CORSI DI FORMAZIONE

Si consiglia ai colleghi, soprattutto a quanti si iscrivono ad un corso con largo anticipo, di verificare un paio di giorni prima sulla Piattaforma Sigef eventuali cambi di sede o di orario del corso stesso. In alcuni casi, infatti, l'improvvisa indisponibilità di una sala, o l'alto numero di iscritti e di colleghi in lista d'attesa per l'evento formativo, impongono un cambio della location rispetto alle indicazioni iniziali.

Mercoledì 10 aprile 2019. Dalle 17.30 alle 19.30, Sala grande di Cinemazero, Pordenone.
Argomento. “Gaza, gigantesca prigione all’aperto per 3 milioni di persone”
Relatori. Mustafa Hassuna (fotografo, autore di reportage dalla striscia di Gaza), Riccardo Costantini (direttore di Cinemazero).
Organizazione. Cinemazero-Festival Le Voci dell’inchiesta-Pordenone Docs Fest, Circolo della Stampa di Pordenone, Ordine dei giornalisti FVG, Oxfam Italia.
Riferimento. Festival Le Voci dell’inchiesta-Pordenone Docs Fest.

Mercoledì 10 aprile 2019. Dalle 20.30 alle 23.30, Sala grande di Cinemazro, Pordenone.
Argomento. “L’ombra inquietante di Steve Bannon sulle elezioni europee”.
Relatori. Alison Klayman (regista del film “Sull’orlo dell’abisso”), Giovanna Botteri (corrispondente Rai dagli Stati Uniti, in collegamento da New York), in collegamento da New York), Riccardo Costantini (direttore di Cinemazero),
Organizzazione. Cinemazero-Festival Le Voci dell’inchiesta-Pordenone Docs Fest, Circolo della Stampa di Pordenone, Ordine dei giornalisti FVG, Associazione Il Capitello, Egon Spa.
Riferimento. Festival Le Voci dell’inchiesta-Pordenone Docs Fest.

Venerdì 12 aprile 2019. Dalle 18 alle 20, via Jacopo Linussio, 1/A, Pordenone.
Argomento. “L’intelligenza artificiale. Quale futuro per l’uomo?”
Relatori. Lorenzo Pinna (Giornalista scientifico, scrittore, divulgatore scientifico), Alberto Garlini (giornalisti, scrittore, co-curatore di Pordenonelegge).
Organizazione. Pordenonelegge, Circolo della Stampa di Pordenone, Ordine dei giornalisti FVG.

Si raccomanda ai colleghi che, per qualsivoglia motivo, non possono partecipare ad un corso al quale si erano iscritti di cancellare la propria prenotazione sulla piattaforma per consentire la partecipazione ai colleghi in lista d’attesa.
A questi ultimi consigliamo di presentarsi comunque al corso nell’eventualità, fino ad oggi non infrequente, che ci siano dei posti liberi.

DISPONIBILE IL CORSO ONLINE DEL CNOG “LA NUOVA DEONTOLOGIA”
Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti in collaborazione con il Centro di Documentazione giornalistica ha realizzato un nuovo corso online sul Testo unico della deontologia giornalistica riconosciuto per la formazione professionale continua dei giornalisti. La frequenza e il superamento del corso danno diritto, infatti, a 10 CFP deontologici. Il corso è disponibile sulla piattaforma Sigef.

Tutti gli eventi proposti sono inseriti sulla piattaforma Sigef.
Questo il link per procedere con le prenotazioni: https://sigef-odg.lansystems.it/sigef/

Gli iscritti possono visionare sul sito del Consiglio nazionale il nuovo regolamento sulla Formazione Professionale Continua in vigore dal 31 maggio 2016.
Questo il link: regolamento sulla formazione professionale

 

Si precisa che l'assegnazione dei crediti prevede la partecipazione al corso dall'inizio al termine dell'appuntamento.

Approvata dai ministeri la riforma dell'Inpgi

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali - di concerto col covigilante Ministero dell'Economia - ha comunicato oggi l'avvenuta approvazione della riforma previdenziale varata dal Consiglio di Amministrazione dell'Inpgi il 28 settembre 2016.

