GIORNALISTI, ANNO DECISIVO

PUBBLICITA' IN CALO

MEETING D'INVERNO

BASTA CON I TAGLI

Si è chiusa la prima fase del Premio giornalistico internazionale Marco Luchetta, edizione 2015, quella relativa alle candidature e al ricevimento delle opere.

Quest’anno sono diverse le novità, con l’iscrizione di testate giornalistiche di riferimento per l’informazione di tutto il mondo: a contendersi il Premio Luchetta per la sezione Tv News, infatti, riservato al migliore servizio giornalistico della durata massima di 5 minuti, con le maggiori reti e testate nazionali, saranno testate del calibro di Bbc, Cnn, SkyNews International, oltre ai tg Rai e Mediaset e a reti nazionali di primo piano come Hispan Tv.
La giuria e soprattutto il pubblico del Premio Luchetta – in programma a Trieste dal 29 giugno al 2 luglio e promosso dalla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin con la Rai ed è organizzato da Prandicom – potranno, dunque, confrontarsi con le news dei corrispondenti stranieri dalle latitudini più impervie del pianeta, dove l’informazione è unica possibile “sentinella” sulle minacce, le violenze e i soprusi ai danni dell’infanzia.
I premi per le varie sezioni saranno consegnati in occasione della serata “I nostri Angeli” 2015, in programma giovedì 2 luglio al Politeama Rossetti di Trieste. E altrettanto qualificata e davvero eccezionale è poi la partecipazione alle ulteriori sezioni del Premio.
The Guardian, Paris Match, Huffington Post, El Pais, Washington Post e altre testate europee si contenderanno il Premio Luchetta 2015 per la sezione dedicata a Dario D’Angelo per il miglior articolo internazionale. Completano le sezioni la categoria Reportage, dedicata ad Alessandro Ota, che premia giornalisti e tele cineoperatori per servizi televisivi della durata massima di un’ora; poi c’è il Premio Luchetta per la stampa italiana e la sezione Miran Hrovatin per la migliore fotografia, dove sono in gara le principali testate italiane e straniere come The New Yorker, Al Jazeera Magazine, El Mundo, Paris Match e molte altre. Anche in occasione del Premio Luchetta 2015 saranno assegnati il Premio Speciale Luchetta e il Premio FriulAdria Testimoni della Storia.
Nelle prossime settimane il programma entrerà nel vivo: mercoledì 13 maggio la giuria si riunirà a Roma per selezionare le terne finaliste che verranno annunciate l’indomani. La serata, ripresa e trasmessa da Rai1, sarà preceduta anche per l’edizione 2015 da Anteprima “I nostri Angeli”, trenta minuti tv in onda sulle frequenze regionali Rai a cura della sede regionale Rai Fvg, dedicata quest’anno a Expo 2015 e il cibo con protagonisti importanti legati ai temi del diritto al cibo e alla valorizzazione delle eccellenze agroalimentari del territorio.
E questa edizione si preannuncia nel segno di Periscope: le fasi salienti e le comunicazioni per la stampa saranno accessibili direttamente attraverso la nuova app di twitter, che rimanderà ai follower del premio gli annunci, le conferenze stampa, i momenti caldi della riunione della giuria, e chissà, magari anche i primi contatti con i vincitori 2015 per raggiungerli, in diretta, con la bella notizia di essere stati premiati.
D’altra parte, è proprio nel Dna di un premio giornalistico l’esplorazione delle novità più interessanti e innovative della rete e del fare informazione e comunicazione. E Unicef Italia annuncia in diretta Periscope da Trieste, con i promotori del Premio e della Fondazione Luchetta, il vincitore della prima edizione del Premio Unicef “I nostri Angeli”, riconoscimento per la testata giornalistica che più si è distinta nei temi legati alla tutela dell’infanzia nel mondo, e si affianca alle sezioni consuete del Premio Luchetta. (Agi)

NEWSLETTER

ASSOSTAMPA

Parte la campagna iscrizioni 2020 all’Assostampa Fvg, articolazione territoriale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani. Che in questa fase di grandi trasformazioni, di attacco alla professione, di drammatica crisi dell’Inpgi ma anche di tutto il mondo dell'editoria e del giornalismo, rimane l'ultimo importante baluardo per la tutela dei diritti e della dignità della professione giornalistica.  

Anche nel Friuli Venezia Giulia è dunque necessario rilanciare la campagna di sensibilizzazione e di iscrizione al sindacato dei colleghi, professionali e collaboratori, contrattualizzati e non contrattualizzati. Sindacato che nella nostra regione ha le quote – rimaste invariate anche nel 2020 - più basse d’Italia. C’è anche la possibilità di richiedere l’iscrizione gratuita per giornalisti professionali e collaboratori disoccupati e/o in comprovate difficoltà economiche. Sono state anche mantenute le quote scontate per i nuovi iscritti, che erano state lanciate tempo fa, ma soltanto per un anno, a livello nazionale.

SE VUOI DIFENDERE LA LIBERTÀ DI INFORMAZIONE, AIUTA IL SINDACATO…

SE CONDIVIDI LA BATTAGLIA CHE IL SINDACATO DEI GIORNALISTI PORTA AVANTI PER LA DIFESA DELLA PROFESSIONE E CONTRO TUTTE LE LEGGI BAVAGLIO; SE VUOI DARE FORZA ALL’AZIONE DEL SINDACATO A FAVORE DELLE FASCE PIU’ DEBOLI DELLA CATEGORIA, DENTRO E FUORI DALLE REDAZIONI; SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA DIFESA E AL RINNOVAMENTO DELLA PROFESSIONE; SE CREDI CHE AVERE UN SINDACATO UNITARIO DEI GIORNALISTI SIA UNA RISORSA

ISCRIVITI – E FAI ISCRIVERE I TUOI COLLEGHI – ALL’ASSOSTAMPA FVG (e se eri già iscritto lo scorso anno, non dimenticare di rinnovare la quota 2020).

 Nel Fvg le quote per i giornalisti collaboratori sono di 45 euro, quelle per i professionali non contrattualizzati di 55 euro.

Invariata anche la quota dello 0.30 per i giornalisti professionali contrattualizzati e pensionati.

SOLTANTO PER I NUOVI ISCRITTI 2020 NON CONTRATTUALIZZATI: collaboratori 35 euro, professionali 45 euro.

(NB: professionali sono tutti i giornalisti professionisti, praticanti e i pubblicisti che svolgono comunque la professione giornalistica ai sensi dell’art. 2 dello Statuto Fnsi; collaboratori sono i pubblicisti che non rientrano nella precedente categoria).

Il pagamento della quota (per chi non versa già lo 0.30 in busta paga o con la pensione, avendo firmato l’apposita delega) può venir effettuato nei nostri uffici oppure con bonifico bancario:

Banca di Credito Cooperativo del Carso – ZKB, Riva Gulli, Trieste, IBAN IT 34 O 08928 02205 010000034417 (causale: quota 2020)

Monte dei Paschi di Siena, piazza della Borsa, Trieste, IBAN IT 50 H 01030 02230 000002958532 (causale: quota 2020)