• PRESENTATA LA SETTIMANA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

  • IL PRESIDENTE VERNA AL PREMIO SIMONA CIGANA

  • RIFORMA DELLA PROFESSIONE - APPELLO DEI PRESIDENTI

  • PREVENTIVO INPGI 2020 - LA RELAZIONE DELLA PRESIDENTE

  • PASOLINI E SCIASCIA, GLI ULTIMI ERETICI

  • STAMPA, RACCOLTA PUBBLICITARIA IN FORTE CALO

  • ITALIA ESPORTATRICE ILLEGALE DI ARMI

  • 32 MILIONI DI ITALIANI ON LINE OGNI GIORNO

  • BASTA CON LA STAGIONE DEI TAGLI - MOBILITAZIONE NAZIONALE

VIDEO - SGARBI & IL PORDENONE

FORMAZIONE GIORNALISTI

Trieste, 22 novembre - Budinic Lecture Hall del Leonardo da Vinci Building dell'ICTP, Strada Costiera 11 - Ore 9.30-12.30
DALLA FISICA DEI TERREMOTI ALLA PREVENZIONE DEL RISCHIO SISMICO
In collaborazione con il Centro internazionale di fisica teorica Abdus Salam (ICTP) di Trieste.
Le tragiche vicende degli ultimi anni legate agli eventi sismici che hanno devastato il centro Italia mostrano, se mai ce ne fosse stato bisogno, il ruolo cruciale della comunicazione sia in situazioni d’emergenza, sia sul lungo periodo. I terremoti rappresentano una complessa zona d’intersezione fra nozioni scientifiche, percezione pubblica del rischio e strategie di prevenzione, non sempre facile da raccontare per i giornalisti. Questo workshop permetterà di approfondire principi e pratiche per una comunicazione efficace e responsabile sui terremoti a partire dai concetti scientifici più consolidati riguardanti la fisica degli eventi sismici.
Relatore: Karim Aoudia (laurea in ingegneria, PhD in Sismologia, coordinatore del gruppo di ricerca in Geofisica della Terra solida all'ICTP).
Crediti formativi: 3

Trieste, 22 novembre -  Aula Magna "R. L. Montalcini" - Ospedale di Cattinara, Strada di Fiume 447 - Ore 9-14
LA SFIDA DELL'INNOVAZIONE IN SANITÀ
Organizzato da Federsanità Anci Fvg
L’Intelligenza Artificiale (IA) è divenuta uno strumento pervasivo e versatile che trova ormai applicazioni non solo nei settori ad alta tecnologia, ma anche nella vita quotidiana. Così anche in campo medico l’IA si sta affermando come tecnologia disponibile e promettente in molti settori.
Relatori: Carlo Grilli (Assessore Politiche sociali Comune di Trieste Referente Disabilità Commissione Welfare ANCI nazionale), Antonio Poggiana (Commissario Straordinario Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Trieste - ASUITS), Roberto Di Lenarda (Magnifico Rettore Università degli Studi di Trieste), Cristiano Degano (Presidente Ordine Giornalisti del Friuli Venezia Giulia), Riccardo Riccardi (Vice Presidente e Assessore regionale alla Salute, Politiche sociali e Disabilità - Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia), Daniele Cerrato (Presidente CASAGIT), Giuseppe Napoli (Presidente - Federsanità ANCI FVG), Francesco Gabbrielli (Direttore Centro nazionale per la Telemedicina e le nuove Tecnologie Aassistenziali - Istituto Superiore di Sanità), Silvio Brusaferro (Presidente Istituto Superiore Sanità), Gianna Zamaro (Vice Direttore centrale salute, politiche sociali e disabilità Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia), Luisa Poclen (Referente politiche UE salute e invecchiamento attivo, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Servizio relazioni internazionali e programmazione europea, Ufficio di Bruxelles), Lucilla Frattura (Responsabile del Centro collaboratore italiano dell'OMS per la Famiglia delle classificazioni internazionali, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia), Michele Franz (Centro Regionale di Informazione sulle Barriere Architettoniche del Friuli Venezia Giulia - CRIBA FVG), Gianluca Quaglio (DG Servizi per la Ricerca del Parlamento europeo), Stefano Fantoni (Champion ESOF 2020 Trieste e Presidente Fondazione Internazionale Trieste).
Crediti formativi: 5

