GIORNALISTI, ANNO DECISIVO

PUBBLICITA' IN CALO

MEETING D'INVERNO

BASTA CON I TAGLI

Da giovedì 26 marzo è on line il nuovo sito web di Pordenonelegge, con una veste grafica responsive design, l’innovativa tecnologia che consente a qualsiasi dispositivo di adattarsi graficamente al portate. Dopo il successo web dello scorso anno: nei soli 5 giorni del festival 45.175 visite al sito web e ben 19 mila App scaricate.


La rinnovata veste del sito è curata da Alea, azienda di comunicazione digitale certificata Google partner, che è anche sponsor tecnico di pordenonelegge, recentemente è stata incaricata anche della gestione dei siti web ufficiali del turismo dell’Emirato del Qatar.
«Continua la nostra volontà di rinnovarci - sottolinea il Presidente della Fondazione Pordenonelegge.it Giovanni Pavan - proponendo al pubblico sempre qualcosa di nuovo e al passo con i tempi. Il nuovo sito, voluto dalla Fondazione per meglio restituire questa idea di novità e freschezza, conferma l’attenzione che da sempre pordenonelegge attribuisce alla comunicazione via web. Una sensibilità che si riverbera a partire dal nome del festival, pordenonelegge.it, scelto già 15 anni fa quando nasceva la prima edizione e quindi con spirito pionieristico rispetto all’evoluzione dei tempi. Pordenonelegge ha puntato sin dall’inizio sul virtuale come ‘agora’ ideale per la promozione del reale, cioè la qualificata proposta culturale del festival».
E’ facile restare in contatto: tutte le novità di pordenonelegge sono a disposizione grazie alla newsletter che ha raggiunto quota 15mila iscrizioni.
E in vista del festival di settembre arriveranno ulteriori novità in particolare per le App.

NEWSLETTER

ASSOSTAMPA

Parte la campagna iscrizioni 2020 all’Assostampa Fvg, articolazione territoriale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani. Che in questa fase di grandi trasformazioni, di attacco alla professione, di drammatica crisi dell’Inpgi ma anche di tutto il mondo dell'editoria e del giornalismo, rimane l'ultimo importante baluardo per la tutela dei diritti e della dignità della professione giornalistica.  

Anche nel Friuli Venezia Giulia è dunque necessario rilanciare la campagna di sensibilizzazione e di iscrizione al sindacato dei colleghi, professionali e collaboratori, contrattualizzati e non contrattualizzati. Sindacato che nella nostra regione ha le quote – rimaste invariate anche nel 2020 - più basse d’Italia. C’è anche la possibilità di richiedere l’iscrizione gratuita per giornalisti professionali e collaboratori disoccupati e/o in comprovate difficoltà economiche. Sono state anche mantenute le quote scontate per i nuovi iscritti, che erano state lanciate tempo fa, ma soltanto per un anno, a livello nazionale.

SE VUOI DIFENDERE LA LIBERTÀ DI INFORMAZIONE, AIUTA IL SINDACATO…

SE CONDIVIDI LA BATTAGLIA CHE IL SINDACATO DEI GIORNALISTI PORTA AVANTI PER LA DIFESA DELLA PROFESSIONE E CONTRO TUTTE LE LEGGI BAVAGLIO; SE VUOI DARE FORZA ALL’AZIONE DEL SINDACATO A FAVORE DELLE FASCE PIU’ DEBOLI DELLA CATEGORIA, DENTRO E FUORI DALLE REDAZIONI; SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA DIFESA E AL RINNOVAMENTO DELLA PROFESSIONE; SE CREDI CHE AVERE UN SINDACATO UNITARIO DEI GIORNALISTI SIA UNA RISORSA

ISCRIVITI – E FAI ISCRIVERE I TUOI COLLEGHI – ALL’ASSOSTAMPA FVG (e se eri già iscritto lo scorso anno, non dimenticare di rinnovare la quota 2020).

 Nel Fvg le quote per i giornalisti collaboratori sono di 45 euro, quelle per i professionali non contrattualizzati di 55 euro.

Invariata anche la quota dello 0.30 per i giornalisti professionali contrattualizzati e pensionati.

SOLTANTO PER I NUOVI ISCRITTI 2020 NON CONTRATTUALIZZATI: collaboratori 35 euro, professionali 45 euro.

(NB: professionali sono tutti i giornalisti professionisti, praticanti e i pubblicisti che svolgono comunque la professione giornalistica ai sensi dell’art. 2 dello Statuto Fnsi; collaboratori sono i pubblicisti che non rientrano nella precedente categoria).

Il pagamento della quota (per chi non versa già lo 0.30 in busta paga o con la pensione, avendo firmato l’apposita delega) può venir effettuato nei nostri uffici oppure con bonifico bancario:

Banca di Credito Cooperativo del Carso – ZKB, Riva Gulli, Trieste, IBAN IT 34 O 08928 02205 010000034417 (causale: quota 2020)

Monte dei Paschi di Siena, piazza della Borsa, Trieste, IBAN IT 50 H 01030 02230 000002958532 (causale: quota 2020)