PREMIO SIMONA CIGANA

FUTURO CONTEMPORANEO - INTRODUZIONE

A causa delle limitazioni dovute alla pandemia di Coronavirus non siamo riusciti a dare vita alla seconda edizione di “Futuro Contemporaneo” che avevamo fissato per i giorni 12, 13 e 14 maggio. Nello stato di incertezza generale che ha portato al rinvio o all’annullamento di tanti eventi pubblici, preferiamo realizzare virtualmente alla nostra iniziativa, riportando gradualmente i concetti principali degli interventi dei relatori e l’auspicabile dibattito (aperto a tutti) che essi genereranno.

LEGGI TUTTO

9ª edizione del Concorso giornalistico nazionale

annuale-multimediale-multilingue “Premio Simona Cigana”

Bando di concorso In ricordo di Simona Cigana, giornalista pordenonese emergente, strappata in giovane età a un futuro già ricco di impegni professionali nel settore dell’informazione,

il Circolo della Stampa di Pordenone, con il sostegno di  Banca di Credito Cooperativo Pordenonese Comune di Aviano Confartigianato Pordenone Famiglia Cigana Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia Sezione pordenonese dell’Anmil (Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro) - con il patrocinio di Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia Assostampa del Friuli Venezia Giulia Unione Stampa Sportiva del Friuli Venezia Giulia Regione Friuli Venezia Giulia Comuni di Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste Coltivatori Diretti Pordenone, Domovip Italia - con l’adesione dComitato Olimpico Nazionale del Friuli Venezia Giulia

indìce

la 9. edizione del Concorso giornalistico nazionale Premio Simona Cigana

Finalità dell’iniziativa è incentivare la corretta informazione giornalistica e l’impegno professionale dei giornalisti italiani, soprattutto quelli delle giovani generazioni.
I lavori ammessi al concorso dovranno trattare argomenti legati al Friuli Venezia Giulia
(anche nel contesto nazionale e internazionale), su testate giornalistiche italiane ed estere.
I lavori ammessi possono essere realizzati in lingua italiana o in una delle tre lingue minoritarie (friulano, sloveno, tedesco) tutelate dalla Regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia.
Sono ammessi esclusivamente i lavori pubblicati tra il 1° luglio 2017 e il 30 giugno 2018, su quotidiani e periodici della carta stampata, della radio, della televisione e on line regolarmente iscritti agli organismi ufficiali previsti dalla legislazione nazionale.

Il Premio si articola in 5 categorie:


Giornalismo d’Inchiesta, per i migliori articoli/servizi: 1° qualificato € 2.400,00 – 2° qualificato € 1.100,00


Giornalismo sportivo (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi: 1° qualificato € 1.200,00 – 2° qualificato € 800,00


Giornalismo economico (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi sull’Artigianato: 1° classificato € 1.000,00 – 2° classificato € 500,00.

Turismo pedemontano. Due premi assoluti: Zona di Aviano (€ 1.000,00); Zona Aviano-Sacile-Caneva-Montereale Valcellina (€ 1.000,00)

Infortuni sul lavoro. Un premio assoluto (l'importo è ancora in definizione e sarà comunicato al più presto nel sito del Circolo e nella pagina Facebook)

Nel caso in cui il primo e/o il secondo premio (se previsti) sia assegnato ex aequo, la singola quota viene suddivisa in parti uguali tra gli aventi diritto.
In caso di non assegnazione del 1° Premio, dovuta a lavori che non meritano questa qualifica, la quota non assegnata sarà suddivisa nella stessa proporzione tra i secondi e i terzi classificati.
È prevista la “Segnalazione speciale” per i migliori testi non vincitori.
È prevista la “Menzione speciale fuori concorso” per le produzioni di particolare efficacia presentate fuori concorso o comunque non conformi alle clausole del Bando-Regolamento.
Ai vincitori e ai segnalati saranno consegnati diplomi di merito. Ai migliori segnalati andranno Targhe messe a disposizione da sponsor e da sostenitori.

Modalità per accedere al concorso:

Iscrizione diretta dell'autore (i lavori dovranno essere spediti entro il 10 luglio 2018 nelle modalità previste dal Regolamento del concorso) su decisione autonoma dello stesso.

