• PRESENTATA LA SETTIMANA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

  • IL PRESIDENTE VERNA AL PREMIO SIMONA CIGANA

  • RIFORMA DELLA PROFESSIONE - APPELLO DEI PRESIDENTI

  • PREVENTIVO INPGI 2020 - LA RELAZIONE DELLA PRESIDENTE

  • PASOLINI E SCIASCIA, GLI ULTIMI ERETICI

  • STAMPA, RACCOLTA PUBBLICITARIA IN FORTE CALO

  • ITALIA ESPORTATRICE ILLEGALE DI ARMI

  • 32 MILIONI DI ITALIANI ON LINE OGNI GIORNO

  • BASTA CON LA STAGIONE DEI TAGLI - MOBILITAZIONE NAZIONALE

VIDEO - SGARBI & IL PORDENONE

FORMAZIONE GIORNALISTI

Casarsa della Delizia (PN), 8 novembre -  Sala Municipale Palazzo Burovich De Zmajevich,  via Risorgimento 2  - Ore 15-18
PASOLINI E SCIASCIA: IL LORO CONFRONTO CON IL POTERE ATTRAVERSO LE OPERE LETTERARIE E GLI ARTICOLI GIORNALISTICI DEI DUE ULTIMI ERETICI
In collaborazione con il Centro Studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia, gli Amici di Sciascia, il Circolo della Stampa di Pordenone e il Comune di Casarsa.
L'incontro è inserito nel convegno internazionale di due giorni a Casarsa, dedicato al confronto delle affinità e delle differenze tra i due celebri intellettuali italiani che hanno fortemente inciso, con il loro pensiero, nella vita culturale e sociale d’Italia, attraverso le loro opere letterarie e i loro interventi giornalistici sui grandi quotidiani.
Relatori: Filippo La Porta (saggista e critico), Ricciarda Ricorda (docente di Letteratura Contemporanea Italiana alla Cà Foscari di Venezia), Giuseppe Traina (saggista, docente Letteratura Italiana all'Università di Catania), Bruno Pischedda (saggista, docente Letteratura Italiana Università di Milano), Andrea Cortellessa (docente di Letteratura Italiana all'Università di Roma 3, saggista), Andrea Crozzoli (critico cinematografico, saggista).
Crediti formativi: 3

Udine, 8 novembre -  Sala Convegni della Fondazione Friuli, via Manin 15  - Ore 16-18
SFIDE DEONTOLOGICHE PER IL CRONISTA POLITICO: ORIENTARSI NEL TEMPO DEI POPULISMI
Incontro organizzato in collaborazione con il Centro Culturale Veritas di Trieste, Novi Glas, UCSI FVG, Vita Cattolica e Articolo 21.
Quali sono le caratteristiche culturali dei populismi per un giornalista politico? Come narrare i nuovi linguaggi identitari? Qual è il rapporto tra deontologia, servizio pubblico, democrazia e nuove frontiere della comunicazione politica? I cambiamenti in corso tra eletti ed elettori nell’era della Rete hanno disintermediato l’uso dei media da parte dei leader politici. Nell’era di internet è in crisi la democrazia rappresentativa? Il corso cercherà di dare risposte a queste e ad altre domande sul lavoro del cronista politico.
Relatore: Padre Francesco Occhetta (gesuita, giornalista professionista della redazione di Vita Cattolica). Moderatrice: Anna Piuzzi (Vita Cattolica).
Crediti formativi: 4 deontologici

Trieste, 13 novembre -  Sala Maggiore della Camera di Commercio della Venezia Giulia, Piazza della Borsa 14 - Ore 17.30-19.30
LA TUTELA DEI MINORI: DALLA CARTA ONU PER I DIRITTI DEL FANCIULLO ALLA CARTA DI TREVISO
In collaborazione con la Commissione diocesana per le Comunicazioni Sociali “San Sergio martire”.
La Convenzione ONU sui Diritti dell'infanzia fu approvata dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989. Indica quali sono gli obblighi degli Stati e della comunità internazionale nei confronti dell'infanzia. Il trentennale dell'approvazione di questo importante documento è l'occasione per riflettere sulla situazione attuale dei minori, su come vengono rappresentati sulla stampa e sui social, sulla Carta di Treviso, che fissa le regole deontologiche per i giornalisti sulla tutela dei minori.
Relatori: mons. Ettore Malnati (Vicario per il Laicato e la Cultura della Diocesi di Trieste), Giuliana Stecchina (Presidente della Commissione diocesana per le Comunicazioni Sociali “San Sergio martire” e giornalista pubblicista), Guido Baggi (Presidente Consiglio di Disciplina Odg Fvg), Natalina Folla (Ricercatrice di Diritto penale Università di Trieste).
Crediti formativi: 4 deontologici

Trieste, 14 novembre - Auditorium Museo Revoltella, via Diaz 27 - Ore 11-13
LA RIVOLUZIONE NEI TRASPORTI CHE DURA DA 150 ANNI: TRIESTE E IL CANALE DI SUEZ. LA STORIA DEL BARONE REVOLTELLA E DEL CANALE DI SUEZ
In collaborazione con l'Agenzia Ansa.
Nel 1858 venne creata la Società del Canale, ancora oggi in attività. Il ruolo del barone triestino Pasquale Revoltella fu fondamentale, tanto che divenne il vice presidente della compagnia, e forse l'opera non si sarebbe realizzata se l'esponente della nascente borghesia non avesse messo a disposizione parte delle sue fortune. Il Canale di Suez, costruito 150 anni fa, rappresenta ancora oggi un itinerario di primaria importanza per il traffico mercantile oceanico. Fin dalle origini questo passaggio marittimo ha assunto grande rilevanza geopolitica e, al tempo stesso, si è dimostrato fondamentali per i trasporti ad alto valore aggiunto.
Relatori: Massimiliano Fedriga (Presidente Regione Fvg), Stefano Casaleggi (Direttore Generale Area Science Park), Cecilia Piccioni (Senior Advisor del Presidente Fincantieri S.p.A, già ambasciatrice d'Italia in Vietnam), Fabrizio Zerbini (Presidente di Trieste Marine Terminal e Presidente del Propeller Club Trieste).
Crediti formativi: 2

