GIORNALISTI, ANNO DECISIVO

PUBBLICITA' IN CALO

MEETING D'INVERNO

BASTA CON I TAGLI

  • FESTA DEL PATRONO SAN FRANCESCO DI SALES

  • I VINCITORI DEL 10. PREMIO SIMONA CIGANA

  • MASCHILE E FEMMINILE: NUTRIRE IL RISPETTO

  • ITALIA ESPORTATRICE ILLEGALE DI ARMI

  • 32 MILIONI DI ITALIANI ON LINE OGNI GIORNO

FORMAZIONE GIORNALISTI

Tutti gli eventi proposti sono inseriti sulla piattaforma Sigef - Questo il link per procedere con le prenotazioni: https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/

Gli iscritti possono visionare sul sito del Consiglio nazionale il nuovo regolamento sulla Formazione Professionale Continua in vigore dal 31 maggio 2016 - Questo il link: https://www.odg.it/wp-content/uploads/2018/07/2016.05.31_B.U.-n.-10.pdf
Si consiglia ai colleghi, soprattutto a quanti si iscrivono ad un corso con largo anticipo, di verificare un paio di giorni prima sulla Piattaforma Sigef eventuali cambi di sede o di orario del corso stesso. In alcuni casi, infatti, l'improvvisa indisponibilità di una sala, o l'alto numero di iscritti e di colleghi in lista d'attesa per l'evento formativo, impongono un cambio della location rispetto alle indicazioni iniziali.

INPGI Con 12 consensi ottenuti su 14 voti, Marina Macelloni è la nuova presidente dell’istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani.

È la prima donna a ricoprire il ruolo di vertice dell’ente di via Nizza. Eletti anche i vicepresidenti dell’Inpgi: Giuseppe Gulletta, vicepresidente vicario in rappresentanza dei giornalisti pensionati (11 voti), e Fabrizio Carotti, vicepresidente eletto in quota Fieg (14 preferenze). Ad entrambe le votazioni non hanno partecipato i rappresentanti del governo.

Marina Macelloni, consigliera eletta nella circoscrizione Lombardia, più volte componente del Cda dell'ente, caporedattore responsabile del “Sole 24 ore”, è la nuova presidente dell’Inpgi, l’Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani. 
Con 12 voti su 14 consiglieri presenti al momento del voto, Macelloni è stata eletta dal Consiglio di amministrazione alla sua prima riunione dopo la tornata elettorale di fine febbraio. Due le preferenze andate all’altro candidato, Carlo Chianura. 
Macelloni, giornalista professionista dal giugno 1986, è la prima donna nella storia dell’Inpgi a ricoprire il ruolo di vertice dell’ente. 
Nella stessa riunione sono stati eletti anche i vicepresidenti dell’istituto: Giuseppe Gulletta, vicepresidente vicario in rappresentanza dei giornalisti pensionati, ha raccolto 11 preferenze su 14 (2 voti sono andati a Paola Cascella e si è inoltre registrata una scheda bianca), mentre Fabrizio Carotti, vicepresidente eletto in quota Fieg, ha ottenuto 14 consensi. Direttore generale della Federazione italiana editori giornali, Carotti torna a coprire l'incarico già assunto nell'ultimo quadriennio. 
Ad entrambe le votazioni non hanno partecipato i rappresentanti del governo che siedono in Consiglio di amministrazione: Mauro Marè, designato dal ministero del Lavoro e della previdenza sociale, e Antonio Funiciello, designato dalla presidenza del Consiglio dei ministri. 
La neo presidente, ringraziando il Consiglio di amministrazione per la fiducia, ha voluto ricordare gli importanti impegni che attendono l'ente nei prossimi mesi: il completamento della riforma pensionistica, il riassetto della gestione patrimoniale e la revisione dello statuto. «Sono certa - ha commentato - che con il massimo della collaborazione da parte di tutte le componenti del Consiglio di amministrazione riusciremo a garantire all'Inpgi sostenibilità e autonomia anche in futuro». 
.
Cpo Fnsi: «Congratulazioni e buon lavoro a Marina Macelloni, unica donna ai vertici di un ente della categoria».
Congratulazioni e l’augurio di buon lavoro a Marina Macelloni, eletta presidente dell’Inpgi. La Commissione Pari Opportunità della Fnsi esprime grande soddisfazione per l’elezione di una collega, competente e capace, ai vertici dell’Istituto di previdenza. Unica giornalista ai vertici di un ente della categoria. Al tempo stesso, alla luce dell’esiguo numero di colleghe elette nel Cda e in Consiglio generale, si augura che la nuova presidente si adoperi con forza per la modifica dello Statuto in modo da varare regole elettorali che garantiscano una rappresentanza di genere paritaria. E che, nella dolorosa riforma delle prestazioni che si andrà a varare, non manchi l’attenzione e la sensibilità per garantire le indispensabili tutele per le giornaliste già ampiamente penalizzate nella professione.

