NEWSLETTER

CHI SIAMO

CONTATTI

FORMAZIONE CONTINUA

PREMIO SIMONA CIGANA

RALLY DELLA STAMPA

CONCORSO FOTOGRAFICO

ATTIVITÀ DEL 2019

I NOSTRI PARTNER

DEONTOLOGIA

CARTA DI PORDENONE

GIORNATA DELLA DONNA

NEL NOME DELLA PARITÀ DI GENERE

N.L. n. 7 - 8 marzo 2019

Carissimi amici,

Questa News Letter è doverosamente dedicata alla Giornata Mondiale della Donna. Il Circolo della Stampa di Pordenone conduce da tempo la sua battaglia a favore della parità Uomo-Donna, dunque ribadisce il significato di un evento che vada oltre il valore e la data della “Giornata”. Il nostro impegno è rivolto al consolidamento di una cultura del rispetto che sappia essere reciproca. Insomma, una lotta di civiltà. Per questo il nostro Circolo è uno dei fondatori della Carta di Pordenone e dà vita, cercando di evitare enfasi e retorica, a iniziative autonome e in collaborazione con altre associazioni, con il Comune di Pordenone e con altri enti locali. Ci rivolgiamo soprattutto alle scuole. Ma non dimentichiamo gli operatori dell’informazione che possono e devono dare molto per la formazione di una mentalità del rispetto reciproco Uomo-Donna. Tra i nostri impegni, l’organizzazione del concorso giornalistico intitolato a una donna, il “Premio Simona Cigana”, giunto alla 10ª edizione.

NB. In parallelo alla nostra NL pubblichiamo il notiziario cartaceo degli eventi formativi, curato dalla nostra Segreteria dei corsi.

Info: www. stampa-pordenone.it

CORSI DI FORMAZIONE (aperti ai giornalisti e al pubblico)

Sabato 16 marzo 2019. Dalle 9 alle 13, Saletta incontri, Assessorato comunale Cultura, Piazza della Motta 2, Pordenone.

Argomento. “Ufficio Stampa addio. Le nuove regole della comunicazione spiegate con tecniche semplici”.

Relatori. Letterio Scopelliti (giornalista, consulente Fdl Communication), Luigi Bignotti (giornalisti, Il Gazettino), Margherita Regeni (digital strategist e social media manager).

Organizzazione. Fdl Communication-Conegliano, Circolo della Stampa di Pordenone, Ordine dei giornalisti FVG.

Venerdì 22 marzo 2019. Dalle 18 alle 20, Sala Servizi Cgn, via Iacopo Linussio 1/A, Pordenone.

Argomento. “Epocalisse: giornalismo e social network”.

Relatori. Marco Pacini (giornalista, caporedattore de “l’Espresso”) e Alberto Garlini (giornalista, scrittore).

Organizzazione. Fondazione Pordenonelegge, Ordine dei giornalisti FVG, Circolo della Stampa di Pordenone.

Venerdì 22 marzo 2019. Dalle 18.30 alle 20.30, Teatro comunale Giuseppe Verdi, Pordenone

Argomento. “R-Evolution. L’Europa e il resto del mondo: Una strategia per l’Italia”.

Relatore. Lucio Caracciolo (giornalista, Direttore di “Limes”).

Organizazione. Teatro comunale Giuseppe Verdi, Crédit Agricole FriulAdria, Associazione Europa Cultura. Premio giornalistico internazionale Marco Luchetta, Ordine dei giornalisti FVG, Circolo della Stampa di Pordenone.

PREMIO SIMONA CIGANA

Partecipazione. È aperta la seconda parte della 10ª edizione (2018/2019) del concorso annuale-nazionale-multimediale-multilingue dedicato al Friuli Venezia Giulia.

Info. Nel nostro sito www. stampa-pordenone.it, il Regolamento, il Bando, le schede di partecipazione e la scheda per le segnalazioni dei lettori.

Eventi 2019. Tutte le attività del Circolo della Stampa sono dedicate al Premio Simona Cigana. Tra le iniziative in atto, il ciclo di incontri “Inviato Speciale” e la pubblicazione di un libro dedicato a Simona e al concorso.

ISCRIZIONI PER IL 2019

Circolo della Stampa di Pordenone. La quota di quest’anno è di € 20. Può essere versata con bonifico (Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, IBAN IT 21V0835612503000000045179) o alla segreteria dei corsi formativi di Pordenone.

Ordine dei giornalisti e Assostampa. Sono ancora aperte nella Segreteria della ProPordenone. Viale Cossetti 20/A. Interessi di mora per i ritardatari.

.

CORSI DI FORMAZIONE

Si consiglia ai colleghi, soprattutto a quanti si iscrivono ad un corso con largo anticipo, di verificare un paio di giorni prima sulla Piattaforma Sigef eventuali cambi di sede o di orario del corso stesso. In alcuni casi, infatti, l'improvvisa indisponibilità di una sala, o l'alto numero di iscritti e di colleghi in lista d'attesa per l'evento formativo, impongono un cambio della location rispetto alle indicazioni iniziali.
 