Trieste, 14 novembre - Auditorium Museo Revoltella, via Diaz 27 - Ore 15-17
LA RIVOLUZIONE NEI TRASPORTI CHE DURA DA 150 ANNI: TRIESTE E IL CANALE DI SUEZ. GLI ASPETTI ECONOMICI E POLITICI DEL CANALE DI SUEZ
In collaborazione con l'Agenzia Ansa.
Il Canale di Suez, costruito 150 anni fa, rappresenta ancora oggi un itinerario di primaria importanza per il traffico mercantile oceanico. Fin dalle origini questo due passaggio marittimo ha assunto grande rilevanza geopolitica e, al tempo stesso, si è dimostrato fondamentale per i trasporti ad alto valore aggiunto. Il controllo del Canale di Suez tra Mediterraneo e Oceano Indiano non è di poco conto. Significa porsi nel cuore dei giochi politici del globo. Perciò, durante questo secolo e mezzo, gli intrighi, i complotti, le speculazioni, le guerre per Suez non si contano. Anzi, ne scandiscono la vita fin dai tempi di Napoleone Bonaparte.
Relatori: Loretta Napoleoni (economista e saggista), Zeno D'Agostino (Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale), Salvatore Margiotta (Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti).
Crediti formativi: 2
 
Udine, 16 novembre - Sala Conferenze del Messaggero Veneto, viale Palmanova 290 - Ore 9.30-13.30
LA PRIVACY E LA TUTELA DEI SOGGETTI DEBOLI (posti già esauriti)
Organizzato in collaborazione con il Messaggero Veneto.
Scopo dell'incontro è sensibilizzare i giornalisti non soltanto su quanto prevedono leggi e carte deontologiche, ma anche sugli orientamenti in materia dei Collegi di disciplina degli Ordini e della magistratura. Saranno in particolare esaminati i limiti alla trattazione giornalistica sui fatti che coinvolgono i minori, i cittadini con problemi di salute, i casi di suicidio.
Relatori: Omar Monestier (direttore Messaggero Veneto), Giorgio Battaglini (avvocato, specializzato nella protezione dei dati personali, diritto dell'informazione e diritto d'autore), Cristiano Degano (presidente Ordine Giornalisti FVG).
Crediti formativi: 6 deontologici

Pordenone, 18 novembre -  Auditorium della Regione, via Roma 2  - Ore 9-13
PREVENIRE E CONTRASTARE LE MOLESTIE E LE VIOLENZE DI GENERE NEI LUOGHI DI LAVORO: METODI, STRUMENTI E SOGGETTI. L’ESPERIENZA PILOTA DEL PORDENONESE
Incontro organizzato con Consiglio di Parità di area vasta di Pordenone, Inail Ud ON, Ispettorato Territoriale del Lavoro Ud-Pn, Cgil, Cisl, Uil, Azienda per l'Assistenza Sanitaria n°5 Friuli Occidentale.
Focus sul ruolo dell'informazione nel campo delle molestie di genere in campo lavorativo. Come informare i lavoratori, la prassi comunicativa e il ruolo dei giornalisti come partner di una rete.
Relatori: Chiara Cristini (presidente Carta di Pordenone, consigliera Pari Opportunità area pordenonese), Roberta Nunin (ordinaria di Diritto del Lavoro all'Università di Trieste e consigliera regionale di parità per il FVG), Michele Minuzzo (Risk Manager dell'Azienda per l'Assistenza Sanitaria n°5 Friuli Occidentale), Paola della Molle (consigliera nazionale Ordine dei Giornalisti, esperta in tematiche di genere).
Crediti formativi: 4

Udine, 18 novembre -  Sala Convegni della Società Filologica Friulana,  via Manin 18  - Ore 17-19
VALORI, ETICA E STORIA, DALLE RADICI DELLA COOPERAZIONE FRIULANA AL MONDO DI OGGI
Organizzato da Coonfcooperative di Udine.
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di far conoscere la storia della cooperazione regionale, gli uomini e le donne che ne sono stati protagonisti, sottolineandone i valori fondativi da essi proposti e sostenuti. Una storia che non si può dimenticare, che ha attraversato due guerre mondiali e che, ancora oggi, è assai presente e visibile nel tessuto sociale ed economico della comunità friulana.
Relatori: Sergio Gatti (direttore Generale Federcasse, Vicepresidente del Comitato Scientifico e Organizzatore delle Settimane Sociali dei Cattolici), Luca Grion (docente di Filosofia Morale all'Università di Udine), Paolo Braida (già presidente dell'Associazione Cooperative Friulane). Moderatore: Paolo Mosanghini (vicedirettore Messaggero Veneto).
Crediti formativi: 2

Trieste, 18 novembre -  Sala Cappella della casa del Comandante ex Ospedale Militare - Università di Trieste , via Fabio Severo 40 - Ore 17-19
COME FOTOGRAFI, EDITOR E GIORNALISTI POSSONO TUTELARE IL LORO LAVORO INTELLETTUALE: LA FOTOGRAFIA
Incontro inserito nella sesta edizione del Festival Fotografia Zero Pixel  - Eureka! In collaborazione con Contamination Lab Trieste.
Il Diritto d’autore in fotografia. La tutela della propria attività intellettuale è un aspetto prioritario per qualunque operatore. Ancora prima di "creare" occorre munirsi di strumenti idonei alla protezione delle opere, dalle idee al prodotti finale. Nel corso dell'incontro si esaminerà la legislazione attuale (con riferimento non solo alla fotografia ma anche alla scrittura e all'editoria giornalistica) e si indicheranno le possibili soluzioni e criticità.
Relatori: Cristiano Degano (Presidente Ordine Giornalisti del FVG), Massimo Stefanutti (Avvocato, esperto nel campo del diritto della fotografia e della proprietà intellettuale).
Crediti formativi: 4 deontologici