Trieste, 22 novembre - Aula Magna "R. L. Montalcini" - Ospedale di Cattinara, Strada di Fiume 447 - Ore 14.30-17.30
ACCESSIBILITÀ PER TUTTI. INNOVAZIONI TECNOLOGICHE PER L’ASSISTENZA SOCIO-SANITARIA SENZA BARRIERE E SENZA CONFINI
Organizzato da Federsanità Anci Fvg
La prospettiva è quella di favorire la creazione di tecnologie, hardware e software, che garantiscano uno sviluppo scientifico ed industriale secondo il principio fondamentale della “piena accessibilità per tutti” - Accessibility for All, da cui deriva l’impegno prioritario per l’integrazione tra i diversi sistemi,a partire da quelli sanitario, socio-sanitario, assistenziale e sociale,ma non solo. Si tratta, quindi, di promuovere una nuova mentalità rivolta al superamento delle attuali “barriere”, settoriali e culturali, anche incentivando il mondo della ricerca e dell’industria per progettare hardware e software ad uso di tutti, quale investimento fondamentale per il benessere generale della società.
Relatori: Antonio Poggiana (Commissario straordinario Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di di Trieste - ASUITS), Vincenzo Zoccano (già Vice Ministro alla Famiglia e Disabilità), Mara Pellizzari (Vice Commissario Straordinario per l’Area sociosanitaria), Hubert Perfler (Presidente ASP “Istituto Regionale per i Ciechi Rittmeyer” Trieste), Aldo Pahor (Presidente ASP ITIS Trieste), Francesca Tosolini (Commissario straordinario IRCCS “Burlo Garofolo” Trieste), Guido Reni (Responsabile area ricerca tecnologie applicate IRCCS “E.Medea La Nostra Famiglia), Susanna Ferrari (Presidente Consorzio Isontino Servizi Integrati CISI), Mario Brancati (Presidente Consulta regionale Associazioni Disabili e loro Famiglie), Sandro Dal Molin (Presidente Comunità “PierGiorgio onlus” Udine), Giovanni De Piero (Presidente “Progetto Spilimbergo”), Michela Flaborea (Presidente TeleVita S.p.A.), Cristiano Degano (Presidente Ordine Giornalisti Friuli Venezia Giulia), Luigi Bertinato (Clinical Governance ISS - Istituto Superiore Sanità), Riccardo Riccardi (Vice Presidente e Assessore alla Salute, Politiche sociali e Disabilità, Regione Friuli Venezia Giulia).
Crediti formativi: 3

Pordenone, 23 novembre -  Auditorium B del Liceo Michelangelo Grigoletti, via Interna 12  - Ore 10-12
MASCHILE E FEMMINILE. NUTRIRE IL RISPETTO. IL COMPITO DI EDUCATORI, GIORNALISTI, FAMIGLIE
Organizzato in collaborazione con Circolo della Stampa di Pordenone, Comune di Pordenone, Coordinamento donne della federazione nazionale pensionati della Cisl di Pordenone, Istituti scolastici superiori di Pordenone, Carta Pordenone, Voce Donna.
L’evento, promosso nell’ambito della 10ª edizione del concorso giornalistico “Premio Simona Cigana” e in occasione della Giornata mondiale contro la violenze sulle donne, intende proporre una riflessione sui femminicidi e sulle violenze contro la persona, sostenendo che solo la cultura del rispetto reciproco può contrastare questo fenomeni. Il compito della famiglia, della scuola, dell’informazione, delle istituzioni.
Relatori: Pietro Angelillo (presidente Circolo della Stampa di Pordenone), Giovanna Barbieri (coordinatrice del gruppo donne della Federazione pensionati Cisl di Pordenone), Nadia Sinicco (psichiatra e psicoterapeuta), Flavia Coral (insegnante al Liceo “Gregoletti” di Pordenone).
Crediti formativi: 2