I Ministeri – condividendone l’impianto complessivo sul piano sostanziale - hanno infatti dato il via libera agli interventi correttivi del regime previdenziale dell’ente, deliberati per garantire la sostenibilità della gestione nel medio-lungo periodo. 

Nel contempo, è stata approvata l’introduzione di un contributo di solidarietà da applicare, in via temporanea e per la durata di 3 anni, a tutti i trattamenti di pensione erogati dall’Inpgi con importo pari o superiore a  38.000,00 euro lordi annui, con percentuali crescenti in base alle diverse fasce reddituali. I Ministeri, in particolare, hanno sottolineato come tale misura costituisca – in adesione ai criteri esposti in proposito dalla Corte Costituzionale – una efficace attuazione del principio di equità intergenerazionale posto alla base dei sistemi previdenziali.

Le misure principali della riforma approvate dai Ministeri riguardano quindi:
a) la modifica dei requisiti di accesso alla pensione di vecchiaia che vede incrementare, progressivamente nel triennio 2017 – 2019, l’età anagrafica richiesta, fino ad elevarla a regime a 66 e 7 mesi;
b) la modifica dei requisiti di accesso alla pensione d’anzianità, che prevede un progressivo innalzamento dell’anzianità contributiva fino ad arrivare nel 2019 a 40 di contribuzione con 62 anni di età. 
Tali misure non hanno effetto nei confronti di coloro che, alla data del 31/12/2016, abbiano già maturato i requisiti previsti dalla normativa previgente per l’accesso ad un qualunque trattamento di pensione, che - pertanto - potranno continuare ad accedere ai trattamenti pensionistici in qualsiasi momento anche successivamente all’entrata in vigore dei nuovi requisiti;
c) l’introduzione del sistema di calcolo contributivo - di cui alla legge n. 335/1995 - per le contribuzioni successive al 01/01/2017.
d) l’istituzione di un contributo aggiuntivo di disoccupazione dell’1,4%, a decorrere dal corrente mese di febbraio, per i rapporti a termine, a carico del datore di lavoro, riferito ai soli rapporti di lavoro a tempo determinato instaurati per causali diverse dalla sostituzione di personale temporaneamente assente.

In merito ad alcune misure, di minore impatto, i Ministeri hanno ritenuto di non procedere con l’approvazione ma di chiedere ulteriori elementi di precisazione.
In particolare, per quanto riguarda le clausole di salvaguardia  di cui alla Tabella A del Regolamento - che avrebbero consentito l’accesso anche con abbattimenti alla pensione di vecchiaia e di anzianità, con i requisiti previsti dalla previgente normativa, dei giornalisti e delle giornaliste che, a seguito della cessazione del rapporto di lavoro, fossero stati ammessi alla prosecuzione volontaria della contribuzione oppure dipendenti da aziende in stato crisi ovvero disoccupati per cessazione rapporto di lavoro da aziende in crisi – i Ministeri si sono riservati di valutare i relativi impatti sull’andamento dei conti dell’ente.

“Il percorso di risanamento dell'Inpgi è partito. La riforma - ha commentato la presidente Marina Macelloni - consentirà all'Istituto di garantire la sostenibilità dei conti nel lungo periodo e quindi di rimanere anche in tempi difficili un presidio autonomo a tutela dell'informazione in Italia. L'Inpgi non fallirà, non sarà commissariato ne' tantomeno confluirà nell'Inps.
Questo obiettivo importante è stato raggiunto grazie al lavoro e al senso di responsabilità di tanti. Voglio ringraziare il Consiglio di amministrazione, le Parti sociali Fnsi e Fieg e la struttura tecnica dell'Istituto guidata dalla Direttrice generale, Mimma Iorio. Il Ministero del Lavoro e il Ministero dell'Economia ci hanno riservato un'attenzione particolare e dimostrato fiducia nel gruppo dirigente dell'Istituto.
Una riflessione sul contributo di solidarietà, approvato dai Ministeri nonostante le molte polemiche e ridefinito correttamente contributo di equità: è un piccolo sacrificio che però restituisce a tutta la categoria il senso di una solidarietà tra generazioni indispensabile in un momento difficile come questo”.
A breve sarà diffusa un’apposita nota tecnico illustrativa su cosa cambia con l’entrata in vigore della riforma.
(www.inpgi.it)