Trieste, 22 novembre - Budinic Lecture Hall del Leonardo da Vinci Building dell'ICTP, Strada Costiera 11 - Ore 9.30-12.30
DALLA FISICA DEI TERREMOTI ALLA PREVENZIONE DEL RISCHIO SISMICO
In collaborazione con il Centro internazionale di fisica teorica Abdus Salam (ICTP) di Trieste.
Le tragiche vicende degli ultimi anni legate agli eventi sismici che hanno devastato il centro Italia mostrano, se mai ce ne fosse stato bisogno, il ruolo cruciale della comunicazione sia in situazioni d’emergenza, sia sul lungo periodo. I terremoti rappresentano una complessa zona d’intersezione fra nozioni scientifiche, percezione pubblica del rischio e strategie di prevenzione, non sempre facile da raccontare per i giornalisti. Questo workshop permetterà di approfondire principi e pratiche per una comunicazione efficace e responsabile sui terremoti a partire dai concetti scientifici più consolidati riguardanti la fisica degli eventi sismici.
Relatore: Karim Aoudia (laurea in ingegneria, PhD in Sismologia, coordinatore del gruppo di ricerca in Geofisica della Terra solida all'ICTP).
Crediti formativi: 3

Trieste, 22 novembre -  Aula Magna "R. L. Montalcini" - Ospedale di Cattinara, Strada di Fiume 447 - Ore 9-14
LA SFIDA DELL'INNOVAZIONE IN SANITÀ
Organizzato da Federsanità Anci Fvg
L’Intelligenza Artificiale (IA) è divenuta uno strumento pervasivo e versatile che trova ormai applicazioni non solo nei settori ad alta tecnologia, ma anche nella vita quotidiana. Così anche in campo medico l’IA si sta affermando come tecnologia disponibile e promettente in molti settori.
Relatori: Carlo Grilli (Assessore Politiche sociali Comune di Trieste Referente Disabilità Commissione Welfare ANCI nazionale), Antonio Poggiana (Commissario Straordinario Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste - ASUITS), Roberto Di Lenarda (Magnifico Rettore Università degli Studi di Trieste), Cristiano Degano (Presidente Ordine Giornalisti del Friuli Venezia Giulia), Riccardo Riccardi (Vice Presidente e Assessore regionale alla Salute, Politiche sociali e Disabilità - Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia), Daniele Cerrato (Presidente CASAGIT), Giuseppe Napoli (Presidente - Federsanità ANCI FVG), Francesco Gabbrielli (Direttore Centro nazionale per la Telemedicina e le nuove Tecnologie Aassistenziali - Istituto Superiore di Sanità), Silvio Brusaferro (Presidente Istituto Superiore Sanità), Gianna Zamaro (Vice Direttore centrale salute, politiche sociali e disabilità Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia), Luisa Poclen (Referente politiche UE salute e invecchiamento attivo, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Servizio relazioni internazionali e programmazione europea, Ufficio di Bruxelles), Lucilla Frattura (Responsabile del Centro collaboratore italiano dell'OMS per la Famiglia delle classificazioni internazionali, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia), Michele Franz (Centro Regionale di Informazione sulle Barriere Architettoniche del Friuli Venezia Giulia - CRIBA FVG), Gianluca Quaglio (DG Servizi per la Ricerca del Parlamento europeo), Stefano Fantoni (Champion ESOF 2020 Trieste e Presidente Fondazione Internazionale Trieste).
Crediti formativi: 5

Trieste, 22 novembre - Aula Magna "R. L. Montalcini" - Ospedale di Cattinara, Strada di Fiume 447 - Ore 14.30-17.30
ACCESSIBILITÀ PER TUTTI. INNOVAZIONI TECNOLOGICHE PER L’ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA SENZA BARRIERE E SENZA CONFINI
Organizzato da Federsanità Anci Fvg
La prospettiva è quella di favorire la creazione di tecnologie, hardware e software, che garantiscano uno sviluppo scientifico ed industriale secondo il principio fondamentale della “piena accessibilità per tutti” - Accessibility for All, da cui deriva l’impegno prioritario per l’integrazione tra i diversi sistemi,a partire da quelli sanitario, socio-sanitario, assistenziale e sociale,ma non solo. Si tratta, quindi, di promuovere una nuova mentalità rivolta al superamento delle attuali “barriere”, settoriali e culturali, anche incentivando il mondo della ricerca e dell’industria per progettare hardware e software ad uso di tutti, quale investimento fondamentale per il benessere generale della società.
Relatori: Antonio Poggiana (Commissario straordinario Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di di Trieste - ASUITS), Vincenzo Zoccano (già Vice Ministro alla Famiglia e Disabilità), Mara Pellizzari (Vice Commissario Straordinario per l’Area sociosanitaria), Hubert Perfler (Presidente ASP “Istituto Regionale per i Ciechi Rittmeyer” Trieste), Aldo Pahor (Presidente ASP ITIS Trieste), Francesca Tosolini (Commissario straordinario IRCCS “Burlo Garofolo” Trieste), Guido Reni (Responsabile area ricerca tecnologie applicate IRCCS “E.Medea La Nostra Famiglia), Susanna Ferrari (Presidente Consorzio Isontino Servizi Integrati CISI), Mario Brancati (Presidente Consulta regionale Associazioni Disabili e loro Famiglie), Sandro Dal Molin (Presidente Comunità “PierGiorgio onlus” Udine), Giovanni De Piero (Presidente “Progetto Spilimbergo”), Michela Flaborea (Presidente TeleVita S.p.A.), Cristiano Degano (Presidente Ordine Giornalisti Friuli Venezia Giulia), Luigi Bertinato (Clinical Governance ISS - Istituto Superiore Sanità), Riccardo Riccardi (Vice Presidente e Assessore alla Salute, Politiche sociali e Disabilità, Regione Friuli Venezia Giulia).
Crediti formativi: 3

