FUTURO CONTEMPORANEO - INTRODUZIONE

A causa delle limitazioni dovute alla pandemia di Coronavirus non siamo riusciti a dare vita alla seconda edizione di “Futuro Contemporaneo” che avevamo fissato per i giorni 12, 13 e 14 maggio. Nello stato di incertezza generale che ha portato al rinvio o all’annullamento di tanti eventi pubblici, preferiamo realizzare virtualmente alla nostra iniziativa, riportando gradualmente i concetti principali degli interventi dei relatori e l’auspicabile dibattito (aperto a tutti) che essi genereranno.

LEGGI TUTTO

Indice articoli

Carlo Muscatello, giornalista del quotidiano Il Piccolo, è stato confermato presidente dell'Assostampa Fvg per il prossimo mandato. Lo ha deciso nella sua prima riunione il nuovo consiglio direttivo dell'articolazione regionale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani, che ha confermato anche Alessandro Martegani, giornalista freelance, nell'incarico di segretario.
Conferma inoltre per le vicepresidenti Poljanka Dolhar, vicaria (Primorski Dnevnik), ed Erica Culiat (collaboratrice).
La nuova tesoriera è invece Viviana Valente (Rai Fvg).
Il segretario Martegani ha poi nominato vicesegretari Luciana Versi (uffici stampa e agenzie), Maurizio Bekar (lavoro autonomo) e Pietro Rauber (quotidiani). Per la prima volta nella storia dell'Assostampa Fvg la giunta esecutiva è così formata nel pieno rispetto della parità di genere: quattro colleghe (Dolhar, Culiat, Valente, Versi) e quattro colleghi (Muscatello, Martegani, Bekar, Rauber).
Completano il consiglio direttivo i fiduciari di Trieste Ciro Esposito (Il Piccolo, con la vice Ivana Gherbaz), di Udine Oscar D'Agostino (Messaggero Veneto, con il vice Lorenzo Mansutti), di Gorizia Igor Devetak (Primorski Dnevnik, con il vice Matteo Femia) e di Pordenone Patrizia Disnan (Gazzettino, con la vice Clelia Delponte), assieme ai consiglieri professionali Nicola Filipovic, Mattia Assandri, Fabio Folisi e Fulvio Sabo, e collaboratori Claudio Bisiani e Luca D'Agostino. Il presidente Muscatello e il segretario Martegani, nel ringraziare i colleghi per la fiducia confermata, hanno dichiarato che "in una fase molto difficile per la categoria, l'Assostampa Fvg proseguirà nel lavoro avviato in questi anni, per difendere il lavoro giornalistico, il contratto e la centralità delle redazioni, nella battaglia per dare rappresentanza e tutele ai colleghi con o senza contratto".


 


Si sono svolte sa Trieste, Gorizia, Udine e Pordenone le elezioni per i nuovi organi dell'Associazione della Stampa del Friuli Venezia Giulia, articolazione territoriale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani.
Sono stati eletti tutti i colleghi candidati o indicati dalla lista unitaria "Uniti nell'Assostampa", che fa riferimento al precedente Consiglio Direttivo e all'attuale maggioranza della Fnsi.
Nel nuovo Consiglio Direttivo sono state eletti fra i giornalisti professionali:
Carlo MUSCATELLO (105 voti)
Alessandro MARTEGANI (93)
Viviana VALENTE (78)
Poljanka DOLHAR (75)
Nicola FILIPOVIC GRCIC (71)
Pietro RAUBER (71)
Mattia ASSANDRI (70)
Maurizio BEKAR (68)
Luciana VERSI (66)
Fabio FOLISI (63)
Fulvio SABO (60)
primo dei non eletti Roberto Carella (17), seguito da Giovanni Montenero (10), Sandro Sguazzin (4) e altri colleghi con 1 voto.
Fra i giornalisti collaboratori sono stati eletti:
Claudio BISIANI (20 voti)
Erica CULIAT (20)
Luca D'AGOSTINO (17)
primo dei non eletti Roberto Cannalire (5).
Fiduciario professionale di Trieste è stato eletto Ciro ESPOSITO (74 voti; primo dei non eletti Roberto Carella 2), di Gorizia Igor DEVETAK (10), di Udine Oscar D'AGOSTINO (11), di Pordenone Patrizia DISNAN (5).
Vice fiduciaria per i collaboratori di Trieste è stata eletta Ivana GHERBAZ (10 voti; primo dei non eletti Andrea Di Matteo 2), vice fiduciario di Gorizia Matteo FEMIA (3), di Udine Lorenzo MANSUTTI (4; primo dei non eletti Amos D'Antoni 1), di Pordenone Clelia DELPONTE (2).
Sono stati inoltre eletti nel Collegio dei Probiviri i giornalisti professionali Giovanni Battista MARTELLOZZO (72 voti), Cristina VISINTINI (46), Matteo CONTESSA (41), Clemente BORANDO (40), Ugo SALVINI (38), Corrado BARBACINI (36) e Arrigo Ricci (33). Primo dei non eletti Giovanni Tommasin (33) (per minore anzianità  di iscrizione), seguito da Carlo Morandini (24) e Vittorio Znidarsic (24). Sempre fra i Probiviri, fra i collaboratori sono stati eletti Roberto CANNALIRE (47) e Walter GRANDIS (21), primo dei non eletti Luca D'Agostino (3).
Nel Collegio dei Revisori dei conti  sono stati eletti Pietro TREBICIANI (78 voti) e Sandro SGUAZZIN (64), primo dei non eletti Ugo Salvini (2). Fra i collaboratori Andrea DI MATTEO (55), primo dei non eletti Amos D'Antoni (2).