Trieste, 14 marzo - Auditorium del Museo Revoltella, via Diaz 27 - Ore 17-19
COME CAMBIA LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE. L'ESEMPIO DEL NUOVO PORTALE WEB DEL COMUNE DI TRIESTE
In collaborazione con il Comune di Trieste.
Focus sulla comunicazione istituzionale on-line e sui criteri che ne determinano gli sviluppi, le strategie e l'importanza nella relazione sempre più dettagliata tra cittadino e amministrazione. Un tema figlio della Legge 150/2000 per le amministrazioni pubbliche e qui delineato attraverso le modalità in atto con il portale del Comune di Trieste.

Relatori: Vittorio Sgueglia Della Marra (giornalista professionista, portavoce del Sindaco di Trieste), Serena Tonel (Assessore comunale), Giuseppe Taranto (Tecnico Insiel), Lorenzo Bandelli (Dirigente Area Comune di Trieste), Tiziana Oselladore (membro di Trieste Città Digitale), Christian Tosolin (Social Media Manager Comune di Trieste).
Crediti formativi: 2

Pordenone, 16 marzo - Saletta Incontri dell'ex Convento San Francesco, piazza della Motta 2 - Ore 9-13
INFORMAZIONE ED ETICA NELL’ERA DIGITALE: STORYTELLING, WEBJOURNALISM, MOJO, MESSAGGISTICA.
In collaborazione con il Circolo della Stampa di Pordenone e Fdl Communication.
Cambiano regole e strategie nell’informazione social. L’importanza delle “storie” nell’era del Mobile Journalism. Strategie sull’uso di testi, foto, video navigabili e sulla navigazione nel web. La verifica delle notizie nel tempo frenetico del bombardamento mediatico. Le nuove professioni.
Relatori: Letterio Scopelliti (già giornalista de Il Gazzettino, direttore di corsi di formazione sul webjournalism), Luigi Bignotti (Giornalista de Il Gazzettino), Margherita Regeni (Laurea in Scienze e Tecnologie Multimediali all’Università di Trieste, co-fondatrice di Artcumbè, Creative Network e Digital Stratist di Noiza).

Crediti formativi: 4

Trieste, 20 marzo - Centro Culturale “Veritas”, via Monte Cengio 2/1a - Ore 18-20
DISLESSIA: UNA SFIDA ETICA E PROFESSIONALE PER LA FAMIGLIA, SCUOLA, SCIENZA E STAMPA.
In collaborazione con Centro Culturale Veritas e UCSI FVG.
Il corso intende approfondire il tema della dislessia che non è una “disabilità” in senso tecnico permanente ma un “disturbo” nell’apprendimento: interessa un’abilità specifica (lettura di un testo) che deve essere acquisita da bambini e ragazzi in età scolare. Si tratta di un disturbo cognitivo e non di un problema intellettivo. Richiede quindi di essere ben compresa e trattata anche per evitare pregiudizi e atteggiamenti impropri. Importante in tal senso è il ruolo dell’informazione, anche nel rispetto dei principi deontologici attinenti all’art 6 del Testo unico dei doveri del giornalista («Doveri nei confronti dei soggetti deboli»)
Relatori: Padre Lorenzo Larivera ( gesuita, giornalista professionista, già collaboratore de La Civiltà Cattolica), Isabella Lonciari (Dirigente psicologa dell'IRCCS “Burlo Garofolo”, specialista nella diagnosi dei disturbi dell'apprendimento), Guido Marinuzzi (psicologo e docente), Ilaria Vaccher (psicologa, psicoterapeuta, fondatrice Associazione “Stelle sulla Terra”).

Crediti formativi: 4 deontologici

Pordenone, 22 marzo - Sala Servizi CGN, via Jacopo Linussio, 1/A - Ore 18-20

EPOCALISSE: GIORNALISMO E SOCIAL NETWORK
In collaborazione con il Circolo della Stampa di Pordenone, Pordenonelegge e Servizi CNG.
Quale futuro per i media tradizionali, a cominciare dalla carta stampata ? L'incedere delle piattaforme social e le crisi dell'editoria richiedono una analisi approfondita della situazione, verificando i mutamenti e le possibili soluzioni.
Relatori: Marco Pacini (giornalista, scrittore, caporedattore del settimanale “Espresso”), Alberto Garlini (giornalista, scrittore).
Crediti formativi: 2

Pordenone, 22 marzo - Teatro Comunale Verdi, viale Martelli 2 - Ore 18.30-20.30
UNA STRATEGIA PER L’ITALIA
In collaborazione con l'Associazione Teatro “Verdi” di Pordenone, Link e Circolo della Stampa di Pordenone.
Il terzo appuntamento di R-Evolution sarà dedicato al fenomeno delle migrazioni dall'Africa subsahariana, evidenziando gli scenari italiani, le posizioni della UE e le politiche in atto. Un tema centrale per i nuovi equilibri dell’Europa e del mondo.
Relatore: Lucio Caracciolo (direttore di “Limes”, rivista di geopolitica).
Crediti formativi: 2

