeno la metà degli iscritti negli elenchi dei giornalisti professionisti e pubblicisti aventi diritto al voto; - domenica 8 ottobre 2017 per le eventuali votazioni di ballottaggio. Le operazioni di voto si svolgeranno rispettivamente: - a Trieste nella sede del Consiglio Regionale dell'Ordine in Corso Italia 13 per gli iscritti residenti nelle province di Trieste e Gorizia; - a Udine nella sede della Società Filologica Friulana in via Manin 18 per gli iscritti residenti nelle province di Udine e Pordenone; I seggi resteranno aperti dalle ore 10 alle ore 18.