Pordenone, 23 novembre -  Auditorium B del Liceo Michelangelo Grigoletti, via Interna 12  - Ore 10-12
MASCHILE E FEMMINILE. NUTRIRE IL RISPETTO. IL COMPITO DI EDUCATORI, GIORNALISTI, FAMIGLIE
Organizzato in collaborazione con Circolo della Stampa di Pordenone, Comune di Pordenone, Coordinamento donne della federazione nazionale pensionati della Cisl di Pordenone, Istituti scolastici superiori di Pordenone, Carta Pordenone, Voce Donna.
L’evento, promosso nell’ambito della 10ª edizione del concorso giornalistico “Premio Simona Cigana” e in occasione della Giornata mondiale contro la violenze sulle donne, intende proporre una riflessione sui femminicidi e sulle violenze contro la persona, sostenendo che solo la cultura del rispetto reciproco può contrastare questo fenomeni. Il compito della famiglia, della scuola, dell’informazione, delle istituzioni.
Relatori: Pietro Angelillo (presidente Circolo della Stampa di Pordenone), Giovanna Barbieri (coordinatrice del gruppo donne della Federazione pensionati Cisl di Pordenone), Nadia Sinicco (psichiatra e psicoterapeuta), Flavia Coral (insegnante al Liceo “Gregoletti” di Pordenone).
Crediti formativi: 2

Trieste, 27 novembre - Sala “Alessi” del Circolo della Stampa, Corso Italia 13 - Ore 17-19
BAMBINI: IL DIRITTO DI ESSERE. COME STANNO I PIÙ PICCOLI NEL MONDO A 30 ANNI DALLA CONVENZIONE INTERNAZIONALE SUI DIRITTI DELL'INFANZIA E DELL'ADOLESCENZA E COME NE PARLANO I NOSTRI GIORNALI A QUASI 30 ANNI DALLA CARTA DI TREVISO
In collaborazione con Circolo della Stampa di Trieste, Assostampa e Articolo 21 Fvg
L'analisi della Carta di Treviso e dalla Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza sarà l'occasione per una riflessione sulla situazione dei bambini nel mondo e sullo scarso spazio e la scarsa attenzione che bambini e adolescenti hanno nell’agenda politica e nelle nostre testate.
Relatori: Andrea Iacomini (portavoce Unicef Italia), Cristiano Degano (Presidente Odg FVG), Fabiana Martini (giornalista, coordinatrice di Articolo 21 FVG).
Crediti formativi: 4 deontologici

Gorizia, 3 dicembre - Polo Universitario di Gorizia, via Alviano 18 - Ore 10-13
LA SICUREZZA ALIMENTARE NELL'UNIONE EUROPEA
In collaborazione con l'Università degli Studi di Trieste, Comune di Gorizia, Fondazione Carigo e l’Associazione degli Avvocati amministrativisti del FVG.  Nell'ambito del progetto “Environmental Sustainability in Europe: a socio-legal perspective - EnSuEu” co-finanziato dall’Unione europea.
L'incontro è finalizzato a comprendere come si struttura il sistema di controllo volto a garantire la sicurezza alimentare, analizzando i concetti fondamentali che riguardano la security e la safety alimentare. Attenzione particolare verrà posta sulla normativa di settore sviluppatasi a livello nazionale. Verranno analizzati anche alcuni dei casi più eclatanti legati alla violazione delle norme di sicurezza alimentare e all'uso e alla commercializzazione dei pesticidi in ambito nazionale e europeo.
Relatori: Pierluigi Barbieri (prof. associato di Chimica dell’Ambiente nell’Università degli Studi di Trieste), Marco Binaglia (Scientific Officer European Food Security Agency), Sara De Vido (prof.ssa associata di Diritto internazionale nell’Università Ca’ Foscari di Venezia), Simone Arnaldi (ricercatore di Sociologia generale nell’Università degli Studi di Trieste), Roberto Fusco (avvocato del Foro di Trieste), Alexandra Anca David (dottoranda di Diritto internazionale nell’Università Ca’ Foscari di Venezia).
Crediti formativi: 3

Trieste, 12 dicembre - Sala “Alessi” del Circolo della Stampa, Corso Italia 13 - Ore 10-13
RICERCA DATI E VISUALIZZAZIONI DI DATI CON GLI STRUMENTI DI GOOGLE
Organizzato in collaborazione con Google NewsLab.
Il workshop è dedicato ad approfondire strumenti e tecniche per la ricerca e la raccolta dei dati e la creazione di data visualizzazioni. Gli strumenti che verranno analizzati saranno Trends, Public Data Explorer, Flourish, Gif Maker.
Relatrice: Clara Attene (formatrice di Google NewsLab, Tutor all'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino).
Crediti formativi: 3

Udine, 13 dicembre - Sala "Valduga" della Camera di Commercio di Udine, piazza Venerio 8 - Ore 10-13
STORYTELLING CON LE MAPPE
Organizzato in collaborazione con Google NewsLab.
Dal racconto delle breaking news fino ai reportage e ai pezzi di approfondimento, questo workshop spiega come sfruttare al meglio Google Maps ed Earth per verificare informazioni, aggiungere mappe agli articoli sia per l’edizione stampata sia per l’online e il video. L’utilizzo di questi strumenti sarà illustrato anche tramite esempi da utilizzare come spunti per il proprio lavoro. Gli strumenti analizzati saranno Earth, My Maps, StreetView.
Relatrice: Clara Attene (formatrice di Google NewsLab, Tutor all'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino).
Crediti formativi: 3