Trieste, 28 marzo - Sala Alessi del Circolo della Stampa, Corso Italia 13 - Ore 10-13
INFORMAZIONE E DATI STATISTICI: INTERPRETAZIONE E RISCHI NELLA COMUNICAZIONE
L'obiettivo del corso è quello di fornire gli strumenti necessari per leggere, comprendere e interpretare le informazioni politiche, economiche, ambientali, sociali e culturali che pervengono al giornalista attraverso i dati statistici.
Relatrice: Paola Ottino (pubblicista, consulente e divulgatrice scientifica).
Crediti formativi: 3

Udine, 30 marzo - Sede del Messaggero Veneto, viale Palmanova - Ore 9.30-13.30
TUTELA DEL DIRITTO DI CRONACA E RESPONSABILITÀ CIVILI E PENALI DEL GIORNALISTA
In collaborazione con il Messaggero Veneto.
Incontro basato sulla recente delibera del Garante per la protezione dei dati personali e sui più recenti orientamenti giurisprudenziali. In particolare i temi trattati saranno: tutela del diritto di cronaca nei procedimenti penali, tutela della dignità della persona malata, tutela della sfera sessuale della persona, tutela del minore, sanzioni del garante, responsabilità civili e penali del giornalista e del direttore responsabile, orientamento in materia di applicazione della legge sulla diffamazione (carta, social, fb), rettifica, termini e sanzioni.
Relatori: Omar Monastier (Direttore responsabile Messaggero Veneto), Orietta Baldovini (Avvocato penalista del Foro di Padova).

Crediti formativi: 6 deontologici

Pordenone, 31 marzo - Teatro Comunale Verdi, viale Martelli 2 - Ore 11-13
EURASIA, LA SCOMMESSA DELL’ITALIA: RITROVARE LA VIA DELLA SETA 4.0
In collaborazione con l'Associazione Teatro Comunale “Verdi” Pordenone, Link e Circolo della Stampa di Pordenone.
Il quarto e ultimo appuntamento di R-Evolution è incentrato sull’Europa e i suoi confini orientali: quale ruolo per la UE “eurasiatica” nel contesto di un nuovo ordine mondiale in costante evoluzione? Puntare lo sguardo verso la Cina significa, per l’Europa, ritrovare il fascino ma anche la pragmatica attualità di una "via della seta" 4.0, «con l'Italia che – spiega il corrispondente RAI a Pechino, Claudio Pagliara - si candida a divenirne uno dei terminali, proprio come era duemila anni fa». Un obiettivo che dovrà confrontarsi con molteplici variabili, a cominciare dalla “guerra” dei dazi fra Stati Uniti e Cina.
Relatori: Claudio Pagliara (giornalista, attuale responsabile dell'Ufficio di corrispondenza Rai per la Cina, il Giappone e il Sud Est dell'Asia con sede a Pechino), Monica Busetto (Caporedattore TGR Friuli Venezia Giulia), Giuseppe Chiellino (Giornalista Sole24Ore, esperto di questioni europee).

Crediti formativi: 2

Trieste, 1 aprile - SISSA (Scuola Internazionale Studi Superiori Avanzati) via Bonomea 265 - Ore 14.30-17.30
RIDUCI, RIUSA, RICICLA. LE 3 R PER GESTIRE LE CONSEGUENZE DEL NOSTRO VIVERE COMODO
In collaborazione con la Sissa - Scuola Superiore di Studi Avanzati (Master in comunicazione della scienza).

Come affrontare il problema dello smaltimento dei rifiuti, in particolare quelli industriali e speciali, pericolosi e non pericolosi, che rappresentano il 90% di quelli prodotti complessivamente in Europa? Le 12 discariche italiane autorizzate a riceverli e a smaltirli in modo corretto diminuiscono di anno in anno la propria capacità di stoccaggio, mentre aumenta sia la produzione di rifiuti sia la necessità di bonifiche ambientali.
Relatori: Andrea Vico (giornalista scientifico, docente), Paolo Bevilacqua (Delegato del Rettore per le tematiche ambientali, Dipartimento di Ingegneria e Architettura Università di Trieste).
Crediti formativi: 3

Udine, 2 aprile - Salone d'Onore della Società Filologica Friulana, via Manin 18  - Ore 10-12
OPEN DATA VS BIG DATA
In collaborazione con Auxilia Foundation.
Quotidianamente siamo immersi un mare di informazioni e noi stessi ne produciamo continuamente, il nostro essere interconnessi, l'utilizzo continuo degli strumenti informatici ha reso tutto questo materiale sempre più trattabile per i fini più disparati. Le foto, i post, le email, la musica che ascoltiamo, i nostri commenti, uniti ai dati di geolocalizzazione, sono diventate il nuovo petrolio del terzo millennio: in una parola “i big data”, ma cosa sono invece gli open data? Quali le differenze ed il loro valore, non solo giuridico ma in termini informativi?
Relatrice: Gea Arcella (giornalista pubblicista, notaio, già docente di Informatica Giuridica all'Università “Carlo Bò” di Urbino).

