NEWSLETTER

CHI SIAMO

CONTATTI

FORMAZIONE CONTINUA

PREMIO SIMONA CIGANA

RALLY DELLA STAMPA

CONCORSO FOTOGRAFICO

ATTIVITÀ DEL 2019

I NOSTRI PARTNER

DEONTOLOGIA

CARTA DI PORDENONE

CONCORSO SIMONA CIGANA

CORSI-INCONTRI. Vi spettiamo numerosi
N.L. 13 febbraio 2019
Carissimi amici,
tra febbraio e marzo gli incontri con voi e con il pubblico saranno moltissimi. Saranno anche validi per la formazione obbligatoria, secondo un programma concordato con l’Ordine dei giornalisti e con le associazioni-partner del territorio. Con questa News Letter, la terza del nuovo anno, vi invitiamo a partecipare.
Ne riportiamo solo tre, gli eventi più vicini. Tra pochi giorni vi renderemo noto l’intero programma fino al 31 marzo.
Info: www. stampa-pordenone.it


CORSI DI FORMAZIONE (aperti ai giornalisti e al pubblico)
Venerdì 15 febbraio. Dalle 20.30 alle 22.30, nel Teatro Don Bosco di viale Grigoletti 3, a Pordenone.
Argomento. “Sport e informazione: rapporto fuori controllo? Educazione e sport: un binomio possibile. Il ruolo dei media”.
Relatori. BRUNO PIZZUL (giornalista, già telecronista Rai) e GIORGIO SIMONELLI (sociologo, docente di giornalismo radiofonico e televisivo all’Università Cattolica di Milano).
Promotori. Parrocchia San Giovanni Bosco di Pordenone e Circolo della Stampa di Pordenone, in collaborazione con Ordine Giornalisti e Unione giornalisti sportivi FVG.

Martedì 26 febbraio. Dalle 19 alle 21, nel teatro comunale Giuseppe Verdi di Pordenone.
Argomento. “Euroscettici e nuova Europa: da Brexit all’età dell’incertezza”.
Relatori. STEFANO TURA (giornalista, corrispondente Rai da Londra), BARBARA GRUDEN (giornalista, corrispondente Rai da Berlino), BRUNO RUFFOLO (giornalista, inviato Rai).
Promotori. Teatro Comunale Giuseppe Verdi in collaborazione con Ordine dei giornalisti FVG, Circolo della Stampa Pordenone, Premio giornalistico Luchetta, Premio giornalistico Cigana).

Venerdì 1 marzo 2019. Dalle 10 alle 13, zona industriale di Ponte Rosso (San Vito al Tagliamento, via Clauzetto 15).
Argomento. “Da rifiuto a risorsa: l’economia circolare della gestione dei rifiuti urbani in Italia”.
Relatori. PAOLO BEVILACQUA (docente di ingegneria delle materie prime, Università di Trieste), DAVID RUMIEL (direttore di Eco Sinergie, vicedirettore di Ambiente Servizi), MAURA DELLE CASE (giornalista, Messaggero Veneto), PIETRO ANGELILLO (giornalista, presidente Circolo della Stampa Pordenone).
Promotori. Ambiente Servizi Spa, Circolo della Stampa Pordenone, Ordine giornalisti FVG.


COMUNICATO STAMPA
Incontro del 15 febbraio. Il Circolo della Stampa e la Commissione cultura della parrocchia Don Bosco hanno inviato alle testate giornalistiche un comunicato stampa ciascuno, diversi l’uno dall’altro, ma improntati allo stesso tema.
Vi proponiamo il nostro, invitando a utilizzarlo per servizi di annuncio o di resoconto.