Trieste, 27 novembre - Sala “Alessi” del Circolo della Stampa, Corso Italia 13 - Ore 17-19
BAMBINI: IL DIRITTO DI ESSERE. COME STANNO I PIÙ PICCOLI NEL MONDO A 30 ANNI DALLA CONVENZIONE INTERNAZIONALE SUI DIRITTI DELL'INFANZIA E DELL'ADOLESCENZA E COME NE PARLANO I NOSTRI GIORNALI A QUASI 30 ANNI DALLA CARTA DI TREVISO
In collaborazione con Circolo della Stampa di Trieste, Assostampa e Articolo 21 Fvg
L'analisi della Carta di Treviso e dalla Convenzione internazionale sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza sarà l'occasione per una riflessione sulla situazione dei bambini nel mondo e sullo scarso spazio e la scarsa attenzione che bambini e adolescenti hanno nell’agenda politica e nelle nostre testate.
Relatori: Andrea Iacomini (portavoce Unicef Italia), Cristiano Degano (Presidente Odg FVG), Fabiana Martini (giornalista, coordinatrice di Articolo 21 FVG).
Crediti formativi: 4 deontologici

Gorizia, 3 dicembre - Polo Universitario di Gorizia, via Alviano 18 - Ore 10-13
LA SICUREZZA ALIMENTARE NELL'UNIONE EUROPEA
In collaborazione con l'Università degli Studi di Trieste, Comune di Gorizia, Fondazione Carigo e l’Associazione degli Avvocati amministrativisti del FVG.  Nell'ambito del progetto “Environmental Sustainability in Europe: a socio-legal perspective - EnSuEu” co-finanziato dall’Unione europea.
L'incontro è finalizzato a comprendere come si struttura il sistema di controllo volto a garantire la sicurezza alimentare, analizzando i concetti fondamentali che riguardano la security e la safety alimentare. Attenzione particolare verrà posta sulla normativa di settore sviluppatasi a livello nazionale. Verranno analizzati anche alcuni dei casi più eclatanti legati alla violazione delle norme di sicurezza alimentare e all'uso e alla commercializzazione dei pesticidi in ambito nazionale e europeo.
Relatori: Pierluigi Barbieri (prof. associato di Chimica dell’Ambiente nell’Università degli Studi di Trieste), Marco Binaglia (Scientific Officer European Food Security Agency), Sara De Vido (prof.ssa associata di Diritto internazionale nell’Università Ca’ Foscari di Venezia), Simone Arnaldi (ricercatore di Sociologia generale nell’Università degli Studi di Trieste), Roberto Fusco (avvocato del Foro di Trieste), Alexandra Anca David (dottoranda di Diritto internazionale nell’Università Ca’ Foscari di Venezia).
Crediti formativi: 3

Trieste, 12 dicembre - Sala “Alessi” del Circolo della Stampa, Corso Italia 13 - Ore 10-13
RICERCA DATI E VISUALIZZAZIONI DI DATI CON GLI STRUMENTI DI GOOGLE
Organizzato in collaborazione con Google NewsLab.
Il workshop è dedicato ad approfondire strumenti e tecniche per la ricerca e la raccolta dei dati e la creazione di data visualizzazioni. Gli strumenti che verranno analizzati saranno Trends, Public Data Explorer, Flourish, Gif Maker.
Relatrice: Clara Attene (formatrice di Google NewsLab, Tutor all'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino).
Crediti formativi: 3

Udine, 13 dicembre - Sala "Valduga" della Camera di Commercio di Udine, piazza Venerio 8 - Ore 10-13
STORYTELLING CON LE MAPPE
Organizzato in collaborazione con Google NewsLab.
Dal racconto delle breaking news fino ai reportage e ai pezzi di approfondimento, questo workshop spiega come sfruttare al meglio Google Maps ed Earth per verificare informazioni, aggiungere mappe agli articoli sia per l’edizione stampata sia per l’online e il video. L’utilizzo di questi strumenti sarà illustrato anche tramite esempi da utilizzare come spunti per il proprio lavoro. Gli strumenti analizzati saranno Earth, My Maps, StreetView.
Relatrice: Clara Attene (formatrice di Google NewsLab, Tutor all'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino).
Crediti formativi: 3