Crediti formativi: 2

Trieste, 25-28 aprile - Piazza Unità d'Italia
LINK, FESTIVAL DEL BUON GIORNALISMO

Segnaliamo infine ai colleghi che dal 25 al 28 aprile si terrà in piazza Unità d’Italia a Trieste la sesta edizione di Link, festival del buon giornalismo.
Gli incontri avranno luogo giovedì 25 dalle 16 alle 21, venerdì 26 e sabato 27 dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 21, domenica 28 dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20.
Quasi tutti saranno inseriti, come sempre, nei nostri corsi di formazione.
Vi comunicheremo il programma definitivo non appena sarà disponibile.

 

Si raccomanda ai colleghi che, per qualsivoglia motivo, non possono partecipare ad un corso al quale si erano iscritti di cancellare la propria prenotazione sulla piattaforma per consentire la partecipazione ai colleghi in lista d’attesa.
A questi ultimi consigliamo di presentarsi comunque al corso nell’eventualità, fino ad oggi non infrequente, che ci siano dei posti liberi.

DISPONIBILE IL CORSO ONLINE DEL CNOG “LA NUOVA DEONTOLOGIA”
Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti in collaborazione con il Centro di Documentazione giornalistica ha realizzato un nuovo corso online sul Testo unico della deontologia giornalistica riconosciuto per la formazione professionale continua dei giornalisti. La frequenza e il superamento del corso danno diritto, infatti, a 10 CFP deontologici. Il corso è disponibile sulla piattaforma Sigef.

Tutti gli eventi proposti sono inseriti sulla piattaforma Sigef.
Questo il link per procedere con le prenotazioni: https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/

Gli iscritti possono visionare sul sito del Consiglio nazionale il nuovo regolamento sulla Formazione Professionale Continua in vigore dal 31 maggio 2016.
Questo il link: regolamento sulla formazione professionale

 

Si precisa che l'assegnazione dei crediti prevede la partecipazione al corso dall'inizio al termine dell'appuntamento.

LINK 1

ATTENZIONE - TESTO PROVVISORIO

Bando di concorso


In ricordo di Simona Cigana, giornalista pordenonese emergente, strappata in giovane età a un futuro già ricco di impegni sociali e professionali nel settore dell’informazione,

il Circolo della Stampa di Pordenone


con il sostegno di

Famiglia Cigana

Banca di Credito Cooperativo Pordenonese

Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia

Confartigianato Pordenone

con il patrocinio di

Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia

Assostampa del Friuli Venezia Giulia

Unione Stampa Sportiva del Friuli Venezia Giulia

Regione Friuli Venezia Giulia

Provincia di Pordenone, Comuni di Pordenone, Aviano, Udine, Gorizia, Trieste

Coltivatori Diretti Pordenonme, Domovip Italia

con l’adesione di

Comitato Olimpico Nazionale del Friuli Venezia Giulia

 

indìce la 9ª edizione del Concorso giornalistico nazionale 

annuale-multimediale-multilingue “Premio Simona Cigana”

 

Finalità dell’iniziativa è incentivare la corretta informazione giornalistica e l’impegno professionale dei giornalisti italiani, soprattutto quelli delle giovani generazioni.
I lavori ammessi al concorso dovranno trattare argomenti legati al Friuli Venezia Giulia, su testate giornalistiche italiane ed estere.
I lavori ammessi possono essere realizzati in lingua italiana o in una delle tre lingue minoritarie (friulano, sloveno, tedesco) tutelate dalla Regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia.
Sono ammessi esclusivamente i lavori pubblicati tra il 1° luglio 2017 e il 30 giugno 2018, su quotidiani e periodici della carta stampata, della radio, della televisione e on line regolarmente iscritti agli organismi ufficiali previsti dalla legislazione nazionale.

Il Premio si articola in 3 categorie:
> Giornalismo d’Inchiesta, per i migliori articoli/servizi:
1° qualificato € 2.400,00 – 2° qualificato € 1.100,00
> Giornalismo sportivo (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi:
1° qualificato € 1.200,00 – 2° qualificato € 800,00
> Giornalismo economico (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi sull’Artigianato:
1° classificato € 1.000,00 – 2° classificato € 500,00.

Nel caso in cui il primo e/o il secondo premio sia assegnato ex aequo, la singola quota viene suddivisa in parti uguali tra gli aventi diritto.
In caso di non assegnazione del 1° Premio, dovuta a lavori che non meritano questa qualifica, la quota non assegnata sarà suddivisa nella stessa proporzione tra i secondi e i terzi classificati.
È prevista la “Segnalazione speciale” per i migliori testi non vincitori.
È prevista la “Menzione speciale fuori concorso” per le produzioni di particolare efficacia presentate fuori concorso o comunque non conformi alle clausole del Bando-Regolamento.
Ai vincitori e ai segnalati saranno consegnati diplomi di merito. Ai migliori segnalati andranno Targhe messe a disposizione da sponsor e da sostenitori.