Segnalazione del pubblico alla Segreteria del concorso che a sua volta informerà l’autore.

La composizione della Giuria, i criteri di valutazione e tutti gli altri aspetti legati a lavori, partecipanti, incompatibilità, privacy e modalità di partecipazione sono riportati nel Regolamento del concorso. Il Bando-Regolamento del concorso è disponibile sul sito del Circolo della Stampa di Pordenone, negli uffici e nei siti web dell'Ordine dei giornalisti e di Assostampa nazionali, del Friuli Venezia Giulia e di altre regioni italiane, sui siti della Banca di Credito Cooperativo Pordenonese e della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia. Sarà anche diramato in face book e in altri Social network da parte di operatori che chiederanno di farlo rispettando l’integrità del testo.

Regolamento del concorso

ART. 1 – SOGGETTO ORGANIZZATORE DEL CONCORSO, CONTRIBUTI E PATROCINI

Ideatore e organizzatore del Concorso è il Circolo della Stampa di Pordenone, soggetto di diritto privato costituito nel 1967 in Associazione senza fini di lucro. Contribuiscono a finanziare il Concorso, la Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, la Famiglia Cigana, la Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, il Comune di Aviano, la Confartigianato Pordenone (associazione tra le piccole e le medie imprese artigiane), la sezione pordenonese dell’Anmil (Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro).

Patrocinatori del concorso: l'Ordine dei Giornalisti, l'Assostampa del Friuli Venezia Giulia, l’Ussi FVG (Unione Stampa Sportiva del Friuli Venezia Giulia), la Regione Friuli Venezia Giulia, i Comuni di Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste, la Federazione Coldiretti Pordenone, Domovip Italia. Accorda la sua adesione il Coni del Friuli Venezia Giulia.

ART. 2 - OGGETTO DEL CONCORSO
Il concorso ha come oggetto l’individuazione:


dei migliori articoli/servizi di giornalismo d’
inchiesta,


dei migliori articoli/servizi di giornalismo
sportivo,

dei migliori articoli/servizi di giornalismo economico dedicati all’artigianato, al turismo e al grave problema sociale degli infortuni sul lavoro

pubblicati tra il 1° luglio dell'anno precedente e il 30 giugno dell'anno della proclamazione dei vincitori.

ART. 3 – CARATTERISTICHE E DESTINATARI DEL CONCORSO
Il concorso si articola in 5 diverse categorie, Giornalismo d’inchiesta, Giornalismo Sportivo, Giornalismo Economico dedicato all’Artigianato, Giornalismo Turistico, Giornalismo Sociale (argomento: infortuni sul lavoro) ed è rivolto a tutti i giornalisti, con particolare riferimento a quelli delle giovani generazioni.

ART. 4 – REQUISITI DEI PARTECIPANTI
Pena esclusione, possono partecipare al Concorso solo giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti regolarmente iscritti all’Ordine dei Giornalisti, di qualsiasi regione italiana, con i seguenti requisiti:
aver compiuto il 18° anno di età;
essere dipendenti o collaboratori riconosciuti delle testate giornalistiche.

ART. 5 - INCOMPATIBILITÀ
S ono esclusi dalla partecipazione al Concorso i giornalisti impegnati nella sua organizzazione e in particolare nella Giuria e nella segreteria organizzativa del concorso.

ART. 6 – CARATTERISTICHE DEI LAVORI
Pena esclusione dal Concorso, sono ammessi i lavori (articoli, servizi, ecc.) che presentano contemporaneamente tutte le seguenti caratteristiche:
Redatti in italiano oppure in sloveno, tedesco, friulano (lingue tutelate dalla Regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia), purché accompagnati da traduzione in italiano;
Argomenti relativi al Friuli Venezia Giulia e/o ai rapporti di altri territori (nazionali o esteri) con il Friuli Venezia Giulia;
Pubblicati su un qualsiasi media italiano o straniero (quotidiani, settimanali, mensili o con altre periodicità, testate tecniche o professionali, riviste, radio, tv), anche on line. Tutte le testate devono essere regolarmente registrate.
Pubblicati a firma del giornalista che partecipa al concorso;
Pubblicati nel periodo tra il 1° luglio 2017 e il 30 giugno 2018;
Lunghezza di almeno 2.500 battute, spazi inclusi.
I partecipanti si assumono ogni responsabilità sui contenuti e sull’autenticità e proprietà dei lavori presentati.
È cura dei partecipanti verificare e ottenere le necessarie autorizzazioni all’utilizzo dei lavori presentati, così come tutte le questioni legate al copyright o ai diritti di riproduzione dell’articolo e/o servizio presentato al concorso.
Il consenso dell'autore all'utilizzo del materiale presentato deve essere espresso con dichiarazione firmata.

