FUTURO CONTEMPORANEO - INTRODUZIONE

A causa delle limitazioni dovute alla pandemia di Coronavirus non siamo riusciti a dare vita alla seconda edizione di “Futuro Contemporaneo” che avevamo fissato per i giorni 12, 13 e 14 maggio. Nello stato di incertezza generale che ha portato al rinvio o all’annullamento di tanti eventi pubblici, preferiamo realizzare virtualmente alla nostra iniziativa, riportando gradualmente i concetti principali degli interventi dei relatori e l’auspicabile dibattito (aperto a tutti) che essi genereranno.

LEGGI TUTTO

Ernesto Galli della Loggia

apre la seconda edizione

al Museo della battaglia

 

Vittorio Veneto (Museo della battaglia, Vittorio Veneto) - Organizzazione: HISTORIA – Pordenone (Gruppo Studi Storici e Sociali) e CIRCOLO STAMPA PORDENONE con Ordine Giornalisti del Veneto 


Venerdì 28 ottobre ore 20.30-22.30
“Senza la guerra"
Discussione sul volume (edizioni il Mulino 2016) con scritti di M. Cacciari, E. Galli della Loggia, L. Caracciolo
Relatori: Prof. Ernesto Galli della Loggia (Istituto Italiano di Scienze Umane Firenze), Dott. Ugo Berti Arnoaldi Veli (Il Mulino); Moderatore Prof. Avv. Guglielmo Cevolin (Università di Udine e Historia Pordenone).
Le recenti vicende internazionali sembrano indicare che la guerra possa tornare d’attualità. L’Europa e l’Italia cercano di ritrovarne le categorie culturali per superare il momento critico e affrontare le crisi internazionali tenendo conto dell’evoluzione dell’atteggiamento europeo sulla guerra dal punto di vista della storia, della geopolitica, della filosofia e della letteratura.
Sullo sfondo dell’iniziativa il libro “Senza la guerra” edito da Il Mulino con scritti di M. Cacciari, E. Galli della Loggia, L. Caracciolo.
 
Sabato 12 novembre ore 10.00-12.30
“Grande Guerra: le radici e gli sconfitti. Europei, Cattolici, Operatori di pace”
Discussione sul volume con scritti di F. Cardini, F.M. Agnoli, N. Dal Grande e F. Pedrone (edizioni Il Cerchio 2015)
Relatori: Dott. Francesco Mario Agnoli (Identità Europea) e Prof. Aggr. Guglielmo Cevolin (Università di Udine e Historia Pordenone); Moderatore Prof. Roberto Vitale (Vitale Institute for Geopolitical Studies).
Dal dramma dei profughi e rifugiati alle prime forme di assistenza del diritto internazionale dalla trascurata figura di Benedetto XV con il suo forte impegno impegno per la pace  alle origini delle organizzazioni internazionali e all’attualità giuridica dell’Onu.
 
Sabato 19 novembre ore 10.00-12.30
“I figli di Ares. Guerra infinita e terrorismo”.
Discussone sul volume di Umberto Curi (Castelvecchi editore, 2016)
Relatore: Prof. Umberto Curi (Università di Padova). Moderatore Prof. Avv. Guglielmo Cevolin (Università di Udine e Historia Pordenone).
Il presupposto per cancellare o ridurre le tensioni internazionali, le guerre, lo stesso terrorismo è l'eliminazione degli squilibri economici fra aree diverse del pianeta. Il terrorismo è la 'risposta' sbagliata nel tentativo di ristabilire, almeno parzialmente, la simmetria infranta dalla tecnologizzazione della guerra.