Pordenone, 16 dicembre -  Sala "Degan" della Biblioteca Civica di Pordenone, piazzale XX settembre - Ore 10-13
STRUMENTI PER LA RICERCA E LA VERIFICA DI INFORMAZIONI
Organizzato in collaborazione con Google NewsLab e con il Circolo della Stampa di Pordenone.
Questo workshop si concentra sull’utilizzo degli strumenti di ricerca di Google, l’uso di Google Trends, della Ricerca inversa di immagini, Street View e Google Earth per la verifica di informazioni. Gli strumenti analizzati saranno: Ricerca avanzata, Scholar, Ricerca Immagini, Trends, Traduttore, YouTube, Street View, Earth.
Relatrice: Clara Attene (formatrice di Google NewsLab, Tutor all'Istituto per la Formazione al Giornalismo di Urbino).
Crediti formativi: 3

Udine, 18 dicembre - Teatro Nuovo Giovanni da Udine, via Trento 4 - ore 17.30-19.30
LA STAMPA E LE SUE DERIVE. LA LIBERTÀ DI PAROLA A PARTIRE DALLO SPETTACOLO “L’ONORE PERDUTO DI KATARINA BLUM"
In collaborazione con il Teatro Nuovo Giovanni da Udine.
La libertà di parola è un valore fondante della società moderna: quali sono i confini del suo potere quando chi la esercita ha responsabilità di informazione pubblica? Nel corso dell’incontro si approfondirà come uno spettacolo teatrale può esprimere, con i linguaggi della scena, un argomento di estrema attualità.
Incontro con il regista Franco Però e la Compagnia dello spettacolo "L’onore perduto di Katharina Blum”. Partecipano Cristiano Degano (Presidente Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia) e Luana de Francisco (giornalista di cronaca giudiziaria del Messaggero Veneto, Segretaria del Consiglio di disciplina dell'Odg Fvg).
Crediti formativi: 2

Tutti gli eventi proposti sono inseriti sulla piattaforma Sigef - Questo il link per procedere con le prenotazioni: https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/
Gli iscritti possono visionare sul sito del Consiglio nazionale il nuovo regolamento sulla Formazione Professionale Continua in vigore dal 31 maggio 2016 - Questo il link: https://www.odg.it/wp-content/uploads/2018/07/2016.05.31_B.U.-n.-10.pdf
Si consiglia ai colleghi, soprattutto a quanti si iscrivono ad un corso con largo anticipo, di verificare un paio di giorni prima sulla Piattaforma Sigef eventuali cambi di sede o di orario del corso stesso. In alcuni casi, infatti, l'improvvisa indisponibilità di una sala, o l'alto numero di iscritti e di colleghi in lista d'attesa per l'evento formativo, impongono un cambio della location rispetto alle indicazioni iniziali.

Anche il Consiglio nazionale dell'OdG, con il presidente Carlo Verna, hanno voluto ricordare i tre anni dalla scomparsa di Giulio Regeni.
Assostampa, Ordine dei giornalisti e Articolo 21 FVG parteciperanno inoltre oggi, venerdì 25 gennaio, alle 19.41 (l'ora in cui Giulio Regeni fu rapito tre anni fa al Cairo), ai momenti di ricordo e di richiesta di verità che si terranno in varie località nel Friuli Venezia Giulia.
A Fiumicello, assieme alla famiglia e agli amici del ricercatore barbaramente ucciso, ci saranno fra gli altri Beppe Giulietti, presidente della Fnsi, e i vertici del sindacato e dell'Ordine regionale. Qui la locandina del ricordo a Fiumicello.
A Trieste l'appuntamento è in piazza della Borsa. Ma altre iniziative sono annunciate a Gorizia, Udine, Pordenone, Monfalcone, Duino.