Pordenone, 16 dicembre -  Sala "Degan" della Biblioteca Civica di Pordenone, piazzale XX settembre - Ore 10-13
STRUMENTI PER LA RICERCA E LA VERIFICA DI INFORMAZIONI
Organizzato in collaborazione con Google NewsLab e con il Circolo della Stampa di Pordenone.
Questo workshop si concentra sull’utilizzo degli strumenti di ricerca di Google, l’uso di Google Trends, della Ricerca inversa di immagini, Street View e Google Earth per la verifica di informazioni. Gli strumenti analizzati saranno: Ricerca avanzata, Scholar, Ricerca Immagini, Trends, Traduttore, YouTube, Street View, Earth.
Relatrice: Clara Attene (formatrice di Google NewsLab, Tutor all'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino).
Crediti formativi: 3

Udine, 18 dicembre - Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4 - ore 17.30-19.30
LA STAMPA E LE SUE DERIVE. LA LIBERTÀ DI PAROLA A PARTIRE DALLO SPETTACOLO “L’ONORE PERDUTO DI KATARINA BLUM"
In collaborazione con il Teatro Nuovo Giovanni da Udine.
La libertà di parola è un valore fondante della società moderna: quali sono i confini del suo potere quando chi la esercita ha responsabilità di informazione pubblica? Nel corso dell’incontro si approfondirà come uno spettacolo teatrale può esprimere, con i linguaggi della scena, un argomento di estrema attualità.
Incontro con il regista Franco Però e la Compagnia dello spettacolo "L’onore perduto di Katharina Blum”. Partecipano Cristiano Degano (Presidente Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia) e Luana de Francisco (giornalista di cronaca giudiziaria del Messaggero Veneto, Segretaria del Consiglio di disciplina dell'Odg Fvg).
Crediti formativi: 2

Tutti gli eventi proposti sono inseriti sulla piattaforma Sigef - Questo il link per procedere con le prenotazioni: https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/
Gli iscritti possono visionare sul sito del Consiglio nazionale il nuovo regolamento sulla Formazione Professionale Continua in vigore dal 31 maggio 2016 - Questo il link: https://www.odg.it/wp-content/uploads/2018/07/2016.05.31_B.U.-n.-10.pdf
Si consiglia ai colleghi, soprattutto a quanti si iscrivono ad un corso con largo anticipo, di verificare un paio di giorni prima sulla Piattaforma Sigef eventuali cambi di sede o di orario del corso stesso. In alcuni casi, infatti, l'improvvisa indisponibilità di una sala, o l'alto numero di iscritti e di colleghi in lista d'attesa per l'evento formativo, impongono un cambio della location rispetto alle indicazioni iniziali.

ATTENZIONE - TESTO PROVVISORIO

Bando di concorso


In ricordo di Simona Cigana, giornalista pordenonese emergente, strappata in giovane età a un futuro già ricco di impegni sociali e professionali nel settore dell’informazione,

il Circolo della Stampa di Pordenone


con il sostegno di

Famiglia Cigana

Banca di Credito Cooperativo Pordenonese

Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia

Confartigianato Pordenone

con il patrocinio di

Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia

Assostampa del Friuli Venezia Giulia

Unione Stampa Sportiva del Friuli Venezia Giulia

Regione Friuli Venezia Giulia

Provincia di Pordenone, Comuni di Pordenone, Aviano, Udine, Gorizia, Trieste

Coltivatori Diretti Pordenonme, Domovip Italia

con l’adesione di

Comitato Olimpico Nazionale del Friuli Venezia Giulia

 

indìce la 9ª edizione del Concorso giornalistico nazionale 

annuale-multimediale-multilingue “Premio Simona Cigana”

 

Finalità dell’iniziativa è incentivare la corretta informazione giornalistica e l’impegno professionale dei giornalisti italiani, soprattutto quelli delle giovani generazioni.
I lavori ammessi al concorso dovranno trattare argomenti legati al Friuli Venezia Giulia, su testate giornalistiche italiane ed estere.
I lavori ammessi possono essere realizzati in lingua italiana o in una delle tre lingue minoritarie (friulano, sloveno, tedesco) tutelate dalla Regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia.
Sono ammessi esclusivamente i lavori pubblicati tra il 1° luglio 2017 e il 30 giugno 2018, su quotidiani e periodici della carta stampata, della radio, della televisione e on line regolarmente iscritti agli organismi ufficiali previsti dalla legislazione nazionale.

Il Premio si articola in 3 categorie:
> Giornalismo d’Inchiesta, per i migliori articoli/servizi:
1° qualificato € 2.400,00 – 2° qualificato € 1.100,00
> Giornalismo sportivo (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi:
1° qualificato € 1.200,00 – 2° qualificato € 800,00
> Giornalismo economico (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi sull’Artigianato:
1° classificato € 1.000,00 – 2° classificato € 500,00.

Nel caso in cui il primo e/o il secondo premio sia assegnato ex aequo, la singola quota viene suddivisa in parti uguali tra gli aventi diritto.
In caso di non assegnazione del 1° Premio, dovuta a lavori che non meritano questa qualifica, la quota non assegnata sarà suddivisa nella stessa proporzione tra i secondi e i terzi classificati.
È prevista la “Segnalazione speciale” per i migliori testi non vincitori.
È prevista la “Menzione speciale fuori concorso” per le produzioni di particolare efficacia presentate fuori concorso o comunque non conformi alle clausole del Bando-Regolamento.
Ai vincitori e ai segnalati saranno consegnati diplomi di merito. Ai migliori segnalati andranno Targhe messe a disposizione da sponsor e da sostenitori.