 

NEWSLETTER

ASSOSTAMPA

Parte la campagna iscrizioni 2020 all’Assostampa Fvg, articolazione territoriale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani. Che in questa fase di grandi trasformazioni, di attacco alla professione, di drammatica crisi dell’Inpgi ma anche di tutto il mondo dell'editoria e del giornalismo, rimane l'ultimo importante baluardo per la tutela dei diritti e della dignità della professione giornalistica.  

Anche nel Friuli Venezia Giulia è dunque necessario rilanciare la campagna di sensibilizzazione e di iscrizione al sindacato dei colleghi, professionali e collaboratori, contrattualizzati e non contrattualizzati. Sindacato che nella nostra regione ha le quote – rimaste invariate anche nel 2020 - più basse d’Italia. C’è anche la possibilità di richiedere l’iscrizione gratuita per giornalisti professionali e collaboratori disoccupati e/o in comprovate difficoltà economiche. Sono state anche mantenute le quote scontate per i nuovi iscritti, che erano state lanciate tempo fa, ma soltanto per un anno, a livello nazionale.

SE VUOI DIFENDERE LA LIBERTÀ DI INFORMAZIONE, AIUTA IL SINDACATO…

SE CONDIVIDI LA BATTAGLIA CHE IL SINDACATO DEI GIORNALISTI PORTA AVANTI PER LA DIFESA DELLA PROFESSIONE E CONTRO TUTTE LE LEGGI BAVAGLIO; SE VUOI DARE FORZA ALL’AZIONE DEL SINDACATO A FAVORE DELLE FASCE PIU’ DEBOLI DELLA CATEGORIA, DENTRO E FUORI DALLE REDAZIONI; SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA DIFESA E AL RINNOVAMENTO DELLA PROFESSIONE; SE CREDI CHE AVERE UN SINDACATO UNITARIO DEI GIORNALISTI SIA UNA RISORSA

ISCRIVITI – E FAI ISCRIVERE I TUOI COLLEGHI – ALL’ASSOSTAMPA FVG (e se eri già iscritto lo scorso anno, non dimenticare di rinnovare la quota 2020).

 Nel Fvg le quote per i giornalisti collaboratori sono di 45 euro, quelle per i professionali non contrattualizzati di 55 euro.

Invariata anche la quota dello 0.30 per i giornalisti professionali contrattualizzati e pensionati.

SOLTANTO PER I NUOVI ISCRITTI 2020 NON CONTRATTUALIZZATI: collaboratori 35 euro, professionali 45 euro.

(NB: professionali sono tutti i giornalisti professionisti, praticanti e i pubblicisti che svolgono comunque la professione giornalistica ai sensi dell’art. 2 dello Statuto Fnsi; collaboratori sono i pubblicisti che non rientrano nella precedente categoria).

Il pagamento della quota (per chi non versa già lo 0.30 in busta paga o con la pensione, avendo firmato l’apposita delega) può venir effettuato nei nostri uffici oppure con bonifico bancario:

Banca di Credito Cooperativo del Carso – ZKB, Riva Gulli, Trieste, IBAN IT 34 O 08928 02205 010000034417 (causale: quota 2020)

Monte dei Paschi di Siena, piazza della Borsa, Trieste, IBAN IT 50 H 01030 02230 000002958532 (causale: quota 2020)