Puntualizzazioni
< I lavori dovranno essere spediti entro il 10 luglio 2016) nelle modalità previste dal Regolamento del concorso.
< La composizione della Giuria, i criteri di valutazione e tutti gli altri aspetti legati a lavori, partecipanti, incompatibilità, privacy e modalità di partecipazione sono riportati nel Regolamento del concorso.
< Il Bando-Regolamento del concorso è disponibile sul sito del Circolo della Stampa di Pordenone, negli uffici e nei siti web dell'Ordine dei giornalisti e di Assostampa nazionali, del Friuli Venezia Giulia e di altre regioni italiane, sui siti della Banca di Credito Cooperativo Pordenonese e della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia. Sarà anche diramato in face book e in altri Social network da parte di operatori che chiederanno di farlo rispettando l’integrità del testo.

 

Regolamento del concorso

 

ART. 1 – SOGGETTO ORGANIZZATORE DEL CONCORSO, CONTRIBUTI E PATROCINI
Ideatore e organizzatore del Concorso è il Circolo della Stampa di Pordenone, soggetto di diritto privato costituito nel 1967 in Associazione senza fini di lucro. Contribuiscono a finanziare il Concorso la Famiglia Cigana, la Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, la Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, l’associazione tra le piccole e le medie imprese artigiane Confartigianato Pordenone. Patrocinano il concorso l'Ordine dei Giornalisti, l'Assostampa del Friuli Venezia Giulia, l’Ussi FVG (Unione Stampa Sportiva del Friuli Venezia Giulia), la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Pordenone, i Comuni di Pordenone, Aviano, Udine, Gorizia, Trieste, la Federazione Coldiretti Pordenone, Domovip Italia. Accorda la sua adesione il Coni del Friuli Venezia Giulia.

ART. 2 - OGGETTO DEL CONCORSO
Il concorso ha come oggetto l’individuazione:
1) dei migliori articoli/servizi di giornalismo d’inchiesta multimediale,
2) dei migliori articoli/servizi di giornalismo sportivo multimediale,
3) dei migliori articoli/servizi di giornalismo economico multimediale dedicati all’artigianato,
pubblicati tra il 1° luglio dell'anno precedente e il 30 giugno dell'anno della proclamazione dei vincitori.

ART. 3 – CARATTERISTICHE E DESTINATARI DEL CONCORSO
Il concorso si articola in 3 diverse categorie, Giornalismo d’inchiesta, giornalismo Sportivo, Giornalismo economico dedicato all’Artigianato ed è rivolto a tutti i giornalisti, con particolare riferimento a quelli delle giovani generazioni.

ART. 4 – REQUISITI DEI PARTECIPANTI
Pena esclusione, possono partecipare al Concorso solo giornalisti professionisti o pubblicisti, regolarmente iscritti all’ Ordine dei Giornalisti, di qualsiasi regione italiana, con i seguenti requisiti:
aver compiuto il 18° anno di età;
essere dipendenti o collaboratori riconosciuti delle testate giornalistiche.

ART. 5 - INCOMPATIBILITÀ
Sono esclusi dalla partecipazione al Concorso i giornalisti impegnati nella sua organizzazione e in particolare nella Giuria e nella segreteria organizzativa del concorso.

ART. 6 – CARATTERISTICHE DEI LAVORI
Pena esclusione dal Concorso, sono ammessi i lavori (articoli, servizi, ecc.) che presentano contemporaneamente tutte le seguenti caratteristiche:
Redatti in italiano oppure in sloveno, tedesco, friulano (lingue tutelate dalla Regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia), purché accompagnati da traduzione in italiano;
Argomenti relativi al Friuli Venezia Giulia e ai rapporti di altri territori (nazionali o esteri) con il Friuli Venezia Giulia;
Pubblicati su un qualsiasi media italiano o straniero (quotidiani, settimanali, mensili o con altre periodicità, testate tecniche o professionali, riviste, radio, tv), anche on line. Tutte le testate devono essere regolarmente registrate;
Pubblicati a firma del giornalista che partecipa al concorso;
Pubblicati nel periodo tra il 1° luglio 2017 e il 30 giugno 2018;
Lunghezza di almeno 2.500 battute, spazi inclusi.
> I partecipanti si assumono ogni responsabilità sui contenuti e sull’autenticità e proprietà dei lavori presentati.
> È cura dei partecipanti verificare e ottenere le necessarie autorizzazioni all’utilizzo dei lavori presentati, così come tutte le questioni legate al copyright o ai diritti di riproduzione dell’articolo e/o servizio presentato al concorso.
> Il consenso dell'autore all'utilizzo del materiale presentato deve essere espresso con apposita dichiarazione firmata e allegata.

