PREMIO SIMONA CIGANA

FUTURO CONTEMPORANEO - INTRODUZIONE

A causa delle limitazioni dovute alla pandemia di Coronavirus non siamo riusciti a dare vita alla seconda edizione di “Futuro Contemporaneo” che avevamo fissato per i giorni 12, 13 e 14 maggio. Nello stato di incertezza generale che ha portato al rinvio o all’annullamento di tanti eventi pubblici, preferiamo realizzare virtualmente alla nostra iniziativa, riportando gradualmente i concetti principali degli interventi dei relatori e l’auspicabile dibattito (aperto a tutti) che essi genereranno.

LEGGI TUTTO

La Commissione governativa istituita per la valutazione dell'equo compenso giornalistico dovrà riesaminare e riapprovare la delibera con la quale ha inteso promuovere l’equità retributiva dei giornalisti iscritti all’Albo, titolari di un rapporto di lavoro non subordinato in quotidiani, periodici, agenzie di stampa ed emittenti televisive. 

È quanto ha stabilito il Tar del Lazio accogliendo in maniera parziale un ricorso proposto dall’Ordine dei giornalisti. La vicenda controversa traeva origine dalla legge con la quale il 31 dicembre 2012, nell’introdurre nel nostro ordinamento l’equo compenso giornalistico, s’istituì un’apposita Commissione, prevedendo la decadenza del contributo pubblico per quei quotidiani, periodici, agenzie di stampa e tv che non avessero garantito il rispetto dell’equo compenso. 

Per il Tar “la delibera – si legge nella sentenza – introduce parametri di ‘equo compenso’ non proporzionati alla quantità e qualità del lavoro svolto, e del tutto insufficienti a garantire un’esistenza libera e dignitosa al giornalista autonomo, in quanto le tabelle riconoscono e legittimano un sistema di lavoro ‘a pezzo’ o ‘a chiamata’ che vede aumentare la forza contrattuale degli editori, essendosi in realtà la Commissione limitata a fissare una sorta di ‘minimo garantito’, che peraltro non corrisponde all’equo compenso”.

 I giudici amministrativi però hanno anche ritenuto che l’equo compenso “neppure può corrispondere alle tariffe del ricorrente Ordine, che eliminerebbero ogni margine di contrattazione atto a valorizzare il rapporto di proporzionalità fra quantità e qualità del lavoro specificamente svolto, in contrasto con le indicate finalità della legge”.  Alla fine, il Tar s’è astenuto dall’esame delle censure riguardanti le tabelle allegate alla delibera e i relativi scaglioni previsti, in quanto l’accoglimento parziale del ricorso “comporta comunque l’annullamento dell’intera delibera impugnata, con il conseguente obbligo per la Commissione di procedere ad una sua tempestiva riapprovazione” in senso conforme alla sentenza. (Ansa)

NEWSLETTER

N.L. N 6 – 24 aprile 2020

Cari Colleghi e Amici, nonostante la ripresa graduale delle attività, permane l’emergenza da pandemia. Questa situazione ci induce a eliminare o sospendere alcuni eventi in programma nel mese di maggio. Pensiamo di farti cosa gradita informandoti sulle nostre decisioni. Nello stesso tempo di chiediamo di segnalarci info e proposte utili alla nostra attività. Buon lavoro e buona salute a tutti.

Il Presidente e i Consiglieri

La situazione di incertezza dovuta al Coronavirus ha indotto il Circolo della Stampa di Pordenone a rinunciare anche a tre eventi in programma nel mese di maggio. Per ora, l’unica iniziativa che prosegue è l’11ª edizione del concorso nazionale giornalistico “Premio Simona Cigana”, nel rispetto dell’impegno che la categoria dei giornalisti sta profondendo nella testimonianza della crisi pandemica e nella cosiddetta Fase 2.

Le tre attività sospese sono il Rally della Stampa (1 maggio), l’incontro dedicato al giornalismo nel Giro ciclistico d’Italia (4 maggio), la seconda edizione del trittico “Futuro contemporaneo” (12, 13, 14 maggio). Saranno realizzate entro l’anno, soltanto in caso di ritorno totale alla normalità. È sospeso inoltre un quarto impegno, l’annunciata pubblicazione del libro dedicato la memoria di Simona Cigana, un’opera ormai compiuta che sarà editata non appena possibile.

Trattandosi di iniziative aperte al pubblico degli associati e degli amici dell’associazione, ne sarà data tempestiva comunicazione sul sito internet, sui social e sulle testate giornalistiche.

Resta aperto il concorso giornalistico multimediale e multilingue “Premio Simona Cigana”, che si concluderà il 10 luglio prossimo con la raccolta dei servizi giornalistici pubblicati tra il 1° luglio 2019 e il 30 giugno 2020, inviati dagli autori, entro il 10 luglio prossimo alla segreteria del Circolo, anche su segnalazione del pubblico dei lettori, degli ascoltatori, dei telespettatori e dei fruitori delle testate on line.