Puntualizzazioni
< I lavori dovranno essere spediti entro il 10 luglio 2016) nelle modalità previste dal Regolamento del concorso.
< La composizione della Giuria, i criteri di valutazione e tutti gli altri aspetti legati a lavori, partecipanti, incompatibilità, privacy e modalità di partecipazione sono riportati nel Regolamento del concorso.
< Il Bando-Regolamento del concorso è disponibile sul sito del Circolo della Stampa di Pordenone, negli uffici e nei siti web dell'Ordine dei giornalisti e di Assostampa nazionali, del Friuli Venezia Giulia e di altre regioni italiane, sui siti della Banca di Credito Cooperativo Pordenonese e della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia. Sarà anche diramato in face book e in altri Social network da parte di operatori che chiederanno di farlo rispettando l’integrità del testo.

 

Regolamento del concorso

 

ART. 1 – SOGGETTO ORGANIZZATORE DEL CONCORSO, CONTRIBUTI E PATROCINI
Ideatore e organizzatore del Concorso è il Circolo della Stampa di Pordenone, soggetto di diritto privato costituito nel 1967 in Associazione senza fini di lucro. Contribuiscono a finanziare il Concorso la Famiglia Cigana, la Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, la Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, l’associazione tra le piccole e le medie imprese artigiane Confartigianato Pordenone. Patrocinano il concorso l'Ordine dei Giornalisti, l'Assostampa del Friuli Venezia Giulia, l’Ussi FVG (Unione Stampa Sportiva del Friuli Venezia Giulia), la Regione Friuli Venezia Giulia, la Provincia di Pordenone, i Comuni di Pordenone, Aviano, Udine, Gorizia, Trieste, la Federazione Coldiretti Pordenone, Domovip Italia. Accorda la sua adesione il Coni del Friuli Venezia Giulia.

ART. 2 - OGGETTO DEL CONCORSO
Il concorso ha come oggetto l’individuazione:
1) dei migliori articoli/servizi di giornalismo d’inchiesta multimediale,
2) dei migliori articoli/servizi di giornalismo sportivo multimediale,
3) dei migliori articoli/servizi di giornalismo economico multimediale dedicati all’artigianato,
pubblicati tra il 1° luglio dell'anno precedente e il 30 giugno dell'anno della proclamazione dei vincitori.

ART. 3 – CARATTERISTICHE E DESTINATARI DEL CONCORSO
Il concorso si articola in 3 diverse categorie, Giornalismo d’inchiesta, giornalismo Sportivo, Giornalismo economico dedicato all’Artigianato ed è rivolto a tutti i giornalisti, con particolare riferimento a quelli delle giovani generazioni.

ART. 4 – REQUISITI DEI PARTECIPANTI
Pena esclusione, possono partecipare al Concorso solo giornalisti professionisti o pubblicisti, regolarmente iscritti all’ Ordine dei Giornalisti, di qualsiasi regione italiana, con i seguenti requisiti:
aver compiuto il 18° anno di età;
essere dipendenti o collaboratori riconosciuti delle testate giornalistiche.

ART. 5 - INCOMPATIBILITÀ
Sono esclusi dalla partecipazione al Concorso i giornalisti impegnati nella sua organizzazione e in particolare nella Giuria e nella segreteria organizzativa del concorso.

ART. 6 – CARATTERISTICHE DEI LAVORI
Pena esclusione dal Concorso, sono ammessi i lavori (articoli, servizi, ecc.) che presentano contemporaneamente tutte le seguenti caratteristiche:
Redatti in italiano oppure in sloveno, tedesco, friulano (lingue tutelate dalla Regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia), purché accompagnati da traduzione in italiano;
Argomenti relativi al Friuli Venezia Giulia e ai rapporti di altri territori (nazionali o esteri) con il Friuli Venezia Giulia;
Pubblicati su un qualsiasi media italiano o straniero (quotidiani, settimanali, mensili o con altre periodicità, testate tecniche o professionali, riviste, radio, tv), anche on line. Tutte le testate devono essere regolarmente registrate;
Pubblicati a firma del giornalista che partecipa al concorso;
Pubblicati nel periodo tra il 1° luglio 2017 e il 30 giugno 2018;
Lunghezza di almeno 2.500 battute, spazi inclusi.
> I partecipanti si assumono ogni responsabilità sui contenuti e sull’autenticità e proprietà dei lavori presentati.
> È cura dei partecipanti verificare e ottenere le necessarie autorizzazioni all’utilizzo dei lavori presentati, così come tutte le questioni legate al copyright o ai diritti di riproduzione dell’articolo e/o servizio presentato al concorso.
> Il consenso dell'autore all'utilizzo del materiale presentato deve essere espresso con apposita dichiarazione firmata e allegata.