Venerdì 15 febbraio. Iniziativa della parrocchia Don Bosco e del Circolo della Stampa di Pordenone
Alla sbarra mondo sportivo e media
Bruno Pizzul e Giorgio Simonelli esaminano il rapporto (non sempre educativo) tra Sport e Media

13 febbraio 2019
In una società nella quale lo sport professionistico continua a dare un pessimo esempio, soprattutto al mondo dei giovani, è possibile che la stampa riesca a indurre atleti e dirigenti a un ripensamento? All’interrogativo risponderanno due acuti analisti di questa realtà, Bruno Pizzul e Giorgio Simonelli, entrambi volti noti della tv, che puntualizzeranno il rapporto sport-informazione nei suoi aspetti positivo e negativo.
L’occasione sarà un incontro pubblico nel Teatro Don Bosco di Pordenone, venerdì 15 febbraio, alle 20.30, con un doppio titolo; “Sport e informazione: rapporto fuori controllo? Educazione e sport: un binomio possibile. Il ruolo dei media”.
Promotore dell’iniziativa è la Commissione cultura della parrocchia San Giovanni Bosco in collaborazione con la Polisportiva Don Bosco, l’associazione Amici dell’Università Cattolica e il Circolo della Stampa.
Purtroppo l’argomento non è nuovo, anzi rappresenta da troppo tempo un tasto dolente, se si considera che il rapporto tra sport e informazione si dimostra quasi fuori controllo. La constatazione è degli stessi giornalisti.
Se ne fa interprete il Circolo della Stampa di Pordenone, che con l’Ordine dei giornalisti del Friuli VG, ha inserito l’incontro al Don Bosco nel programma della formazione professionale della categoria degli operatori delle notizie. «Lo sport, particolarmente il calcio - è infatti la motivazione di questi due organismi di categoria - dovrebbe essere l’esaltazione dei valori di una sana competizione, al contrario è sempre più ostaggio di una infiltrazione di affaristi, agitatori, malavitosi, con conseguenze per la stessa sicurezza della società. L’informazione condanna periodicamente e a vario titolo questo deterioramento, ma ne è a sua volta coinvolta».
Dunque è in atto un rapporto difficile tra sport e media, nel quale tuttavia giornali, tv, radio e notiziari web non devono essere necessariamente imputati, perché possono giocare un ruolo importante nel sollecitare il mondo delle “discipline sportive” a porre in essere gli anticorpi necessari a moralizzare l’ambiente a tutti i livelli.
L’obiettivo è molto importante e giustamente non può che preoccupare le famiglie più sensibili, la scuola, le comunità educanti che constatano quanto diseducativo sia, molto spesso, l’ambiente sportivo. Dei dubbi e delle speranze, anche con accenti di denuncia, si fa interprete la parrocchia del Don Bosco, costantemente attenta ai fenomeni sociali, nello spirito immutato del grande Santo torinese, al quale è intitolata.
La risposta autorevole verrà da Bruno Pizzul, il popolare telecronista della Rai, il cui nome è legato ad alcuni degli eventi sportivi internazionali e nazionali più importanti degli ultimi 40 anni, e da Bruno Simonelli, docente di Giornalismo radiofonico e televisivo nel corso di laurea in Linguaggi dei media della facoltà di lettere e filosofia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e ospite permanente della trasmissione tv “Tv Talk”.
Sarà coinvolto nel dibattito Bruno Lovisa, presidente del Pordenone Calcio, uno dei fenomeni calcistici italiani più rampanti del momento.

PREMIO SIMONA CIGANA
Partecipazione. È aperta la seconda parte della 10ª edizione (2018/2019) del concorso annuale-nazionale-multimediale-multilingue dedicato al Friuli Venezia Giulia.
Info. Nel nostro sito www. stampa-pordenone.it, il Regolamento, il Bando, le schede di partecipazione e la scheda per le segnalazioni dei lettori.
Eventi 2019. Tutte le attività del Circolo della Stampa sono dedicate al Premio Simona Cigana. Tra le iniziative in atto, la pubblicazione di un libro dedicato a Simona e al concorso.

ISCRIZIONI PER IL 2019
Circolo della Stampa di Pordenone. La quota di quest’anno è di € 20. Può essere versata con bonifico (Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, IBAN IT 21V0835612503000000045179) o alla segreteria dei corsi formativi di Pordenone.
Ordine dei giornalisti e Assostampa. Sono ancora aperte nella Segreteria della ProPordenone. Viale Cossetti 20/A. Interessi di mora per i ritardatari.