Bilancio 2018 di Articolo 21?

di Fabiana Martini

Non poteva non iniziare ricordando Giulio Regeni il 2018 di Articolo 21 Friuli Venezia Giulia: con un incontro nel suo liceo, il “Petrarca” di Trieste, dove il 25 gennaio l’Aula Magna gremita di ragazzi si è confrontata con Beppe Giulietti, presidente nazionale della Federazione nazionale della Stampa, e Fabio Del Missier, referente Educazione di Amnesty International Fvg. Nella consapevolezza che rassegnarsi al male e rinunciare alla funzione etica del giornalismo significa diventare complici di chi ha fatto prima sparire, poi torturato, infine assassinato il ricercatore di Fiumicello, gli studenti e le studentesse del liceo triestino assieme ad Articolo 21, all’Assostampa e all’Ordine dei Giornalisti hanno confermato l’impegno a chiedere verità e giustizia per Giulio e per tutti i Giulio e le Giulia del mondo, tenendo viva l’attenzione su questa e su altre vicende che il tempo vorrebbe archiviare.
Ma #NoiNonArchiviamo: lo abbiamo ripetuto a Trieste, sotto la sede del Circolo della Stampa, il 20 marzo, commemorando l’anniversario dell’assassinio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin; lo abbiamo ribadito a Roma partecipando alla conferenza stampa sul caso indetta il 4 luglio da FNSI per annunciare la costituzione di parte offesa del sindacato, dell’Ordine e dell’Usigrai. Perché colpire un giornalista significa attentare al diritto di tutti e di ciascuno ad essere informati, significa mettere in dubbio l’articolo 21 della Costituzione. Quell’articolo su cui si è concentrato il concorso di Articolo 21 dedicato alle scuole, che ci ha visto incontrare gli allievi di un liceo di Udine, di uno di Trieste e di uno di Pordenone per affrontare con loro il tema della libertà di stampa e dei tanti giornalisti minacciati, anche in Italia. Uno di questi è Sandro Ruotolo, ospite a Trieste e Muggia su invito congiunto di Libera e Articolo 21 in occasione della Giornata della Memoria e dell’Impegno, che ha messo a disposizione la sua esperienza per raccontare come nasce un’inchiesta giornalistica, come si mette il mestiere a servizio della verità e della comunità.
La formazione è un’attenzione costante del presidio del Friuli Venezia Giulia, che in collaborazione con l’Ordine e il sindacato ha promosso un percorso sulle migrazioni, realizzato in maniera decentrata in tutta la regione, ma anche occasioni per conoscere aspetti inediti dell’Africa e per dare voce e spazio alle donne, spesso invisibili per la politica come per l’informazione se non quando è ormai troppo tardi: si è parlato di attivismo femminile in Siria, del Manifesto di Venezia e delle priorità della politica regionale dal punto di vista non maschile in vista delle elezioni regionali.
Il rischio della censura e del bavaglio è stato decisamente il leit motiv dell’attività annuale: con un occhio all’Egitto, dove poco si è mosso per fare chiarezza sulla tragedia di Giulio Regeni e dove Amal Fathy, moglie del consulente legale della famiglia, è ancora in ostaggio della “giustizia” egiziana, e un altro all’Italia, dove i tentativi di chiudere la bocca ai giornalisti, definiti puttane e infimi sciacalli dai massimi vertici istituzionali, non si arrestano. È proprio nel nostro territorio che è iniziata la censura e la delegittimazione dell’informazione: a Monfalcone la sindaca leghista ha chiuso l’abbonamento a Avvenire e Manifesto, evidentemente non graditi al regime, ma sempre a Monfalcone oltre cento persone nel pomeriggio di un giorno feriale hanno riempito la sala parrocchiale dei Santi Nicolò e Paolo per incontrare Marco Tarquinio e Norma Rangeri, assieme al direttore del quotidiano di lingua slovena Primorski e a Paolo Borrometi, invitati da Articolo 21, Ordine dei Giornalisti e Assostampa a parlare del valore del pluralismo nell’informazione: un valore che il presidente Mattarella non si stanca di ripetere e che anche noi continueremo a promuovere. Anche nel 2019.
Perché senza informazione non c’è democrazia. E le conseguenze in questa regione sono state terribilmente nefaste, come hanno avuto modo di ricordarci i ragazzi del Petrarca attraverso la mostra “Razzismo in cattedra”, anche quella a rischio censura, premiata non a caso dai giornalisti triestini con una targa speciale in occasione del San Giusto d’Oro. Un messaggio forte e chiaro per dire che noi, assieme a papa Francesco e al presidente della Repubblica, stiamo dalla parte dei ponti e non dei muri, della fraternità e non dell’odio. Come Marco Luchetta, SašaOta e Dario D’Angelo, i tre giornalisti Rai assassinati a Mostar poco meno di venticinque anni fa (tra pochi giorni, il 28 gennaio, ricorderemo l’anniversario), mentre raccontavano all’Occidente distratto che lì in Bosnia si continuava a morire e che non si risparmiavano neanche i bambini. Bambini che neanche oggi vengono risparmiati e che abbiamo il dovere di continuare a raccontare.?