ART. 7 – MODALITÀ E TERMINI DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione al concorso è gratuita e può avvenire esclusivamente a titolo individuale, non in forma di gruppo.
Ogni concorrente può partecipare con un solo lavoro (articolo/servizio).
7.1 Lavori testuali
Pena esclusione dal concorso, il lavoro deve essere presentato in forma stampata su carta (pagina/e del giornale dove risultino visibili nome della testata e data) oppure in formato digitale compatibile con almeno uno dei principali software utilizzati nel mercato nazionale (es: pdf, jpg, word o altro comune formato). Nel caso di formato digitale, il lavoro dovrà essere presentato su supporto quale cd, cdrom, dvd, chiavette. In alternativa dev'essere chiaramente indicato il link web per effettuare il download del lavoro a concorso, completo in tutte le sue parti.
7.2 Lavori radiofonici
Pena esclusione dal concorso, il lavoro radiofonico deve essere presentato in formato comunemente usato e su supporto multimediale leggibile dai principali dispositivi di lettura utilizzati nel mercato nazionale. In alternativa dev'essere chiaramente indicato il link web per effettuare il download del lavoro a concorso, completo in tutte le sue parti. Il lavoro radiofonico deve essere accompagnato dal testo del servizio o da un riassunto/copione del servizio, nei formati indicati alla voce Lavori testuali del presente articolo.
7.3 Lavori video/televisivi/Web
Pena esclusione dal concorso, il lavoro realizzato in formato video/televisivo deve essere presentato nei formati AVI, MPEG o QUicktime. Il lavoro video/televisivo deve essere accompagnato dal testo del servizio o da un riassunto/copione del servizio, nei formati indicati alla voce Lavori testuali del presente articolo. In alternativa dev'essere chiaramente indicato il link web per effettuare il download del lavoro a concorso, completo in tutte le sue parti

Pena esclusione dal concorso, il lavoro va accompagnato anche dai seguenti documenti:


7.4 Scheda personale
Il lavoro va accompagnato da una scheda personale del giornalista che partecipa al concorso; la scheda deve contenere:
nome, cognome e codice fiscale;
data e luogo di nascita;
indirizzo completo di residenza;
recapito telefonico ed eventuale recapito mail (o numero fax);
breve descrizione autobiografica sulla propria carriera giornalistica (data inizio dell’attività giornalistica, testate/aziende con le quali si collabora, ecc.);
indicazione della categoria del concorso per la quale si presenta il lavoro (non vincolante per la Giuria).

7.5 Domanda di partecipazione e liberatoria privacy
Il lavoro va accompagnato dalla domanda di partecipazione comprensiva di liberatoria per il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 debitamente controfirmata, utilizzando l’allegato facsimile numero 2.
7.6
Iscrizione all’Ordine dei Giornalisti e documento di identità valido
Il lavoro va accompagnato da una fotocopia (o scansione) della tessera d’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti (o in alternativa autodichiarazione della propria iscrizione all’Ordine ai sensi di legge) e fotocopia (o scansione) di un documento d’identità valido.