CORSI DI FORMAZIONE

Si consiglia ai colleghi, soprattutto a quanti si iscrivono ad un corso con largo anticipo, di verificare un paio di giorni prima sulla Piattaforma Sigef eventuali cambi di sede o di orario del corso stesso. In alcuni casi, infatti, l'improvvisa indisponibilità di una sala, o l'alto numero di iscritti e di colleghi in lista d'attesa per l'evento formativo, impongono un cambio della location rispetto alle indicazioni iniziali.

Trieste, 6 febbraio - SISSA (Scuola Internazionale Studi Superiori Avanzati) via Bonomea 265 - Ore 9.30-13.30
SEO, SEM E MAIL MARKETING
In collaborazione con Sissa (Scuola Superiore di Studi Avanzati)
.
Incontro basato su tre elementi cardine della comunicazione online, come il SEO (Search Engine Optization, far risaltare i contenuti fra risultati organici di Google) SEM (Search Engine Marketing, saper definire campagne pubblicitarie per la promozione a pagamento) e Mail Marketing (la strutturazione di una calibrata campagna di marketing tramite livelli di misurabilità).
Relatrice: Marialuisa Antonini (Esperta di Web Marketing & Social Media).
Crediti formativi: 4

Trieste, 7 febbraio -  Sala Alessi del Circolo della Stampa, Corso Italia 13  - Ore 17-19
L'OSSERVAZIONE ELETTORALE INTERNAZIONALE: IL RUOLO DEGLI OSSERVATORI E GLI STANDARD INTERNAZIONALI
In collaborazione con il Circolo della Stampa di Trieste.
Focus sul ruolo e le funzioni degli osservatori internazionali, tratteggiandone i contesti, le finalità e gli standard richiesti sia nei Paesi occidentali che nei versanti a rischio post -guerra o di transizione democratica.
Relatrice: Donatella Malfitano (pubblicista, laurea in Scienze Politiche, ha collaborato con l'ONU e altre organizzazioni internazionali, lavorando nell'assistenza tecnica elettorale, nella comunicazione, in campagne di sensibilizzazione e in decine di missioni a sfondo umanitario).
Crediti formativi: 2

Trieste, 13 febbraio - SISSA (Scuola Internazionale Studi Superiori Avanzati) via Bonomea 265 - Ore 9.30-13.30
L'IMPORTANZA DI MISURARE I RISULTATI DELLA COMUNICAZIONE ONLINE
In collaborazione con Sissa (Scuola Superiore di Studi Avanzati)
.
Guida all'approccio analitico e alle potenzialità di strumenti quali Google Tag Manager e Google Analytics. L'incontro prevede una panoramica dettagliata e il focus sui parametri fondamentali su cui incentrare il lavoro.
Relatrice: Marialuisa Antonini (esperta di Web Marketing & Social Media).
Crediti formativi: 4

Pordenone, 15 febbraio - Teatro Don Bosco, Viale Grigoletti 3 - Ore 20.30-22.30
SPORT E INFORMAZIONE: RAPPORTO FUORI CONTROLLO?
In collaborazione con il Circolo della Stampa di Pordenone e la Parrocchia San Giovanni Bosco di Pordenone.
Lo sport e in particolare il calcio, che dovrebbe essere l’esaltazione dei valori di una sana competizione, è sempre più ostaggio di gruppi di ultrà e teppisti collegati anche con l’estremismo politico. L’informazione condanna periodicamente e a vario titolo questo deterioramento, ma ne è a sua volta coinvolta. L’analisi del fenomeno dal punto di vista sociale e deontologico viene affidata a un popolarissimo telecronista e a un grande sociologo, profondo conoscitore dei rapporti tra sport e media.
Relatori: Bruno Pizzul (giornalista, già telecronista RAI), Giorgio Simonelli (sociologo, docente di Giornalismo radiofonico e televisivo all'Università Cattolica di Milano).
Crediti formativi: 2