ART. 7 – MODALITÀ E TERMINI DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione al concorso è gratuita e può avvenire esclusivamente a titolo individuale, non in forma di gruppo.
Ogni concorrente può partecipare con un solo lavoro (articolo/servizio).
7.1 Lavori testuali
Pena esclusione dal concorso, il lavoro deve essere presentato in forma stampata su carta (pagina/e del giornale dove risultino visibili nome della testata e data) oppure in formato digitale compatibile con almeno uno dei principali software utilizzati nel mercato nazionale (es: pdf, jpg, word o altro formato di testo). Nel caso di formato digitale, il lavoro dovrà essere presentato su supporto digitale quale cd, cdrom, dvd, chiavette o altre forme di memoria usb.
7.2 Lavori radiofonici
< Pena esclusione dal concorso, il lavoro radiofonico deve essere presentato in formato WAV, AIFF, WMA, MP3 o Quicktime su supporto multimediale leggibile dai principali dispositivi di lettura utilizzati nel mercato nazionale. Il lavoro radiofonico deve essere accompagnato dal testo del servizio o da un riassunto/copione del servizio, nei formati indicati alla voce Lavori testuali del presente articolo.
7.3 Lavori video/televisivi
< Pena esclusione dal concorso, il lavoro realizzato in formato video/televisivo deve essere presentato nei formati AVI, MPEG o QUicktime. Il lavoro video/televisivo deve essere accompagnato dal testo del servizio o da un riassunto/copione del servizio, nei formati indicati alla voce Lavori testuali del presente articolo.
< Pena esclusione dal concorso, il lavoro va accompagnato anche dai seguenti documenti:
7.4 Scheda personale
Il lavoro va accompagnato da una scheda personale (facsimile n. 1 allegato) del giornalista che partecipa al concorso; la scheda deve contenere:
> nome, cognome e codice fiscale;
> data e luogo di nascita;
> indirizzo completo di residenza;
> recapito telefonico ed eventuale recapito mail (o numero fax);
> breve descrizione autobiografica sulla propria carriera giornalistica (data inizio dell’attività giornalistica, testate/aziende con le quali si collabora, ecc.);
> indicazione della categoria del concorso per la quale si presenta il lavoro (non vincolante per la Giuria).
7.5 Domanda di partecipazione e liberatoria privacy
Il lavoro va accompagnato dalla domanda di partecipazione comprensiva di liberatoria per il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 debitamente controfirmata, utilizzando l’allegato facsimile numero 2.
7.6 Iscrizione all’Ordine dei Giornalisti e documento di identità valido
Il lavoro va accompagnato da una fotocopia (o scansione) della tessera d’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti (o in alternativa autodichiarazione della propria iscrizione all’Ordine ai sensi di legge) e fotocopia (o scansione) di un documento d’identità valido.
7.7 Dichiarazione assenza copyright e utilizzo lavori
Il lavoro va accompagnato da una dichiarazione, firmata, di assenza di vincoli di copyright e di consenso all'utilizzo del lavoro presentato (art. 6 del presente regolamento).
7.8 Prova di avvenuta pubblicazione.
Il lavoro va accompagnato da una prova dell'avvenuta pubblicazione che può essere copia, fotocopia o scansione della pagina del giornale riportante l'articolo/servizio firmato, in cui sono visibili nome della testata e data di pubblicazione; oppure dichiarazione-impegnativa del direttore della Testata contenente gli estremi dell'articolo, il nome dell'autore, il titolo della testata e la data di pubblicazione (anche per pubblicazione on line), eventuale indicazione della trasmissione radio o televisiva nel corso della quale è avvenuta la pubblicazione (data e ora).
7.9 Traduzione in italiano
Per i lavori testuali e audio-visivi nelle lingue tedesca, slovena o friulana, è necessario allegare, pena esclusione dal concorso, una traduzione testuale in lingua italiana (art. 6 del presente regolamento).
7.10 Modalità d’invio
Lavoro, scheda personale e allegati (traduzioni, testi o copioni, fotocopie documenti personali, ecc) devono essere spediti tutti assieme:
in una unica busta, mezzo posta (si consiglia raccomandata, con ricevuta di ritorno), indirizzata a Circolo della Stampa di Pordenone, c/o Pro Pordenone Viale Cossetti 20/A – 33170 Pordenone;
oppure
via mail, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando nell’oggetto “Concorso giornalistico annuale Premio Simona Cigana, Edizione 2017-2018” (si consiglia di verificare telefonicamente la corretta e completa ricezione del proprio materiale inviato e richiedere alla segreteria del concorso una mail di risposta con cronologia, per ricevuta).
Una copia integrale del materiale inviato dovrà essere conservata dal partecipante e esibita alla segreteria organizzativa, in caso di richiesta motivata da danneggiamento o perdita del materiale.
7.11 Termine d’iscrizione
Il termine ultimo per l’invio del materiale, pena esclusione dal concorso, è il 10 luglio 2018; per il materiale spedito a mezzo posta farà fede il timbro postale.

ART. 8 – GIURIA E LAVORI DI VALUTAZIONE
La Commissione giudicatrice (Giuria) viene definita dal Consiglio Direttivo del Circolo della Stampa di Pordenone entro il 30 giugno 2018.
È composta dal Consiglio Direttivo del Circolo della Stampa di Pordenone e/o da eventuali altri membri scelti dallo stesso organo direttivo.
Presiede i lavori della Giuria il Presidente del Circolo della Stampa (Pietro Angelillo) o suo delegato.
I criteri di valutazione vengono definiti dalla Giuria e sono comunque ispirati a fattori di utilità e importanza della notizia, capacità investigativa e di approfondimento, obiettività e rispetto dei principi deontologici, ricerca di informazioni, risorse personali, completezza dei dati, qualità espressiva, capacità di catturare e mantenere l’interesse del lettore, originalità.
La valutazione viene effettuata con voto a maggioranza.
La Giuria si riserva il diritto di:
escludere lavori e/o partecipanti che non hanno i requisiti indicati nel presente regolamento;
non assegnare i premi, qualora i lavori presentati non siano ritenuti adeguati allo spirito del concorso;
attribuire la “Segnalazione speciale” per i migliori testi non vincitori;
attribuire la “Menzione speciale” a testi presentati o considerati fuori concorso, nel caso si tratti di opera di valore.
Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile.

ART. 9 – UTILIZZO E RESTITUZIONE DEI LAVORI
L’organizzazione del concorso si riserva il diritto di usare i lavori pervenuti per:
Istituire un apposito Archivio;
Realizzare materiale illustrativo e testuale per la promozione del concorso e delle sue future edizioni, e per iniziative collegate.
Gli organizzatori si impegnano a citare sempre il nome dell’autore, a titolo gratuito da entrambe le parti. Nessun ulteriore diritto economico, fatti salvi i premi indicati all’art. 10 del presente Regolamento, viene riconosciuto ai partecipanti per l’utilizzo dei lavori presentati.
Tutti i lavori presentati ai fini della partecipazione al concorso non saranno restituiti; i materiali resteranno in possesso esclusivo del Circolo della Stampa di Pordenone.

