I giovani devono essere

coinvolti nel cambiamento

Il tema “Uomo – Donna incontro o scontro? I Media e la Scuola per una vera cultura della parità e del rispetto reciproco” è stato l’atto conclusivo  della prima settimana  di “Pordenone. una città contro la violenza sulle donne”.


Al ridotto del Verdi, davanti una gremita platea di giovani studenti, hanno portato la loro testimonianza  su come i media  trattano  le notizie, Lorenzo Marchiori coordinatore delle pagine cultura del Gazzettino FVG, Antonio Bacci redattore responsabile del Messaggero Veneto di Pordenone,  Pietro Angelillo presidente del circolo della Stampa di Pordenone, mentre altri aspetti sono stati analizzati da Chiara Cristini consigliera provinciale di parità e presidente di Carta di Pordenone.   Fra le altre considerazioni espresse dai relatori è emerso che è necessario un cambiamento di cultura che deve essere condiviso dalle giovani generazioni poiché saranno loro  la futura classe dirigente. Il dibattito è stato moderato dalla giornalista Paola dalle Molle e in apertura le finalità della Settimana  sono state illustrate dall’assessore alle Pari opportunità del Comune di Pordenone Guglielmina Cucci che ha ribadito la necessità di  mantenere sempre viva l’attenzione  sul fenomeno della violenza che subiscono le donne.    L’incontro è  stato promosso dal Comune di Pordenone, dal Circolo della stampa di Pordenone e dalla Carta di Pordenone che assieme a Voce Donna Onlus, Teatro Verdi, Cinemazero, Assostampa, Ordine dei giornalisti del FVG  e media locali  hanno  organizzato gli appuntamenti della settimana.