Udine, 18 febbraio - Sede del Messaggero Veneto, Viale Palmanova 290 - Ore 9.30-12.30
COMUNICARE LE RICCHEZZE E LE BELLEZZE DELLA MONTAGNA PER LA SUA VALORIZZAZIONE
In collaborazione con ARGA FVG.
Il ruolo dell'informazione al servizio delle bellezze naturalistiche. Focus sull'ambiente montano e su una corretta prassi comunicativa atta alla valorizzazione del patrimonio culturale e turistico.
Relatori: Carlo Morandini (giornalista e scrittore), Gianluigi D'Orlandi (agronomo), Gabriele Cragnolini (Funzionario Corpo Forestale), Marco Buzziolo (giornalista).
Crediti formativi: 3

Udine, 19 febbraio - Sala “Gusmani” di Palazzo Antonini, via Petracco 8 - Ore 10-13
SOSTENIBILITÀ ED INNOVAZIONE SOCIALE. L'IMPORTANZA DELLA COMUNICAZIONE
In collaborazione con l'Università di Udine e Animaimpresa nell’ambito del Salone della CSR (Responsabilità Sociale d’impresa) e dell’innovazione sociale.
Incontro dedicato alla sostenibilità e all’innovazione sociale legati al territorio, con particolare riguardo al ruolo della comunicazione.
Relatori: Cristiano Degano (presidente Ordine Giornalisti del FVG), Alberto Felice De Toni (Rettore dell'Università di Udine), Rossella Sobrero (consulente di comunicazione sociale), Roberto Siagri (Presidente Eurotech), Emanuela Fregonese (Communications&Branding Manager Wartsila Italia), Bruno Bertero (direttore marketing Promo Turismo FVG), Renata Kodilja (coordinatrice Corso di laurea in Relazioni Pubbliche dell'Università di Udine).
Crediti formativi: 3
 
 
Si raccomanda ai colleghi che, per qualsivoglia motivo, non possono partecipare ad un corso al quale si erano iscritti di cancellare la propria prenotazione sulla piattaforma per consentire la partecipazione ai colleghi in lista d’attesa.
A questi ultimi consigliamo di presentarsi comunque al corso nell’eventualità, fino ad oggi non infrequente, che ci siano dei posti liberi.

DISPONIBILE IL CORSO ONLINE DEL CNOG “LA NUOVA DEONTOLOGIA”
Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti in collaborazione con il Centro di Documentazione giornalistica ha realizzato un nuovo corso online sul Testo unico della deontologia giornalistica riconosciuto per la formazione professionale continua dei giornalisti. La frequenza e il superamento del corso danno diritto, infatti, a 10 CFP deontologici. Il corso è disponibile sulla piattaforma Sigef.

Tutti gli eventi proposti sono inseriti sulla piattaforma Sigef.
Questo il link per procedere con le prenotazioni: https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/

Gli iscritti possono visionare sul sito del Consiglio nazionale il nuovo regolamento sulla Formazione Professionale Continua in vigore dal 31 maggio 2016.
Questo il link: regolamento sulla formazione professionale
 
Si precisa che l'assegnazione dei crediti prevede la partecipazione al corso dall'inizio al termine dell'appuntamento.
 

LINK 1

Regolamento del concorso

ART. 1 – SOGGETTO ORGANIZZATORE DEL CONCORSO, CONTRIBUTI E PATROCINI
Ideatore e organizzatore del Concorso è il Circolo della Stampa di Pordenone, soggetto di diritto privato costituito nel 1967 in Associazione senza fini di lucro. Contribuiscono a finanziare il Concorso, la Banca di Credito Cooperativo Pordenonese, la Famiglia Cigana, la Federazione delle Banche di Credito Cooperativo del Friuli Venezia Giulia, il Comune di Aviano, la Confartigianato Pordenone (associazione tra le piccole e le medie imprese artigiane), la sezione pordenonese dell’Anmil (Associazione nazionale fra lavoratori mutilati e invalidi del lavoro).
Patrocinatori del concorso: Ordine dei Giornalisti e l'Assostampa del Friuli Venezia Giulia, Ussi FVG (Unione Stampa Sportiva del Friuli Venezia Giulia), Regione Friuli Venezia Giulia (Giunta e Consiglio), Comuni di Pordenone, Udine, Gorizia, Trieste, Federazione Coldiretti Pordenone, Domovip Italia. Accorda la sua adesione il Coni del Friuli Venezia Giulia.
ART. 2 - OGGETTO DEL CONCORSO
Il concorso ha come oggetto l’individuazione:

dei migliori articoli/servizi di giornalismo d’inchiesta,
dei migliori articoli/servizi di giornalismo sportivo,
dei migliori articoli/servizi di giornalismo economico dedicati all’artigianato, al turismo e al grave problema sociale degli infortuni sul lavoro
pubblicati tra il 1° luglio dell'anno precedente e il 30 giugno dell'anno della proclamazione dei vincitori.
ART. 3 – CARATTERISTICHE E DESTINATARI DEL CONCORSO
Il concorso si articola in 5 diverse categorie: Giornalismo d’inchiesta, Giornalismo Sportivo, Giornalismo Economico dedicato all’Artigianato, Giornalismo Turistico, Giornalismo Sociale (argomento: infortuni sul lavoro) ed è rivolto a tutti i giornalisti, con particolare riferimento a quelli delle giovani generazioni.
ART. 4 – REQUISITI DEI PARTECIPANTI
Pena esclusione, possono partecipare al Concorso solo giornalisti professionisti, pubblicisti, praticanti regolarmente iscritti all’Ordine dei Giornalisti, di qualsiasi regione italiana, con i seguenti requisiti:
aver compiuto il 18° anno di età;
essere dipendenti o collaboratori riconosciuti delle testate giornalistiche.
ART. 5 - INCOMPATIBILITÀ
Sono esclusi dalla partecipazione al Concorso i giornalisti impegnati nella sua organizzazione e in particolare nella Giuria e nella segreteria organizzativa del concorso.
ART. 6 – CARATTERISTICHE DEI LAVORI
Pena esclusione dal Concorso, sono ammessi i lavori (articoli, servizi, ecc.) che presentano contemporaneamente tutte le seguenti caratteristiche:
- Redatti in italiano oppure in sloveno, tedesco, friulano (lingue tutelate dalla Regione a statuto speciale Friuli Venezia Giulia), purché accompagnati da traduzione in italiano;
- Argomenti relativi al Friuli Venezia Giulia e/o ai rapporti di altri territori e realtà (nazionali o esteri) con il Friuli Venezia Giulia;
- Pubblicati su un qualsiasi media italiano o straniero (quotidiani, settimanali, mensili o con altre periodicità, testate tecniche o professionali, riviste, radio, tv), anche on line. (Tutte le testate devono essere regolarmente registrate).
- Pubblicati a firma del giornalista che partecipa al concorso;
- Pubblicati nel periodo tra il 1° luglio 2018 e il 30 giugno 2019;
- Lunghezza di almeno 2.500 battute, spazi inclusi.
- I partecipanti si assumono ogni responsabilità sui contenuti e sull’autenticità e proprietà dei lavori presentati.
- È cura dei partecipanti verificare e ottenere le necessarie autorizzazioni all’utilizzo dei lavori presentati, così come tutte le questioni legate al copyright o ai diritti di riproduzione dell’articolo e/o servizio presentato al concorso.
- Il consenso dell'autore all'utilizzo del materiale presentato deve essere espresso con dichiarazione firmata.
ART. 7 – MODALITÀ E TERMINI DI PARTECIPAZIONE
La partecipazione al concorso è gratuita e può avvenire esclusivamente a titolo individuale, non in forma di gruppo.
Ogni concorrente può partecipare con un solo lavoro (articolo/servizio).
7.1 Lavori testuali
Pena esclusione dal concorso, il lavoro deve essere presentato in forma stampata su carta (pagina/e del giornale dove risultino visibili nome della testata e data) oppure in formato digitale compatibile con almeno uno dei principali software utilizzati nel mercato nazionale (es: pdf, jpg, word o altro comune formato). Nel caso di formato digitale, il lavoro dovrà essere presentato su supporto quale cd, cdrom, dvd, chiavette. In alternativa dev'essere chiaramente indicato il link web per effettuare il download del lavoro a concorso, completo in tutte le sue parti.
7.2 Lavori radiofonici
Pena esclusione dal concorso, il lavoro radiofonico deve essere presentato in formato comunemente usato e su supporto multimediale leggibile dai principali dispositivi di lettura utilizzati nel mercato nazionale. In alternativa dev'essere chiaramente indicato il link web per effettuare il download del lavoro a concorso, completo in tutte le sue parti. Il lavoro radiofonico deve essere accompagnato dal testo del servizio o da un riassunto/copione del servizio, nei formati indicati alla voce Lavori testuali del presente articolo.
7.3 Lavori video/televisivi/Web
Pena esclusione dal concorso, il lavoro realizzato in formato video/televisivo deve essere presentato nei formati AVI, MPEG o QUicktime. Il lavoro video/televisivo deve essere accompagnato dal testo del servizio o da un riassunto/copione del servizio, nei formati indicati alla voce Lavori testuali del presente articolo. In alternativa dev'essere chiaramente indicato il link web per effettuare il download del lavoro a concorso, completo in tutte le sue parti