ART. 10 – PREMI
Saranno assegnati i seguenti premi:
Categoria Giornalismo d’inchiesta
1° Premio - € 2.400,00
2° Premio - € 1.100,00
Categoria Giornalismo sportivo (non necessariamente d’inchiesta)
1° Premio - € 1.200,00
2° Premio - € 800,00
Categoria Giornalismo economico (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi sull’Artigianato
1° Premio - € 1.000,00
2° Premio - € 500,00.
* Nel caso in cui il primo e/o il secondo premio sia assegnato ex aequo, la singola quota viene suddivisa in parti uguali tra gli aventi diritto.
* In caso di non assegnazione del 1° Premio, dovuta a lavori che non meritano questa qualifica, la quota non assegnata sarà suddivisa nella stessa proporzione tra i secondi e i terzi classificati
* Le decisioni della Giuria saranno riportate con le dovute motivazioni nel verbale conclusivo dell’organismo giudicante.

ART. 11 – DIFFUSIONE DEL REGOLAMENTO, ESITO E PREMIAZIONE DEL CONCORSO
Il regolamento è pubblicato sui siti del Circolo della Stampa di Pordenone, dell'Ordine dei giornalisti e di Assostampa nazionali, del Friuli Venezia Giulia e di altre regioni italiane, della Bcc Pordenonese, della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, di Confartigianato Pordenone e su eventuali altri siti web.
L’esito del concorso (esclusivamente quello personale, senza indicare la classificazione) sarà comunicato in forma riservata ai vincitori, in vista del giorno della premiazione.
L’esito ufficiale con le graduatorie e i premi sarà reso noto soltanto in forma pubblica, durante la cerimonia conclusiva.
La data e il luogo della premiazione saranno comunicati ai partecipanti e al pubblico entro la prima decade di ottobre 2018.

ART. 12 - ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO
La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale e incondizionata del presente regolamento, in tutti i suoi articoli e relative declinazioni.
Partecipando al concorso, i giornalisti danno il proprio pieno consenso al trattamento dei loro dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e infatti allegano, pena l’esclusione, la liberatoria come indicato all’art.7 del presente regolamento.

ART. 13 - INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ogni partecipante esprime, ai sensi della Legge 675/96 e del D.L.196/03 , il consenso al trattamento e alla comunicazione dei propri dati personali, nei limiti e per le finalità del Concorso.
I dati personali vengono registrati e ulteriormente elaborati nella misura necessaria per gestire la partecipazione dei candidati al presente concorso.
È garantito il rispetto del regolamento (CE) n. 45/2001 concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonché la libera circolazione di tali dati.
I dati personali vengono registrati e conservati fintanto che abbiano una loro utilità nella gestione delle varie attività che la partecipazione al concorso comporta.
Responsabile del trattamento dati è Pietro Gaspardo, Vicepresidente del Circolo della Stampa di Pordenone.

ART. 14 - SEGRETERIA ORGANIZZATIVA DEL CONCORSO
La segreteria organizzativa del concorso è il Circolo della Stampa di Pordenone, con sede c/o ProPordenone, Viale Cossetti 20, 33170 Pordenone.
Le persone facenti parte di questa segreteria hanno il compito di ricevere, catalogare e consegnare alla Giuria i lavori presentati e i relativi allegati.
I lavori presentati a concorso tramite mezzo elettronico devono essere inviati al seguente indirizzo e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Compete soltanto alla Giuria, quale organo responsabile della correttezza della procedura concorsuale, decretare l’esclusione dal concorso di eventuali partecipanti o lavori per mancanza di requisiti (articoli 4 e 6 del presente regolamento), per incompatibilità (art. 5 del presente regolamento) o per mancato rispetto delle modalità di partecipazione, richieste dal regolamento del concorso (art. 7 del presente regolamento).
Pertanto, la Giuria si riserva il diritto di effettuare (o di delegare la segreteria organizzativa a effettuare) verifiche sui requisiti o sulla compatibilità dei partecipanti: ciò avverrà in modalità che garantiscono il rispetto della privacy.
La segreteria del concorso è a disposizione per eventuali chiarimenti e informazioni, telefonicamente ai numeri 3332592294 (Pietro Angelillo), 3405456161 (Pietro Gaspardo); via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure in forma scritta a mezzo posta, all’indirizzo della sede del Circolo della Stampa di Pordenone.


Il Circolo della Stampa
di Pordenone       


n.b. - Il modulo/scheda per la partecipazione al concorso

è reperibile nel sito Internet del Circolo della Stampa di

Pordenone all'indirizzo: www.stampa-pordenone.it 

oppure cliccando sul seguente LINK

 

 

 

NEWSLETTER

La cerimonia di proclamazione dei vincitori del “Premio Simona Cigana” è stata differita al 10 di conseguenza, è stata spostata anche la comunicazione personale ai finalisti inclusi o meno nell’elenco dei destinatari dei premi nelle singole categorie e che sarà spedita a fine novembre. Le graduatorie concorsuali saranno rese note soltanto nel giorno della premiazione. Lo slittamento della cerimonia è stata determinato dai molteplici impegni del presidente nazionale dell’Ordine, Carlo Verna, che interverrà ad Aviano assieme al presidente regionale Cristiano Degano. Il 10° anniversario del nostro concorso giornalistico merita infatti un’ufficializzazione che doverosamente ci sentivamo di offrire all’evento di chiusura. Nell’occasione sarà anche presentata l’11ª edizione, 2019-2020.

Nel nostro sito

https://www.stampa-pordenone.it/

TUTTI I CORSI DI FORMAZIONE PER GIORNALISTI NELLA REGIONE FVG

BASTA CON LA STAGIONE DEI TAGLI – MOBILITAZIONE NAZIONALE

RIFORMA DELLA PROFESSIONE – APPELLO DEI PRESIDENTI

STAMPA, RACCOLTA PUBBLICITARIA IN FORTE CALO

32 MILIONI DI ITALIANI ON LINE OGNI GIORNO