ART. 7 – MODALITÀ E TERMINI DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione al concorso è gratuita e può avvenire esclusivamente a titolo individuale, non in forma di gruppo.
Ogni concorrente può partecipare con un solo lavoro (articolo/servizio).
7.1 Lavori testuali
Pena esclusione dal concorso, il lavoro deve essere presentato in forma stampata su carta (pagina/e del giornale dove risultino visibili nome della testata e data) oppure in formato digitale compatibile con almeno uno dei principali software utilizzati nel mercato nazionale (es: pdf, jpg, word o altro formato di testo). Nel caso di formato digitale, il lavoro dovrà essere presentato su supporto digitale quale cd, cdrom, dvd, chiavette o altre forme di memoria usb.
7.2 Lavori radiofonici
< Pena esclusione dal concorso, il lavoro radiofonico deve essere presentato in formato WAV, AIFF, WMA, MP3 o Quicktime su supporto multimediale leggibile dai principali dispositivi di lettura utilizzati nel mercato nazionale. Il lavoro radiofonico deve essere accompagnato dal testo del servizio o da un riassunto/copione del servizio, nei formati indicati alla voce Lavori testuali del presente articolo.
7.3 Lavori video/televisivi
< Pena esclusione dal concorso, il lavoro realizzato in formato video/televisivo deve essere presentato nei formati AVI, MPEG o QUicktime. Il lavoro video/televisivo deve essere accompagnato dal testo del servizio o da un riassunto/copione del servizio, nei formati indicati alla voce Lavori testuali del presente articolo.
< Pena esclusione dal concorso, il lavoro va accompagnato anche dai seguenti documenti:
7.4 Scheda personale
Il lavoro va accompagnato da una scheda personale (facsimile n. 1 allegato) del giornalista che partecipa al concorso; la scheda deve contenere:
> nome, cognome e codice fiscale;
> data e luogo di nascita;
> indirizzo completo di residenza;
> recapito telefonico ed eventuale recapito mail (o numero fax);
> breve descrizione autobiografica sulla propria carriera giornalistica (data inizio dell’attività giornalistica, testate/aziende con le quali si collabora, ecc.);
> indicazione della categoria del concorso per la quale si presenta il lavoro (non vincolante per la Giuria).
7.5 Domanda di partecipazione e liberatoria privacy
Il lavoro va accompagnato dalla domanda di partecipazione comprensiva di liberatoria per il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 debitamente controfirmata, utilizzando l’allegato facsimile numero 2.
7.6 Iscrizione all’Ordine dei Giornalisti e documento di identità valido
Il lavoro va accompagnato da una fotocopia (o scansione) della tessera d’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti (o in alternativa autodichiarazione della propria iscrizione all’Ordine ai sensi di legge) e fotocopia (o scansione) di un documento d’identità valido.
7.7 Dichiarazione assenza copyright e utilizzo lavori
Il lavoro va accompagnato da una dichiarazione, firmata, di assenza di vincoli di copyright e di consenso all'utilizzo del lavoro presentato (art. 6 del presente regolamento).
7.8 Prova di avvenuta pubblicazione.
Il lavoro va accompagnato da una prova dell'avvenuta pubblicazione che può essere copia, fotocopia o scansione della pagina del giornale riportante l'articolo/servizio firmato, in cui sono visibili nome della testata e data di pubblicazione; oppure dichiarazione-impegnativa del direttore della Testata contenente gli estremi dell'articolo, il nome dell'autore, il titolo della testata e la data di pubblicazione (anche per pubblicazione on line), eventuale indicazione della trasmissione radio o televisiva nel corso della quale è avvenuta la pubblicazione (data e ora).
7.9 Traduzione in italiano
Per i lavori testuali e audio-visivi nelle lingue tedesca, slovena o friulana, è necessario allegare, pena esclusione dal concorso, una traduzione testuale in lingua italiana (art. 6 del presente regolamento).
7.10 Modalità d’invio
Lavoro, scheda personale e allegati (traduzioni, testi o copioni, fotocopie documenti personali, ecc) devono essere spediti tutti assieme:
in una unica busta, mezzo posta (si consiglia raccomandata, con ricevuta di ritorno), indirizzata a Circolo della Stampa di Pordenone, c/o Pro Pordenone Viale Cossetti 20/A – 33170 Pordenone;
oppure
via mail, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando nell’oggetto “Concorso giornalistico annuale Premio Simona Cigana, Edizione 2017-2018” (si consiglia di verificare telefonicamente la corretta e completa ricezione del proprio materiale inviato e richiedere alla segreteria del concorso una mail di risposta con cronologia, per ricevuta).
Una copia integrale del materiale inviato dovrà essere conservata dal partecipante e esibita alla segreteria organizzativa, in caso di richiesta motivata da danneggiamento o perdita del materiale.
7.11 Termine d’iscrizione
Il termine ultimo per l’invio del materiale, pena esclusione dal concorso, è il 10 luglio 2018; per il materiale spedito a mezzo posta farà fede il timbro postale.

