GIORNALISTI, ANNO DECISIVO

PUBBLICITA' IN CALO

MEETING D'INVERNO

BASTA CON I TAGLI

Corsi di Settembre e Ottobre

Con la ripresa autunnale il Circolo della Stampa di Pordenone riavvia il suo programma dei corsi di formazione di settembre e ottobre. Si tratta di due lezioni dedicate a due temi d’attualità.

In settembre.

Garimberti Ansa.“La crisi genera mostri”, un’analisi delle cause e degli effetti in Europa dell’impasse politico-economica degli Stati membri dell’UE e del rapporto con l’informazione. Il corso (fissato per il 24 settembre (dalle 9.30 alle 12.30) nella sede del Polo tecnologico di Pordenone) è stato rinviato a data da stabilirsi, causa indisponibilità del relatore, Federico Fubini, inviato speciale ed editorialista del Corriere della Sera.
D’accordo con Fubini, abbiamo concordato l’ingaggio di Federico Garimberti, inviato dell’Ansa, già portavoce del nostro Governo durante il semestre della presidenza italiana nell’Unione Europea.

Garimberti si è riservato di scegliere la nuova data entro settembre per consentire il corso entro ottobre.

In ottobre.

“Pari dignità e pari rispetto reciproci tra uomo e donna. Da quale parte stanno i giornalisti?”. Si tratta di un’analisi della situazione alla luce dei troppi casi di violenza e del nuovo Protocollo di Pordenone che prospetta un rinnovato impegno etico e culturale dell’Informazione, di fronte al desolante fenomeno di inciviltà che purtroppo si perpetua in continuazione.
Il corso è stato programmato per venerdì 23 ottobre (dalle 9.30 alle 12.30), nella sala “Teresina Degan” della Biblioteca civica multimediale di Pordenone. Relatrici: Valeria Palumbo, giornalista del gruppo del Corriere della Sera ed esperta di problemi su stampa e cultura di genere, e Maria De Stefano, presidente dell’associazione onlus “Voce donna”. Coordinatrice: Paola Dalle Molle, del direttivo del Circolo della Stampa di Pordenone, promotrice della “Carta Pordenone”.

NEWSLETTER

ASSOSTAMPA

Parte la campagna iscrizioni 2020 all’Assostampa Fvg, articolazione territoriale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani. Che in questa fase di grandi trasformazioni, di attacco alla professione, di drammatica crisi dell’Inpgi ma anche di tutto il mondo dell'editoria e del giornalismo, rimane l'ultimo importante baluardo per la tutela dei diritti e della dignità della professione giornalistica.  

Anche nel Friuli Venezia Giulia è dunque necessario rilanciare la campagna di sensibilizzazione e di iscrizione al sindacato dei colleghi, professionali e collaboratori, contrattualizzati e non contrattualizzati. Sindacato che nella nostra regione ha le quote – rimaste invariate anche nel 2020 - più basse d’Italia. C’è anche la possibilità di richiedere l’iscrizione gratuita per giornalisti professionali e collaboratori disoccupati e/o in comprovate difficoltà economiche. Sono state anche mantenute le quote scontate per i nuovi iscritti, che erano state lanciate tempo fa, ma soltanto per un anno, a livello nazionale.

SE VUOI DIFENDERE LA LIBERTÀ DI INFORMAZIONE, AIUTA IL SINDACATO…

SE CONDIVIDI LA BATTAGLIA CHE IL SINDACATO DEI GIORNALISTI PORTA AVANTI PER LA DIFESA DELLA PROFESSIONE E CONTRO TUTTE LE LEGGI BAVAGLIO; SE VUOI DARE FORZA ALL’AZIONE DEL SINDACATO A FAVORE DELLE FASCE PIU’ DEBOLI DELLA CATEGORIA, DENTRO E FUORI DALLE REDAZIONI; SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA DIFESA E AL RINNOVAMENTO DELLA PROFESSIONE; SE CREDI CHE AVERE UN SINDACATO UNITARIO DEI GIORNALISTI SIA UNA RISORSA

ISCRIVITI – E FAI ISCRIVERE I TUOI COLLEGHI – ALL’ASSOSTAMPA FVG (e se eri già iscritto lo scorso anno, non dimenticare di rinnovare la quota 2020).

 Nel Fvg le quote per i giornalisti collaboratori sono di 45 euro, quelle per i professionali non contrattualizzati di 55 euro.

Invariata anche la quota dello 0.30 per i giornalisti professionali contrattualizzati e pensionati.

SOLTANTO PER I NUOVI ISCRITTI 2020 NON CONTRATTUALIZZATI: collaboratori 35 euro, professionali 45 euro.

(NB: professionali sono tutti i giornalisti professionisti, praticanti e i pubblicisti che svolgono comunque la professione giornalistica ai sensi dell’art. 2 dello Statuto Fnsi; collaboratori sono i pubblicisti che non rientrano nella precedente categoria).

Il pagamento della quota (per chi non versa già lo 0.30 in busta paga o con la pensione, avendo firmato l’apposita delega) può venir effettuato nei nostri uffici oppure con bonifico bancario:

Banca di Credito Cooperativo del Carso – ZKB, Riva Gulli, Trieste, IBAN IT 34 O 08928 02205 010000034417 (causale: quota 2020)

Monte dei Paschi di Siena, piazza della Borsa, Trieste, IBAN IT 50 H 01030 02230 000002958532 (causale: quota 2020)