7.4 Scheda personale
Pena esclusione dal concorso, il lavoro va accompagnato anche dai seguenti documenti:
- Scheda personale del giornalista partecipante (nome, cognome e codice fiscale; data e luogo di nascita);
- Indirizzo completo di residenza;
- Recapito telefonico ed eventuale recapito mail (o numero fax);
- Breve descrizione autobiografica sulla propria carriera giornalistica (data inizio dell’attività giornalistica, testate/aziende con le quali si collabora, ecc.);
- Categoria del concorso per la quale si presenta il lavoro (non vincolante per la Giuria).
7.5 Domanda di partecipazione e liberatoria privacy
Il lavoro va accompagnato dalla domanda di partecipazione comprensiva di liberatoria per il trattamento dei dati personali ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. 196/2003 debitamente controfirmata, utilizzando l’allegato facsimile numero 2.
7.6 Iscrizione all’Ordine dei Giornalisti e documento di identità valido
Il lavoro va accompagnato da una fotocopia (o scansione) della tessera d’iscrizione all’Ordine dei Giornalisti (o in alternativa autodichiarazione della propria iscrizione all’Ordine ai sensi di legge) e fotocopia (o scansione) di un documento d’identità valido.
7.7 Dichiarazione assenza copyright e utilizzo lavori
Il lavoro va accompagnato da una dichiarazione, firmata, di assenza di vincoli di copyright e di consenso all'utilizzo del lavoro presentato (art. 6 del presente regolamento).
7.8 Prova di avvenuta pubblicazione.
Il lavoro va accompagnato da una prova dell'avvenuta pubblicazione che può essere copia, fotocopia o scansione della pagina del giornale riportante l'articolo/servizio firmato, in cui sono visibili nome della testata e data di pubblicazione; oppure dichiarazione-impegnativa del direttore della Testata contenente gli estremi dell'articolo, il nome dell'autore, il titolo della testata e la data di pubblicazione (anche per pubblicazione on line), eventuale indicazione della trasmissione radio o televisiva nel corso della quale è avvenuta la pubblicazione (data e ora). 
7.9 Traduzione in italiano
Per i lavori testuali e audio-visivi nelle lingue tedesca, slovena o friulana, è necessario allegare, pena esclusione dal concorso, una traduzione testuale in lingua italiana (art. 6 del presente regolamento).
7.10 Modalità d’invio
Per Posta
Lavoro, scheda personale e allegati (traduzioni, testi o copioni, fotocopie documenti personali, ecc) devono essere spediti tutti assieme in una unica busta, a mezzo posta (si consiglia raccomandata, con ricevuta di ritorno), indirizzata a Circolo della Stampa di Pordenone, c/o Pro Pordenone Viale Cossetti 20/A – 33170 Pordenone;
Via Mail, all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , indicando nell’oggetto “Concorso giornalistico annuale Premio Simona Cigana, Edizione 2017-2018” (si consiglia di chiedere alla segreteria del concorso una mail di risposta con cronologia, per ricevuta).
Una copia integrale del materiale inviato dovrà essere conservata dal partecipante ed esibita alla segreteria organizzativa, in caso di richiesta motivata da danneggiamento o perdita del materiale.