7.7 Dichiarazione assenza copyright e utilizzo lavori
Il lavoro va accompagnato da una dichiarazione, firmata, di assenza di vincoli di copyright e di consenso all'utilizzo del lavoro presentato (art. 6 del presente regolamento).
7.8 Prova di avvenuta pubblicazione.
Il lavoro va accompagnato da una prova dell'avvenuta pubblicazione che può essere copia, fotocopia o scansione della pagina del giornale riportante l'articolo/servizio firmato, in cui sono visibili nome della testata e data di pubblicazione; oppure dichiarazione-impegnativa del direttore della Testata contenente gli estremi dell'articolo, il nome dell'autore, il titolo della testata e la data di pubblicazione (anche per pubblicazione on line), eventuale indicazione della trasmissione radio o televisiva nel corso della quale è avvenuta la pubblicazione (data e ora). 
7.9 Traduzione in italiano
Per i lavori testuali e audio-visivi nelle lingue tedesca, slovena o friulana, è necessario allegare, pena esclusione dal concorso, una traduzione testuale in lingua italiana (art. 6 del presente regolamento).
7.10 Modalità d’invio
Per Posta

Lavoro, scheda personale e allegati (traduzioni, testi o copioni, fotocopie documenti personali, ecc) devono essere spediti tutti assieme in una unica busta, mezzo posta (si consiglia raccomandata, con ricevuta di ritorno), indirizzata a Circolo della Stampa di Pordenone, c/o Pro Pordenone Viale Cossetti 20/A – 33170 Pordenone;
V
ia Mail, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., indicando nell’oggetto “Concorso giornalistico annuale Premio Simona Cigana, Edizione 2017-2018” (si consiglia di chiedere alla segreteria del concorso una mail di risposta con cronologia, per ricevuta).

Una copia integrale del materiale inviato dovrà essere conservata dal partecipante ed esibita alla segreteria organizzativa, in caso di richiesta motivata da danneggiamento o perdita del materiale.

7.11 Termine d’iscrizione
Il termine ultimo per l’invio del materiale, pena esclusione dal concorso, è il 10 luglio 2018; per il materiale spedito a mezzo posta farà fede il timbro postale.

ART. 7 bis – SEGNALAZIONI DEL PUBBLICO

Lettori, ascoltatori, telespettatori, blogger, fruitori di social network possono inviare alla segreteria del Circolo proposte di attenzione verso articoli, servizi, inchieste di loro gradimento. Allo stesso indirizzo dovranno indicare: autore, data di pubblicazione, titolo e copia del servizio (o link dove poter rintracciare il materiale, nel caso di segnalazioni radio, televisive o web) entro il 30 giugno prossimo. La giuria procederà a una verifica dei titoli di partecipazione e, in caso di corrispondenza, inviterà gli autori a partecipare.

ART. 8 – GIURIA E LAVORI DI VALUTAZIONE
La Commissione giudicatrice (Giuria) viene definita dal Consiglio Direttivo del Circolo della Stampa di Pordenone entro il 30 giugno 2018.
È composta dal Consiglio Direttivo del Circolo della Stampa di Pordenone e/o da eventuali altri membri scelti dallo stesso organo direttivo.
Presiede i lavori della Giuria il Presidente del Circolo della Stampa (Pietro Angelillo) o suo delegato.
I criteri di valutazione vengono definiti dalla Giuria e sono comunque ispirati a fattori di utilità e importanza della notizia, capacità investigativa e di approfondimento, obiettività e rispetto dei principi deontologici, ricerca di informazioni, risorse personali, completezza dei dati, qualità espressiva, capacità di catturare e mantenere l’interesse del lettore, originalità.
La valutazione viene effettuata con voto a maggioranza.
La Giuria si riserva il diritto di:
escludere lavori e/o partecipanti che non hanno i requisiti indicati nel presente regolamento;
non assegnare i premi, qualora i lavori presentati non siano ritenuti adeguati allo spirito del concorso;

attribuire la “Segnalazione speciale” per i migliori testi non vincitori;
attribuire la “Menzione speciale” a testi (giornalistici e librari scritti da giornalisti) presentati o considerati fuori concorso, nel caso si tratti di opera di valore.


Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile.

ART. 9 – UTILIZZO E RESTITUZIONE DEI LAVORI
L’organizzazione del concorso si riserva il diritto di usare i lavori pervenuti per:
Istituire un apposito Archivio;
Realizzare materiale illustrativo e testuale per la promozione del concorso e delle sue future edizioni, e per iniziative collegate.
Gli organizzatori si impegnano a citare sempre il nome dell’autore, a titolo gratuito da entrambe le parti. Nessun ulteriore diritto economico, fatti salvi i premi indicati all’art. 10 del presente Regolamento, viene riconosciuto ai partecipanti per l’utilizzo dei lavori presentati.
Tutti i lavori presentati ai fini della partecipazione al concorso non saranno restituiti; i materiali resteranno in possesso esclusivo del Circolo della Stampa di Pordenone.