 

IN BREVE

CONVENZIONE PER SERVIZI FISCALI PER ISCRITTI ASSOSTAMPA FVG

Il sindacato regionale ha sottoscritto un accordo vantaggioso con le Acli, che ha uffici nelle quattro province. L’Assostampa Fvg ha sottoscritto una convenzione con l’Acli Service di Trieste/Gorizia, Udine e Pordenone per la compilazione delle dichiarazioni dei redditi e più in generale per servizi e consulenze fiscali. La convenzione - riservata agli iscritti in regola con la quota associativa e ai loro familiari - si aggiunge ai tanti servizi e alle numerose convenzioni già esistenti (vedi sito www.assostampafvg.it) e risponde alle richieste e alle esigenze di molti colleghi, che potranno ora accedere ai servizi di consulenza fiscale con tariffe molto vantaggiose, garantiti da una struttura di livello nazionale di consolidata competenza ed esperienza. (leggi tutto)

QUOTE ALBO 2019
La quota Albo per il 2019 è di euro 120 (130 per l'elenco speciale). Per i pagamenti effettuati dopo il 31 gennaio si applica, a termini di legge, una mora del 10%.
I giornalisti professionisti e pubblicisti che possono autocertificare di essere titolari di pensione di vecchiaia o invalidità pagheranno metà quota (modulo scaricabile sul nostro sito o disponibile nei nostri uffici). E' possibile effettuare un bonifico bancario da intestare a Ordine dei giornalisti FVG indicando sempre cognome e nome dell'iscritto/a. Questo l'IBAN: IT 78 R 02008 02230 000103129568 - I versamenti potranno anche essere effettuati a: - Trieste in Corso Italia 13 (da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13), telefono 040/3728586; - Udine negli uffici di via Manin 18 (presso la Società Filologica Friulana) dalle 10 alle 12, da lunedì a venerdì, telefono 0432/508384; - Pordenone presso la "Propordenone" in Viale Cossetti 20/A, 10-12 (lunedì/venerdì), telefono 0434/1777805

COMUNICAZIONE AGLI ISCRITTI
Si invitano gli iscritti a comunicare, via email a info@odg.fvg.it, le variazioni di residenza, posta elettronica e recapiti telefonici per poter aggiornare la scheda personale e trasmettere i dati esatti alla piattaforma Sigef per la formazione.

RINNOVATA LA CONVENZIONE PER SERVIZI DI TRASPORTO
Rinnovata la convenzione tra l'Ordine regionale dei giornalisti Fvg e la S.L.A.I. (Servizi Logistici agli Istituti s.n.c.) relativamente al trasporto con navetta da/per gli aeroporti di Ronchi dei Legionari, Venezia, Treviso, Udine, Roma e Lubiana e rivolta ai giornalisti regolarmente iscritti al nostro Albo. 
Il testo della nuova convenzione
AGEVOLAZIONI PER GIORNALISTI ALLE PALESTRE CALIFORNIA
Le palestre California di Trieste e provincia offrono ai colleghi, in regola con la quota annuale 2019, delle condizioni particolarmente favorevoli. In particolare, chi si presenta con la tessera dell'Ordine ha diritto all'iscrizione annuale gratuita (normalmente del costo di 30 euro) e pagherà 40 euro (anziché 65) l'abbonamento mensile che da l'accesso alla sala pesi e ai corsi, tranne quelli di arti marziali. La riduzione è personale e non estendibile a terzi o a familiari e permette di frequentare indistintamente le Palestre California di Roiano, San Giovanni, Campi Elisi, Viale D'Annunzio e Muggia Porto San Rocco. L'offerta è valida per tutto il 2019.
Per maggiori informazioni https://www.californiapalestre.it/

LE CONVENZIONI STIPULATE DAL CONSIGLIO NAZIONALE
Questo il link dove sono inserite varie convenzioni stipulate dal Consiglio nazionale dell'Ordine dei giornalisti: http://www.odg.it/category/convenzioni