FUTURO CONTEMPORANEO - INTRODUZIONE

A causa delle limitazioni dovute alla pandemia di Coronavirus non siamo riusciti a dare vita alla seconda edizione di “Futuro Contemporaneo” che avevamo fissato per i giorni 12, 13 e 14 maggio. Nello stato di incertezza generale che ha portato al rinvio o all’annullamento di tanti eventi pubblici, preferiamo realizzare virtualmente alla nostra iniziativa, riportando gradualmente i concetti principali degli interventi dei relatori e l’auspicabile dibattito (aperto a tutti) che essi genereranno.

LEGGI TUTTO

INCONTRO CON GIGI RIVA

L'Europa tra crisi

debolezze ed egoismi

L’Europa affronta in questi giorni - dopo i sanguinosi attentati di Parigi - una delle prove più difficili della sua storia. Si trasformerà la sua identità rispetto alle origini? Il vento di guerra davvero rischia di coinvolgere i Paesi membri in un conflitto contro l’Isis? A questi e ad altri interrogativi di forte attualità darà risposta Gigi Riva , caporedattore centrale de L’Espresso, ospite giovedì 26 novembre, alle 18, nella sala Consiglio della Provincia , in corso Garibaldi, nell'ambito della rassegna “Inviato speciale”, promossa dal Circolo della Stampa di Pordenone.


Riva, reduce dalla capitale francese, dove è stato testimone diretto dei tragici fatti di questi giorni, svolgerà un tema più che mai attuale: “L’Europa tra crisi, debolezze ed egoismi”. Sarà un'occasione da non perdere, come gli altri incontri del Circolo della Stampa con grandi personaggi del giornalismo che vivono da “inviati” sul territorio i problemi e i temi mondiali.
Giornalista e scrittore, Gigi Riva ha al suo attivo una lunga esperienza sui fatti nazionali e internazionali, che gli deriva da una ricca esperienza professionale: redattore a Il Giornale di Bergamo, il Gazzettino, il Giorno e D-la Repubblica delle donne, direttore del Giornale di Vicenza, il settimanale L'Espresso, di cui oggi è caporedattore centrale.
Particolarmente intensa la sua attività di inviato nella zone calde del mondo, come le guerre degli anni Novanta nei Balcani, esaminate in diversi i libri, fra i quali Jugoslavia il nuovo Medioevo (con Marco Ventura); L'Onu è morta a Sarajevo (con Zlatko Dizdarevic) e I muri del pianto. All'inizio del prossimo anno pubblicherà un nuovo libro in Francia.
Notevole anche il suo apporto in altri settori culturali. Tra l'altro, ha scritto il soggetto e la sceneggiatura dei film Il Carniere (Clemi 1997) , Nema problema (2004), Il sorriso del capo (2011).
La conferenza di giovedì, che rientra nel percorso formativo dei giornalisti, è aperta al pubblico.