ART. 10 – PREMI
Saranno assegnati i seguenti premi:
Categoria Giornalismo d’inchiesta
1° Premio - € 2.400,00
2° Premio - € 1.100,00
Categoria Giornalismo sportivo (non necessariamente d’inchiesta)
1° Premio - € 1.200,00
2° Premio - € 800,00
Categoria Giornalismo economico (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi sull’Artigianato
1° Premio - € 1.000,00 
2° Premio - € 500,00.

Categoria Giornalismo turistico (con riferimento all’area di Aviano e all’area pedemontana compresa tra Sacile, Aviano e Montereale Valcelliona). Due premi assoluti:

Zona di Aviano (€ 1.000,00)

Zona Aviano-Sacile-Caneva-Montereale Valcellina (€ 1.000,00)

Catgoria Giornalismo sociale (con riferimento agli infortuni sul lavoro) In via di definizione

  • Nel caso in cui il primo e/o il secondo premio sia assegnato ex aequo, la singola quota viene suddivisa in parti uguali tra gli aventi diritto.
    * In caso di non assegnazione del 1° Premio, dovuta a lavori che non meritano questa qualifica, la quota non assegnata sarà suddivisa nella stessa proporzione tra i secondi e i terzi classificati
    * Le decisioni della Giuria saranno riportate con le dovute motivazioni nel verbale conclusivo dell’organismo giudicante.

ART. 11 – DIFFUSIONE DEL REGOLAMENTO, ESITO E PREMIAZIONE DEL CONCORSO
Il regolamento è pubblicato sui siti del Circolo della Stampa di Pordenone, dell'Ordine dei giornalisti e di Assostampa nazionali, del Friuli Venezia Giulia e di altre regioni italiane, della Bcc Pordenonese, della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, di Confartigianato Pordenone e su eventuali altri siti web.
L’esito del concorso (esclusivamente quello personale, senza indicare la classificazione) sarà comunicato in forma riservata ai vincitori, in vista del giorno della premiazione. 
L’esito ufficiale con le graduatorie e i premi sarà reso noto soltanto in forma pubblica, durante la cerimonia conclusiva.
La data e il luogo della premiazione saranno comunicati ai partecipanti e al pubblico entro la prima decade di ottobre 2018.

ART. 12 - ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO
La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale e incondizionata del presente regolamento, in tutti i suoi articoli e relative declinazioni.
Partecipando al concorso, i giornalisti danno il proprio pieno consenso al trattamento dei loro dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e infatti allegano, pena l’esclusione, la liberatoria come indicato all’art.7 del presente regolamento.

ART. 13 - INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ogni partecipante esprime, ai sensi della Legge 675/96 e del D.L.196/03 , il consenso al trattamento e alla comunicazione dei propri dati personali, nei limiti e per le finalità del Concorso.
I dati personali vengono registrati e ulteriormente elaborati nella misura necessaria per gestire la partecipazione dei candidati al presente concorso.
È garantito il rispetto del regolamento (CE) n. 45/2001 concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonché la libera circolazione di tali dati.
I dati personali vengono registrati e conservati fintanto che abbiano una loro utilità nella gestione delle varie attività che la partecipazione al concorso comporta.
Responsabile del trattamento dati è Pietro Gaspardo, Vicepresidente del Circolo della Stampa di Pordenone.