NEWSLETTER

CIRCOLO DELLA STAMPA. Arriva Carlo Verna, presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti

Il 10 dicembre la proclamazione dei vincitori del 10° Premio Cigana

Altre due iniziative: il libro sulla vita di Simona e il festival “Futuro contemporaneo”

La cerimonia conclusiva della 10ª edizione del Concorso giornalistico nazionale, annuale, multimediale, multilingue “Premio Simona Cigana” è in programma per il 10 dicembre, ore 10.30, ad Aviano, Palazzo Carraro-Menegozzi. Nell’occasione sarà presentata l’11ª edizione, 2019-2020. Come sempre, le graduatorie concorsuali saranno rese note soltanto nel giorno della premiazione. I vincitori sono stati scelti tra i 37 finalisti nelle seguenti cinque categorie: Inchiesta, Sport, Economia/Artigianato, Turismo, Sociale/Infortuni sul lavoro. Il concorso riguarda il Friuli Venezia Giulia trattato in chiave nazionale e internazionale su testate regionali, nazionali e internazionali, in lingua italiana e nelle lingue minoritarie della nostra regione. All’evento del decennale parteciperà il collega Carlo Verna, presidente nazionale del nostro Ordine, al quale sarà conferito il titolo statutario di “Socio Onorario” del Circolo della Stampa di Pordenone. Con Verna interverranno il presidente regionale dell’Ordine e nostro Socio Onorario, Cristiano Degano, e il presidente di Assostampa FVG e consigliere nazionale Fnsi, Carlo Muscatello, anch’egli nostro Socio Onorario. Sempre nell’ambito del “Premio Simona Cigana”, nel 2020, il Circolo della Stampa darà vita a due iniziative. Entrambe saranno ospitate a Pordenone. La prima, in febbraio, avrà al centro il libro dedicato alla vita umana e professionale di Simona Cigana. La seconda, in maggio, è la nuova edizione di “Futuro Contemporaneo”, il festival del pensiero, della scienza, della tecnologia


Studenti e giornalisti contro la violenza sulle donne

Anche quest’anno il Circolo della Stampa di Pordenone darà vita all’evento dedicato alla lotta contro la violenza sulle donne, un lacerante male sociale che obbliga tutti coloro che si occupano di educazione e di informazione ad agire per portare avanti la cultura del rispetto reciproco tra i generi. L’iniziativa fa parte del programma per la Settimana pordenonese contro la violenza sulle donne, indetta dal Comune di Pordenone con l’apporto di Associazioni che operano in città, compresa la nostra, a sostegno delle pari opportunità. LA GIORNATA. Sabato 23 novembre, dalle 10 alle 12. LA SEDE. Auditorium B, Liceo Grigoletti, Pordenone. IL TEMA. “Maschile-Femminile, nutrire il rispetto”. PROTAGONISTI. Il Coordinamento Donne Fnp Cisl, autrice di una raccolta di testimonianze dirette, storie di donne e di uomini, che è diventato un prezioso dossier, materia di un recital che andrà in cena all’inizio del prossimo anno. PROGRAMMA. Nell’incontro del 23 novembre il tema, che è anche oggetto di corso di formazione per giornalisti, sarà svolto da interventi di relatori e da letture tratte dalla ricerca suddetta.

Nel nostro sito

https://www.stampa-pordenone.it/

TUTTI I CORSI DI FORMAZIONE PER GIORNALISTI NELLA REGIONE FVG