7.11 Termine d’iscrizione
Il termine ultimo per l’invio del materiale, pena esclusione dal concorso, è il 10 luglio 2019; per il materiale spedito a mezzo posta farà fede il timbro postale.
ART. 7 bis – SEGNALAZIONI DEL PUBBLICO
Lettori, ascoltatori, telespettatori, blogger, fruitori di social network possono inviare alla segreteria del Circolo proposte di attenzione verso articoli, servizi, inchieste di loro gradimento. Allo stesso indirizzo dovranno indicare: autore, data di pubblicazione, titolo e copia del servizio (o link dove poter rintracciare il materiale, nel caso di segnalazioni radio, televisive o web) entro il 30 giugno prossimo. La giuria procederà a una verifica dei titoli di partecipazione e, in caso di corrispondenza, inviterà gli autori a partecipare.

ART. 8 – GIURIA E LAVORI DI VALUTAZIONE
La Commissione giudicatrice (Giuria) viene definita dal Consiglio Direttivo del Circolo della Stampa di Pordenone entro il 30 giugno 2019.
È composta dal Consiglio Direttivo del Circolo della Stampa di Pordenone e/o da eventuali altri membri scelti dallo stesso organo direttivo.
Presiede i lavori della Giuria il Presidente del Circolo della Stampa (Pietro Angelillo) o suo delegato.
I criteri di valutazione vengono definiti dalla Giuria e sono comunque ispirati a fattori di utilità e importanza della notizia, capacità investigativa e di approfondimento, obiettività e rispetto dei principi deontologici, ricerca di informazioni, risorse personali, completezza dei dati, qualità espressiva, capacità di catturare e mantenere l’interesse del lettore, originalità.
La valutazione viene effettuata con voto a maggioranza.
La Giuria si riserva il diritto di:
Escludere lavori e/o partecipanti che non hanno i requisiti indicati nel presente regolamento;
non assegnare i premi, qualora i lavori presentati non siano ritenuti adeguati allo spirito del concorso;
Attribuire la “Segnalazione speciale” per i migliori testi non vincitori;
Attribuire la “Menzione speciale” a testi (giornalistici e librari scritti da giornalisti) presentati o considerati fuori concorso, nel caso si tratti di opera di valore.
Il giudizio della giuria è insindacabile e inappellabile.
ART. 9 – UTILIZZO E RESTITUZIONE DEI LAVORI
L’organizzazione del concorso si riserva il diritto di usare i lavori pervenuti per:
Istituire un apposito Archivio;
Realizzare materiale illustrativo e testuale per la promozione del concorso e delle sue future edizioni, e per iniziative collegate.
Gli organizzatori si impegnano a citare sempre il nome dell’autore, a titolo gratuito da entrambe le parti. Nessun ulteriore diritto economico, fatti salvi i premi indicati all’art. 10 del presente Regolamento, viene riconosciuto ai partecipanti per l’utilizzo dei lavori presentati.
Tutti i lavori presentati ai fini della partecipazione al concorso non saranno restituiti; i materiali resteranno in possesso esclusivo del Circolo della Stampa di Pordenone.
ART. 10 – PREMI
Saranno assegnati i seguenti premi:
Categoria Giornalismo d’inchiesta
1° Premio - € 2.400,00
2° Premio - € 1.100,00
Categoria Giornalismo sportivo (non necessariamente d’inchiesta)
1° Premio - € 1.200,00
2° Premio € 800,00
Categoria Giornalismo economico (non necessariamente d’inchiesta) per i migliori articoli/servizi sull’Artigianato
1° Premio - € 1.000,00 
2° Premio - € 500,00.
Categoria Giornalismo turistico (con riferimento all’area di Aviano e all’area pedemontana compresa tra Sacile, Aviano e Montereale Valcellina). Due premi assoluti:
Zona di Aviano (€ 1.000,00)
Zona Aviano-Sacile-Caneva-Montereale Valcellina (€ 1.000,00)
Categoria Giornalismo sociale con riferimento agli infortuni sul lavoro (€ 1.000,00)
Nel caso in cui il primo e/o il secondo premio sia assegnato ex aequo, la singola quota viene suddivisa in parti uguali tra gli aventi diritto.
In caso di non assegnazione del 1° Premio, dovuta a lavori che non meritano questa qualifica, la quota non assegnata sarà suddivisa nella stessa proporzione tra i secondi e i terzi classificati