ART. 8 – GIURIA E LAVORI DI VALUTAZIONE
La Commissione giudicatrice (Giuria) viene definita dal Consiglio Direttivo del Circolo della Stampa di Pordenone entro il 30 giugno 2018.
È composta dal Consiglio Direttivo del Circolo della Stampa di Pordenone e/o da eventuali altri membri scelti dallo stesso organo direttivo.
Presiede i lavori della Giuria il Presidente del Circolo della Stampa (Pietro Angelillo) o suo delegato.
I criteri di valutazione vengono definiti dalla Giuria e sono comunque ispirati a fattori di utilità e importanza della notizia, capacità investigativa e di approfondimento, obiettività e rispetto dei principi deontologici, ricerca di informazioni, risorse personali, completezza dei dati, qualità espressiva, capacità di catturare e mantenere l’interesse del lettore, originalità.
La valutazione viene effettuata con voto a maggioranza.
La Giuria si riserva il diritto di:
escludere lavori e/o partecipanti che non hanno i requisiti indicati nel presente regolamento;
non assegnare i premi, qualora i lavori presentati non siano ritenuti adeguati allo spirito del concorso;
attribuire la “Segnalazione speciale” per i migliori testi non vincitori;
attribuire la “Menzione speciale” a testi presentati o considerati fuori concorso, nel caso si tratti di opera di valore.
Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile.

ART. 9 – UTILIZZO E RESTITUZIONE DEI LAVORI
L’organizzazione del concorso si riserva il diritto di usare i lavori pervenuti per:
Istituire un apposito Archivio;
Realizzare materiale illustrativo e testuale per la promozione del concorso e delle sue future edizioni, e per iniziative collegate.
Gli organizzatori si impegnano a citare sempre il nome dell’autore, a titolo gratuito da entrambe le parti. Nessun ulteriore diritto economico, fatti salvi i premi indicati all’art. 10 del presente Regolamento, viene riconosciuto ai partecipanti per l’utilizzo dei lavori presentati.
Tutti i lavori presentati ai fini della partecipazione al concorso non saranno restituiti; i materiali resteranno in possesso esclusivo del Circolo della Stampa di Pordenone.

ART. 10 – PREMI
Saranno assegnati i seguenti premi:
Categoria Giornalismo d’inchiesta
1° Premio - € 2.400,00
2° Premio - € 1.100,00
Categoria Giornalismo sportivo (non necessariamente d’inchiesta)
1° Premio - € 1.200,00
2° Premio - € 800,00
Categoria Giornalismo economico (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi sull’Artigianato
1° Premio - € 1.000,00
2° Premio - € 500,00.
* Nel caso in cui il primo e/o il secondo premio sia assegnato ex aequo, la singola quota viene suddivisa in parti uguali tra gli aventi diritto.
* In caso di non assegnazione del 1° Premio, dovuta a lavori che non meritano questa qualifica, la quota non assegnata sarà suddivisa nella stessa proporzione tra i secondi e i terzi classificati
* Le decisioni della Giuria saranno riportate con le dovute motivazioni nel verbale conclusivo dell’organismo giudicante.

ART. 11 – DIFFUSIONE DEL REGOLAMENTO, ESITO E PREMIAZIONE DEL CONCORSO
Il regolamento è pubblicato sui siti del Circolo della Stampa di Pordenone, dell'Ordine dei giornalisti e di Assostampa nazionali, del Friuli Venezia Giulia e di altre regioni italiane, della Bcc Pordenonese, della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, di Confartigianato Pordenone e su eventuali altri siti web.
L’esito del concorso (esclusivamente quello personale, senza indicare la classificazione) sarà comunicato in forma riservata ai vincitori, in vista del giorno della premiazione.
L’esito ufficiale con le graduatorie e i premi sarà reso noto soltanto in forma pubblica, durante la cerimonia conclusiva.
La data e il luogo della premiazione saranno comunicati ai partecipanti e al pubblico entro la prima decade di ottobre 2018.

ART. 12 - ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO
La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale e incondizionata del presente regolamento, in tutti i suoi articoli e relative declinazioni.
Partecipando al concorso, i giornalisti danno il proprio pieno consenso al trattamento dei loro dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e infatti allegano, pena l’esclusione, la liberatoria come indicato all’art.7 del presente regolamento.

ART. 13 - INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ogni partecipante esprime, ai sensi della Legge 675/96 e del D.L.196/03 , il consenso al trattamento e alla comunicazione dei propri dati personali, nei limiti e per le finalità del Concorso.
I dati personali vengono registrati e ulteriormente elaborati nella misura necessaria per gestire la partecipazione dei candidati al presente concorso.
È garantito il rispetto del regolamento (CE) n. 45/2001 concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonché la libera circolazione di tali dati.
I dati personali vengono registrati e conservati fintanto che abbiano una loro utilità nella gestione delle varie attività che la partecipazione al concorso comporta.
Responsabile del trattamento dati è Pietro Gaspardo, Vicepresidente del Circolo della Stampa di Pordenone.

