Ernesto Galli della Loggia

apre la seconda edizione

al Museo della battaglia

 

Vittorio Veneto (Museo della battaglia, Vittorio Veneto) - Organizzazione: HISTORIA – Pordenone (Gruppo Studi Storici e Sociali) e CIRCOLO STAMPA PORDENONE con Ordine Giornalisti del Veneto 


Venerdì 28 ottobre ore 20.30-22.30
“Senza la guerra"
Discussione sul volume (edizioni il Mulino 2016) con scritti di M. Cacciari, E. Galli della Loggia, L. Caracciolo
Relatori: Prof. Ernesto Galli della Loggia (Istituto Italiano di Scienze Umane Firenze), Dott. Ugo Berti Arnoaldi Veli (Il Mulino); Moderatore Prof. Avv. Guglielmo Cevolin (Università di Udine e Historia Pordenone).
Le recenti vicende internazionali sembrano indicare che la guerra possa tornare d’attualità. L’Europa e l’Italia cercano di ritrovarne le categorie culturali per superare il momento critico e affrontare le crisi internazionali tenendo conto dell’evoluzione dell’atteggiamento europeo sulla guerra dal punto di vista della storia, della geopolitica, della filosofia e della letteratura.
Sullo sfondo dell’iniziativa il libro “Senza la guerra” edito da Il Mulino con scritti di M. Cacciari, E. Galli della Loggia, L. Caracciolo.
 
Sabato 12 novembre ore 10.00-12.30
“Grande Guerra: le radici e gli sconfitti. Europei, Cattolici, Operatori di pace”
Discussione sul volume con scritti di F. Cardini, F.M. Agnoli, N. Dal Grande e F. Pedrone (edizioni Il Cerchio 2015)
Relatori: Dott. Francesco Mario Agnoli (Identità Europea) e Prof. Aggr. Guglielmo Cevolin (Università di Udine e Historia Pordenone); Moderatore Prof. Roberto Vitale (Vitale Institute for Geopolitical Studies).
Dal dramma dei profughi e rifugiati alle prime forme di assistenza del diritto internazionale dalla trascurata figura di Benedetto XV con il suo forte impegno impegno per la pace  alle origini delle organizzazioni internazionali e all’attualità giuridica dell’Onu.
 
Sabato 19 novembre ore 10.00-12.30
“I figli di Ares. Guerra infinita e terrorismo”.
Discussone sul volume di Umberto Curi (Castelvecchi editore, 2016)
Relatore: Prof. Umberto Curi (Università di Padova). Moderatore Prof. Avv. Guglielmo Cevolin (Università di Udine e Historia Pordenone).
Il presupposto per cancellare o ridurre le tensioni internazionali, le guerre, lo stesso terrorismo è l'eliminazione degli squilibri economici fra aree diverse del pianeta. Il terrorismo è la 'risposta' sbagliata nel tentativo di ristabilire, almeno parzialmente, la simmetria infranta dalla tecnologizzazione della guerra.

NEWSLETTER

CIRCOLO DELLA STAMPA. Arriva Carlo Verna, presidente dell’Ordine nazionale dei giornalisti

Il 10 dicembre la proclamazione dei vincitori del 10° Premio Cigana

Altre due iniziative: il libro sulla vita di Simona e il festival “Futuro contemporaneo”

La cerimonia conclusiva della 10ª edizione del Concorso giornalistico nazionale, annuale, multimediale, multilingue “Premio Simona Cigana” è in programma per il 10 dicembre, ore 10.30, ad Aviano, Palazzo Carraro-Menegozzi. Nell’occasione sarà presentata l’11ª edizione, 2019-2020. Come sempre, le graduatorie concorsuali saranno rese note soltanto nel giorno della premiazione. I vincitori sono stati scelti tra i 37 finalisti nelle seguenti cinque categorie: Inchiesta, Sport, Economia/Artigianato, Turismo, Sociale/Infortuni sul lavoro. Il concorso riguarda il Friuli Venezia Giulia trattato in chiave nazionale e internazionale su testate regionali, nazionali e internazionali, in lingua italiana e nelle lingue minoritarie della nostra regione. All’evento del decennale parteciperà il collega Carlo Verna, presidente nazionale del nostro Ordine, al quale sarà conferito il titolo statutario di “Socio Onorario” del Circolo della Stampa di Pordenone. Con Verna interverranno il presidente regionale dell’Ordine e nostro Socio Onorario, Cristiano Degano, e il presidente di Assostampa FVG e consigliere nazionale Fnsi, Carlo Muscatello, anch’egli nostro Socio Onorario. Sempre nell’ambito del “Premio Simona Cigana”, nel 2020, il Circolo della Stampa darà vita a due iniziative. Entrambe saranno ospitate a Pordenone. La prima, in febbraio, avrà al centro il libro dedicato alla vita umana e professionale di Simona Cigana. La seconda, in maggio, è la nuova edizione di “Futuro Contemporaneo”, il festival del pensiero, della scienza, della tecnologia


Studenti e giornalisti contro la violenza sulle donne

Anche quest’anno il Circolo della Stampa di Pordenone darà vita all’evento dedicato alla lotta contro la violenza sulle donne, un lacerante male sociale che obbliga tutti coloro che si occupano di educazione e di informazione ad agire per portare avanti la cultura del rispetto reciproco tra i generi. L’iniziativa fa parte del programma per la Settimana pordenonese contro la violenza sulle donne, indetta dal Comune di Pordenone con l’apporto di Associazioni che operano in città, compresa la nostra, a sostegno delle pari opportunità. LA GIORNATA. Sabato 23 novembre, dalle 10 alle 12. LA SEDE. Auditorium B, Liceo Grigoletti, Pordenone. IL TEMA. “Maschile-Femminile, nutrire il rispetto”. PROTAGONISTI. Il Coordinamento Donne Fnp Cisl, autrice di una raccolta di testimonianze dirette, storie di donne e di uomini, che è diventato un prezioso dossier, materia di un recital che andrà in cena all’inizio del prossimo anno. PROGRAMMA. Nell’incontro del 23 novembre il tema, che è anche oggetto di corso di formazione per giornalisti, sarà svolto da interventi di relatori e da letture tratte dalla ricerca suddetta.

Nel nostro sito

https://www.stampa-pordenone.it/

TUTTI I CORSI DI FORMAZIONE PER GIORNALISTI NELLA REGIONE FVG