Le decisioni della Giuria saranno riportate con le dovute motivazioni nel verbale conclusivo dell’organismo giudicante.
ART. 11 – DIFFUSIONE DEL REGOLAMENTO, ESITO E PREMIAZIONE DEL CONCORSO
Il regolamento è pubblicato sul sito del Circolo della Stampa di Pordenone e richiamato sui siti dell'Ordine dei giornalisti (nazionale e regionale), di Fnsi e Assostampa Friuli Venezia Giulia, della Bcc Pordenonese, della Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, di Confartigianato Pordenone e su eventuali altri siti web.
L’esito del concorso (esclusivamente quello personale, senza indicare la classificazione) sarà comunicato in forma riservata ai vincitori, in vista del giorno della premiazione. 
L’esito ufficiale con le graduatorie e i premi sarà reso noto soltanto in forma pubblica, durante la cerimonia conclusiva.
La data e il luogo della premiazione saranno comunicati ai partecipanti e al pubblico entro la prima decade di ottobre 2018.
ART. 12 - ACCETTAZIONE DEL REGOLAMENTO
La partecipazione al concorso implica l’accettazione integrale e incondizionata del presente regolamento, in tutti i suoi articoli e relative declinazioni.
Partecipando al concorso, i giornalisti danno il proprio pieno consenso al trattamento dei loro dati personali ai sensi del D.Lgs 196/2003 e infatti allegano, pena l’esclusione, la liberatoria come indicato all’art.7 del presente regolamento.
ART. 13 - INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Ogni partecipante esprime, ai sensi della Legge 675/96 e del D.L.196/03 , il consenso al trattamento e alla comunicazione dei propri dati personali, nei limiti e per le finalità del Concorso.
I dati personali vengono registrati e ulteriormente elaborati nella misura necessaria per gestire la partecipazione dei candidati al presente concorso.
È garantito il rispetto del regolamento (CE) n. 45/2001 concernente la tutela delle persone fisiche in relazione al trattamento dei dati personali da parte delle istituzioni e degli organismi comunitari, nonché la libera circolazione di tali dati.
I dati personali vengono registrati e conservati fintanto che abbiano una loro utilità nella gestione delle varie attività che la partecipazione al concorso comporta.
Responsabile del trattamento dati è Pietro Gaspardo, Vicepresidente del Circolo della Stampa di Pordenone.
ART. 14 - SEGRETERIA ORGANIZZATIVA DEL CONCORSO
La segreteria organizzativa del concorso è il Circolo della Stampa di Pordenone, con sede legale c/o ProPordenone, Viale Cossetti 20, 33170 Pordenone. Le persone facenti parte di questa segreteria hanno il compito di ricevere, catalogare e consegnare alla Giuria i lavori presentati e i relativi allegati.
I lavori presentati a concorso tramite mezzo elettronico devono essere inviati al seguente indirizzo e.mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Compete soltanto alla Giuria, quale organo responsabile della correttezza della procedura concorsuale, decretare l’esclusione dal concorso di eventuali partecipanti o lavori per mancanza di requisiti (articoli 4 e 6 del presente regolamento), per incompatibilità (art. 5 del presente regolamento) o per mancato rispetto delle modalità di partecipazione, richieste dal regolamento del concorso (art. 7 del presente regolamento).
Pertanto, la Giuria si riserva il diritto di effettuare (o di delegare la segreteria organizzativa a effettuare) verifiche sui requisiti o sulla compatibilità dei partecipanti: ciò avverrà in modalità che garantiscono il rispetto della privacy.
La segreteria del concorso è a disposizione per eventuali chiarimenti e informazioni, telefonicamente ai numeri 3332592294 (Pietro Angelillo), 3405456161 (Pietro Gaspardo); via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , oppure in forma scritta a mezzo posta, all’indirizzo della sede del Circolo della Stampa di Pordenone.

AVVERTENZA I moduli-scheda per la partecipazione al concorso o per le segnalazioni del pubblico sono reperibili nel sito del Circolo della Stampa di Pordenone: www.stampa-pordenone.it
Inizio modulo

LINK 2