ART. 14 - SEGRETERIA ORGANIZZATIVA DEL CONCORSO
La segreteria organizzativa del concorso è il Circolo della Stampa di Pordenone, con sede c/o ProPordenone, Viale Cossetti 20, 33170 Pordenone. Le persone facenti parte di questa segreteria hanno il compito di ricevere, catalogare e consegnare alla Giuria i lavori presentati e i relativi allegati.
I lavori presentati a concorso tramite mezzo elettronico devono essere inviati al seguente indirizzo e.mail:
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Compete soltanto alla Giuria, quale organo responsabile della correttezza della procedura concorsuale, decretare l’esclusione dal concorso di eventuali partecipanti o lavori per mancanza di requisiti (articoli 4 e 6 del presente regolamento), per incompatibilità (art. 5 del presente regolamento) o per mancato rispetto delle modalità di partecipazione, richieste dal regolamento del concorso (art. 7 del presente regolamento).
Pertanto, la Giuria si riserva il diritto di effettuare (o di delegare la segreteria organizzativa a effettuare) verifiche sui requisiti o sulla compatibilità dei partecipanti: ciò avverrà in modalità che garantiscono il rispetto della privacy.
La segreteria del concorso è a disposizione per eventuali chiarimenti e informazioni, telefonicamente ai numeri 3332592294 (Pietro Angelillo), 3405456161 (Pietro Gaspardo); via mail all'indirizzo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure in forma scritta a mezzo posta, all’indirizzo della sede del Circolo della Stampa di Pordenone.



AVVERTENZA I moduli-scheda per la partecipazione al concorso o per le segnalazioni del pubblico sono reperibili nel sito del Circolo della Stampa
www.stampa-pordenone.it

NEWSLETTER N.9

Circolo della Stampa. Verso la chiusura dell’11° Premio giornalistico Simona Cigana

Dedicato a chi lotta per la ripresa - Particolare attenzione a giornalisti, medici, infermieri, imprenditori e lavoratori

Ultimi giorni per la chiusura dell’11ª edizione del “Premio Simona Cigana”, il concorso giornalistico nazionale annuale, multimediale del Circolo della Stampa di Pordenone. Il 30 giugno scadrà il termine per la pubblicazione dei servizi che possono partecipare; entro il 10 luglio scadrà il termine per l’iscrizione al concorso.

Com’è noto, possono partecipare i servizi pubblicati tra la seconda metà del 2019 e la prima metà del 2020 su testate italiane ed estere. Particolare fondamentale: questa edizione è dedicata idealmente al mondo del giornalismo, impegnato in prima linea fin dall’inizio dell’anno nell’informazione sulla crisi mondiale provocata dalla pandemia da Coronavirus e sulle conseguenze sanitarie, economiche e sociali. Sono sotto gli occhi di tutti, infatti, le difficoltà operative e strategiche, tra disagi e pericoli per le categorie più a rischio, quale quella dei giornalisti.

Si aggiunge a questa dedica, se si vuole “di parte”, l’attenzione verso le categorie impegnate nella ripresa: i medici e gli infermieri che tutt’ora si dedicano con professionalità e altruismo alla terapia e alla prevenzione della popolazione, senza dimenticare l’impegno diffuso che oggi riguarda la ricerca di una normalità, da perseguire con lo spirito tenace e intelligente di imprenditori e lavoratori nella ricostruzione dopo le catastrofi belliche e naturali.

INIZIATIVA UNICA. Novità e conferme, uniche nel loro genere, figurano nel Bando/Regolamento e sono legate al Friuli Venezia Giulia come luogo e argomenti, con tre modi di “lettura” possibili: gli àmbiti locale, nazionale e internazionale. Tutti possono prenderne visione nel sito web www. stampa-pordenone.it. Si riferiscono alle seguenti Categorie giornalistiche a concorso: Inchiesta, Sport, Turismo, Economia/Artigianato, Sociale/Antinfortunistica.

SEGNALAZIONI DEL PUBBLICO. Confermata la partecipazione del pubblico. I destinatari delle notizie possono infatti segnalare al Circolo della Stampa uno o più servizi dell’autore o degli autori preferiti. Comunque la partecipazione degli autori è libera. Ma la segnalazione di lettori, ascoltatori e spettatori ha carattere di indicazione e di suggerimento, con conseguenze che si sono già dimostrate preziose in molti casi.

SOSTEGNO AL CONCORSO. Determinante, come sempre, il sostegno degli sponsor (pubblici e privati) che fa di questo ormai storico evento una delle iniziative più caratterizzanti del Friuli Venezia Giulia e del mondo dell’informazione.