ANNO DECISIVO

PUBBLICITA' IN CALO

MEETING D'INVERNO

BASTA CON I TAGLI

Ecco i servizi del Gazzettino e del Messaggero Veneto, dedicati alla chiusura del concorso per gli studenti degli istituti scolastici di San Vito al Tagliamento che si avvale del patrocinio e della collaborazione del nostro Circolo della Stampa. Nella prima edizione ci ha rappresentati Giorgio Rizzo (uno degli ideatori del concorso). Nelle edizioni successive il Cirolo è rappresentato da Angela Mormile.

IL GAZZETTINO

Premiati al Teatro Arrigoni gli studenti sanvitesi vincitori del concorso Dillo in 200 caratteri, promosso dalla Commissione comunale immigrati con il patrocinio del Comune di San Vito e del Circolo della stampa di Pordenone. La cerimonia di consegna degli attestati si è tenuta il 12 maggio, ed è stata caratterizzata da alcuni interventi musicali di Nuccio Simonetti e Claudio Mazzer. L'argomento di questa edizione era Attraversare mondi, abitare la terra e ha visto la partecipazione di circa 150 ragazzi, i cui elaborati sono stati selezionati dalla giuria composta da Angela Mormile, giornalista del Circolo della stampa di Pordenone, Mah Aissata Fofana, scrittrice del Mali e Marco Pelosi, docente di Materie Letterarie. Ad intervenire per l'Amministrrazione l'assessore Susi Centis e il sindaco Antonio Di Bisceglie, che hanno fatto un appello «a proseguire sulla strada che si può riassumere in due parole: inclusione e solidarietà». Gli studenti vincitori per la sezione delle scuole medie sono Francesca Napolitano, Alexandra Lena e Giulia Fantin dell'istituto comprensivo Hack di San Vito, mentre gli studenti vincitori per la sezione delle scuole superiori sono Alessandro Alberti, Sasha Castellan e Izaura Mullaj, del Sarpi, Freschi e liceo Le Filandiere. 
E.M.

MESSAGGERO VENETO

Premiati gli studenti-scrittori
Riflessioni raccolte in un libro

SAN VITOIl teatro Arrigoni di San Vito al Tagliamento ha ospitato la cerimonia di premiazione della quinta edizione del concorso "Attraversare mondi, abitare la Terra: dillo in 200 caratteri", promosso dalla commissione comunale immigrati, con il patrocinio del Comune e del Circolo della stampa di Pordenone. L'iniziativa "Dillo in 200 caratteri" è rivolta agli studenti degli istituti scolastici sanvitesi. Ogni anno, per partecipare, sono chiamati a comporre un testo, appunto, di 200 caratteri sull'argomento scelto, che fa riferimento alle tematiche dell'immigrazione e dell'accoglienza. In questa edizione il tema prescelto eta "Attraversare mondi, abitare la Terra". Hanno partecipato circa 150 ragazzi, i cui elaborati sono stati selezionati dalla giuria composta da Angela Mormile, giornalista del Circolo della stampa di Pordenone, Mah Aissata Fofana, scrittrice del Mali, e Marco Pelosi, docente di materie letterarie. Per le scuole medie dell'istituto comprensivo Margherita Hack hanno vinto Francesca Napolitano, Alexandra Lena e Giulia Fantin. Per gli istituti superiori (Le filandiere e Paolo Sarpi) hanno vinto Alessandro Alberti, Sasha Castellan e Izaura Mullaj.A testimonianza dell'importanza del lavoro portato avanti nel quinquennio 2013-2018, è stato presentato e distribuito ai partecipanti il libro "Essere cittadini del mondo": raccoglie le riflessioni degli studenti in occasione delle cinque edizioni del concorso. Alla realizzazione del volume hanno contribuito il Comune e la sezione di San Vito dell'Associazione immigrati di Pordenone. Alla cerimonia erano presenti l'assessore alle politiche sociali, Susi Centis, il sindaco Antonio Di Bisceglie, il presidente della commissione comunale immigrati, Ousmane Traore, la responsabile dello sportello locale dell'associazione immigrati, Teresa Fernandez, e l'insegnante de Le filandiere Anna Coviello. Nel corso della cerimonia sono intervenuti i musicisti Nuccio Simonetti e Claudio Mazzer. Centis e Di Bisceglie hanno fatto appello a proseguire lungo una strada fatta di inclusione e solidarietà. (a.s.)

NEWSLETTER

ASSOSTAMPA

Parte la campagna iscrizioni 2020 all’Assostampa Fvg, articolazione territoriale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani. Che in questa fase di grandi trasformazioni, di attacco alla professione, di drammatica crisi dell’Inpgi ma anche di tutto il mondo dell'editoria e del giornalismo, rimane l'ultimo importante baluardo per la tutela dei diritti e della dignità della professione giornalistica.  

Anche nel Friuli Venezia Giulia è dunque necessario rilanciare la campagna di sensibilizzazione e di iscrizione al sindacato dei colleghi, professionali e collaboratori, contrattualizzati e non contrattualizzati. Sindacato che nella nostra regione ha le quote – rimaste invariate anche nel 2020 - più basse d’Italia. C’è anche la possibilità di richiedere l’iscrizione gratuita per giornalisti professionali e collaboratori disoccupati e/o in comprovate difficoltà economiche. Sono state anche mantenute le quote scontate per i nuovi iscritti, che erano state lanciate tempo fa, ma soltanto per un anno, a livello nazionale.

SE VUOI DIFENDERE LA LIBERTÀ DI INFORMAZIONE, AIUTA IL SINDACATO…

SE CONDIVIDI LA BATTAGLIA CHE IL SINDACATO DEI GIORNALISTI PORTA AVANTI PER LA DIFESA DELLA PROFESSIONE E CONTRO TUTTE LE LEGGI BAVAGLIO; SE VUOI DARE FORZA ALL’AZIONE DEL SINDACATO A FAVORE DELLE FASCE PIU’ DEBOLI DELLA CATEGORIA, DENTRO E FUORI DALLE REDAZIONI; SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA DIFESA E AL RINNOVAMENTO DELLA PROFESSIONE; SE CREDI CHE AVERE UN SINDACATO UNITARIO DEI GIORNALISTI SIA UNA RISORSA

ISCRIVITI – E FAI ISCRIVERE I TUOI COLLEGHI – ALL’ASSOSTAMPA FVG (e se eri già iscritto lo scorso anno, non dimenticare di rinnovare la quota 2020).

 Nel Fvg le quote per i giornalisti collaboratori sono di 45 euro, quelle per i professionali non contrattualizzati di 55 euro.

Invariata anche la quota dello 0.30 per i giornalisti professionali contrattualizzati e pensionati.

SOLTANTO PER I NUOVI ISCRITTI 2020 NON CONTRATTUALIZZATI: collaboratori 35 euro, professionali 45 euro.

(NB: professionali sono tutti i giornalisti professionisti, praticanti e i pubblicisti che svolgono comunque la professione giornalistica ai sensi dell’art. 2 dello Statuto Fnsi; collaboratori sono i pubblicisti che non rientrano nella precedente categoria).

Il pagamento della quota (per chi non versa già lo 0.30 in busta paga o con la pensione, avendo firmato l’apposita delega) può venir effettuato nei nostri uffici oppure con bonifico bancario:

Banca di Credito Cooperativo del Carso – ZKB, Riva Gulli, Trieste, IBAN IT 34 O 08928 02205 010000034417 (causale: quota 2020)

Monte dei Paschi di Siena, piazza della Borsa, Trieste, IBAN IT 50 H 01030 02230 000002958532 (causale: quota 2020)