ART. 14 - SEGRETERIA ORGANIZZATIVA DEL CONCORSO
La segreteria organizzativa del concorso è il Circolo della Stampa di Pordenone, con sede c/o ProPordenone, Viale Cossetti 20, 33170 Pordenone.
Le persone facenti parte di questa segreteria hanno il compito di ricevere, catalogare e consegnare alla Giuria i lavori presentati e i relativi allegati.
I lavori presentati a concorso tramite mezzo elettronico devono essere inviati al seguente indirizzo e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Compete soltanto alla Giuria, quale organo responsabile della correttezza della procedura concorsuale, decretare l’esclusione dal concorso di eventuali partecipanti o lavori per mancanza di requisiti (articoli 4 e 6 del presente regolamento), per incompatibilità (art. 5 del presente regolamento) o per mancato rispetto delle modalità di partecipazione, richieste dal regolamento del concorso (art. 7 del presente regolamento).
Pertanto, la Giuria si riserva il diritto di effettuare (o di delegare la segreteria organizzativa a effettuare) verifiche sui requisiti o sulla compatibilità dei partecipanti: ciò avverrà in modalità che garantiscono il rispetto della privacy.
La segreteria del concorso è a disposizione per eventuali chiarimenti e informazioni, telefonicamente ai numeri 3332592294 (Pietro Angelillo), 3405456161 (Pietro Gaspardo); via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure in forma scritta a mezzo posta, all’indirizzo della sede del Circolo della Stampa di Pordenone.


Il Circolo della Stampa
di Pordenone       


n.b. - Il modulo/scheda per la partecipazione al concorso

è reperibile nel sito Internet del Circolo della Stampa di

Pordenone all'indirizzo: www.stampa-pordenone.it 

oppure cliccando sul seguente LINK

 

 

 

IN BREVE

CONVENZIONE PER SERVIZI FISCALI PER ISCRITTI ASSOSTAMPA FVG

Il sindacato regionale ha sottoscritto un accordo vantaggioso con le Acli, che ha uffici nelle quattro province. L’Assostampa Fvg ha sottoscritto una convenzione con l’Acli Service di Trieste/Gorizia, Udine e Pordenone per la compilazione delle dichiarazioni dei redditi e più in generale per servizi e consulenze fiscali. La convenzione - riservata agli iscritti in regola con la quota associativa e ai loro familiari - si aggiunge ai tanti servizi e alle numerose convenzioni già esistenti (vedi sito www.assostampafvg.it) e risponde alle richieste e alle esigenze di molti colleghi, che potranno ora accedere ai servizi di consulenza fiscale con tariffe molto vantaggiose, garantiti da una struttura di livello nazionale di consolidata competenza ed esperienza. (leggi tutto)

QUOTE ALBO 2019
La quota Albo per il 2019 è di euro 120 (130 per l'elenco speciale). Per i pagamenti effettuati dopo il 31 gennaio si applica, a termini di legge, una mora del 10%.
I giornalisti professionisti e pubblicisti che possono autocertificare di essere titolari di pensione di vecchiaia o invalidità pagheranno metà quota (modulo scaricabile sul nostro sito o disponibile nei nostri uffici). E' possibile effettuare un bonifico bancario da intestare a Ordine dei giornalisti FVG indicando sempre cognome e nome dell'iscritto/a. Questo l'IBAN: IT 78 R 02008 02230 000103129568 - I versamenti potranno anche essere effettuati a: - Trieste in Corso Italia 13 (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13), telefono 040/3728586; - Udine negli uffici di via Manin 18 (presso la Società Filologica Friulana) dalle 10 alle 12, da lunedì a venerdì, telefono 0432/508384; - Pordenone presso la "Propordenone" in Viale Cossetti 20/A, 10-12 (lunedì/venerdì), telefono 0434/1777805

COMUNICAZIONE AGLI ISCRITTI
Si invitano gli iscritti a comunicare, via email a info@odg.fvg.it, le variazioni di residenza, posta elettronica e recapiti telefonici per poter aggiornare la scheda personale e trasmettere i dati esatti alla piattaforma Sigef per la formazione.

RINNOVATA LA CONVENZIONE PER SERVIZI DI TRASPORTO
Rinnovata la convenzione tra l'Ordine regionale dei giornalisti Fvg e la S.L.A.I. (Servizi Logistici agli Istituti s.n.c.) relativamente al trasporto con navetta da/per gli aeroporti di Ronchi dei Legionari, Venezia, Treviso, Udine, Roma e Lubiana e rivolta ai giornalisti regolarmente iscritti al nostro Albo. 
Il testo della nuova convenzione
AGEVOLAZIONI PER GIORNALISTI ALLE PALESTRE CALIFORNIA
Le palestre California di Trieste e provincia offrono ai colleghi, in regola con la quota annuale 2019, delle condizioni particolarmente favorevoli. In particolare, chi si presenta con la tessera dell'Ordine ha diritto all'iscrizione annuale gratuita (normalmente del costo di 30 euro) e pagherà 40 euro (anziché 65) l'abbonamento mensile che da l'accesso alla sala pesi e ai corsi, tranne quelli di arti marziali. La riduzione è personale e non estendibile a terzi o a familiari e permette di frequentare indistintamente le Palestre California di Roiano, San Giovanni, Campi Elisi, Viale D'Annunzio e Muggia Porto San Rocco. L'offerta è valida per tutto il 2019.
Per maggiori informazioni https://www.californiapalestre.it/

LE CONVENZIONI STIPULATE DAL CONSIGLIO NAZIONALE
Questo il link dove sono inserite varie convenzioni stipulate dal Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti: http://www.odg.it/category/convenzioni
 

LINK 2