GIORNALISTI, ANNO DECISIVO

PUBBLICITA' IN CALO

MEETING D'INVERNO

BASTA CON I TAGLI

Al via la sesta edizione del Premio letterario “Per le antiche vie”, indirizzato agli aspiranti scrittori dai 18 anni in su. A promuoverlo è l’omonimo Circolo d’arte e di cultura di Montereale Valcellina (Pn) con il sostegno di diversi partner privati e istituzionali. Tra questi ultimi, da segnalare la Regione Friuli Venezia Giulia e PromoTurismo FVG, la UTI Valli e Dolomiti Friulane, il Comune di Montereale Valcellina, l’ecomuseo Lis Aganis e Friuli nel Mondo.
Duplice lo scopo del Premio: favorire la creatività di tutti coloro che amano la scrittura, affinché vengano valorizzati i talenti che hanno trovato ispirazione dai luoghi e dalle genti del Friuli Venezia Giulia, nonché valorizzare le risorse umane, storiche, artistiche, culturali e naturali della regione Friuli Venezia Giulia.
 Si concorre inviando da sabato 11 febbraio a domenica 11 giugno 2017 un racconto breve in lingua italiana (massimo 12.000 caratteri, spazi compresi) ambientato completamente o in parte in regione. Il tema è libero e il racconto può ispirarsi alla realtà o alla fantasia dell’autore, al quale è lasciata assoluta libertà di scelta anche sul genere narrativo. A selezionare i racconti sarà una giuria, parzialmente rinnovata rispetto al 2016 con figure di spicco nel mondo culturale regionale, composta dal presidente Marco Salvadori (ricercatore, scrittore e direttore della Biblioteca di Casarsa) e dai giurati Rocco Burtone (musicista, scrittore, teatrante…), Angela Felice (studiosa e critica di teatro, direttore del Centro Studi Pasolini di Casarsa), Nico Nanni (giornalista e operatore culturale), Ofelia Tassan Caser (ex direttrice della Biblioteca Civica di Pordenone).
La giuria seleziona prima una rosa di 24 semifinalisti, quindi una rosa di 12 finalisti, fra i quali vengono scelti i primi tre classificati e un giovane da premiare, adottando rigorosi criteri di valutazione. Lo scorso anno furono proclamati vincitori Adriana Schepis di Trieste, Barbara Pascoli di Romans d’Isonzo (Go), Emanuela Diomaiuto di Trentola Ducenta (Ce), scelti fra oltre 150 concorrenti del Friuli Venezia Giulia e di quasi tutte le altre regioni italiane.
Ai primi tre classificati andranno assegni di 800, 400, 200 euro (consegnati da Friulovest Banca), un pernottamento gratuito a Montereale Valcellina e visite guidate nel territorio. La novità di quest’anno è un premio speciale al finalista più giovane non premiato fra i primi tre, che riceverà 200,00 € (consegnati da Domovip Europa).
Ci si può iscrivere compilando la domanda di partecipazione nella versione cartacea oppure on line. Si può pagare la quota di partecipazione (10 euro) con bonifico bancario o con PostePay. La spedizione del racconto e della domanda deve avvenire in ogni caso solamente via e-mail. Per la promozione del Bando è in rete uno spot, raggiungibile anche dal sito del Circolo, girato davanti alla monumentale Centrale-Museo di Malnisio e al secentesco Palazzo Toffoli di Montereale Valcellina con letture di Roberto Foglietta.
 Da segnalare la capacità del Premio di coniugare la cultura al turismo e alla promozione del territorio regionale. A sei anni dal suo avvio, la formula di questa iniziativa si consolida diventando ancora più visibile, non fa che provare che il percorso intrapreso è quello giusto. 
La premiazione dei tre autori primi classificati e del finalista più giovane avverrà sabato 14 ottobre 2017 alle ore 16.00 a Montereale Valcellina nella ex Centrale di Malnisio, che oltre ad essere un importante museo per l’architettura industriale e la tecnologia della produzione dell’energia elettrica, sta diventando una vera e propria “cattedrale dell’arte e della cultura”.

Circolo d’Arte e di Cultura “Per le antiche vie”
www.perleantichevie.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.facebook.com/circoloperleantichevie
Tel. 0427 79233
Cell. 333 3901023

NEWSLETTER

ASSOSTAMPA

Parte la campagna iscrizioni 2020 all’Assostampa Fvg, articolazione territoriale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani. Che in questa fase di grandi trasformazioni, di attacco alla professione, di drammatica crisi dell’Inpgi ma anche di tutto il mondo dell'editoria e del giornalismo, rimane l'ultimo importante baluardo per la tutela dei diritti e della dignità della professione giornalistica.  

Anche nel Friuli Venezia Giulia è dunque necessario rilanciare la campagna di sensibilizzazione e di iscrizione al sindacato dei colleghi, professionali e collaboratori, contrattualizzati e non contrattualizzati. Sindacato che nella nostra regione ha le quote – rimaste invariate anche nel 2020 - più basse d’Italia. C’è anche la possibilità di richiedere l’iscrizione gratuita per giornalisti professionali e collaboratori disoccupati e/o in comprovate difficoltà economiche. Sono state anche mantenute le quote scontate per i nuovi iscritti, che erano state lanciate tempo fa, ma soltanto per un anno, a livello nazionale.

SE VUOI DIFENDERE LA LIBERTÀ DI INFORMAZIONE, AIUTA IL SINDACATO…

SE CONDIVIDI LA BATTAGLIA CHE IL SINDACATO DEI GIORNALISTI PORTA AVANTI PER LA DIFESA DELLA PROFESSIONE E CONTRO TUTTE LE LEGGI BAVAGLIO; SE VUOI DARE FORZA ALL’AZIONE DEL SINDACATO A FAVORE DELLE FASCE PIU’ DEBOLI DELLA CATEGORIA, DENTRO E FUORI DALLE REDAZIONI; SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA DIFESA E AL RINNOVAMENTO DELLA PROFESSIONE; SE CREDI CHE AVERE UN SINDACATO UNITARIO DEI GIORNALISTI SIA UNA RISORSA

ISCRIVITI – E FAI ISCRIVERE I TUOI COLLEGHI – ALL’ASSOSTAMPA FVG (e se eri già iscritto lo scorso anno, non dimenticare di rinnovare la quota 2020).

 Nel Fvg le quote per i giornalisti collaboratori sono di 45 euro, quelle per i professionali non contrattualizzati di 55 euro.

Invariata anche la quota dello 0.30 per i giornalisti professionali contrattualizzati e pensionati.

SOLTANTO PER I NUOVI ISCRITTI 2020 NON CONTRATTUALIZZATI: collaboratori 35 euro, professionali 45 euro.

(NB: professionali sono tutti i giornalisti professionisti, praticanti e i pubblicisti che svolgono comunque la professione giornalistica ai sensi dell’art. 2 dello Statuto Fnsi; collaboratori sono i pubblicisti che non rientrano nella precedente categoria).

Il pagamento della quota (per chi non versa già lo 0.30 in busta paga o con la pensione, avendo firmato l’apposita delega) può venir effettuato nei nostri uffici oppure con bonifico bancario:

Banca di Credito Cooperativo del Carso – ZKB, Riva Gulli, Trieste, IBAN IT 34 O 08928 02205 010000034417 (causale: quota 2020)

Monte dei Paschi di Siena, piazza della Borsa, Trieste, IBAN IT 50 H 01030 02230 000002958532 (causale: quota 2020)