Il Vescovo: "Fate strada ai senza voce"

«Non preoccupatevi di fare strada, ma fate strada ai senza voce, prestate la vostra voce ai poveri, agli apparentemente insignificanti del mondo che non ha voce». Riprendendo le parole di san Giovanni Paolo II, il vescovo Giuseppe Pellegrini ha rivolto questa esortazione ai giornalisti che hanno partecipato alla messa del loro patrono, san Francesco di Sales.

Appuntamento che si è tenuto nella chiesa di san Giovanni Bosco, retta dai salesiani, dove il presule ha cominciato la visita pastorale. E con una decina di salesiani ha concelebrato: tra loro, il parroco don Salvatore Di Martino e il direttore della comunità don Germano Colombo, nonché don Bruno Cescon, responsabile diocesano delle comunicazioni sociali, e, per la cura dei canti, don Gilberto.San Francesco di Sales fu un grande scrittore, probabilmente secondo solo a sant'Agostino. «Siate mediatori - è stato l'invito del vescovo - di quello che Gesù vuole realizzare nella storia della salvezza. Potete portare il fuoco della verità, dell'amore, della giustizia, della pace».Il compito del giornalista, ha aggiunto monsignor Giuseppe Pellegrini, «è importante e bello. Siate testimoni di un umanesimo di cui l'umanità ha bisogno, che fonda i diritti fondamentali della persona sui valori che sono il deposito della nostra fede».Al termine della messa, come di consueto, l'incontro con i vertici del Circolo della stampa di Pordenone, cinquant'anni di storia alle spalle, rappresentato dal presidente Piero Angelillo e dal vice Pier Gaspardo. «È un momento di testimonianza e di riflessione. Abbiamo la necessità di riflettere - ha detto il presidente - poiché è un momento difficile per la categoria e per le imprese editoriali. I social stravolgono il mondo dell'informazione, rischiamo di perdere non tanto i lettori quanto l'autorevolezza». Dopo l'omaggio floreale, l'invito del vescovo: «Siate guidati da riservatezza, attenzione e rispetto per le persone. Anzi, tra voi, confrontatevi proprio su questi aspetti».La messa per i giornalisti esce per la prima volta dalla sua "sede storica" che era la cappella della curia diocesana, in via Revedole. L'idea lanciata da giornalisti e vescovo è che dal prossimo anno sia un appuntamento itinerante tra le parrocchie della città. La "prova generale" alla chiesa del don Bosco, in viale Grigoletti, pare essere riuscita.

NEWSLETTER

La cerimonia di proclamazione dei vincitori del “Premio Simona Cigana” è stata differita al 10 di conseguenza, è stata spostata anche la comunicazione personale ai finalisti inclusi o meno nell’elenco dei destinatari dei premi nelle singole categorie e che sarà spedita a fine novembre. Le graduatorie concorsuali saranno rese note soltanto nel giorno della premiazione. Lo slittamento della cerimonia è stata determinato dai molteplici impegni del presidente nazionale dell’Ordine, Carlo Verna, che interverrà ad Aviano assieme al presidente regionale Cristiano Degano. Il 10° anniversario del nostro concorso giornalistico merita infatti un’ufficializzazione che doverosamente ci sentivamo di offrire all’evento di chiusura. Nell’occasione sarà anche presentata l’11ª edizione, 2019-2020.

Nel nostro sito

https://www.stampa-pordenone.it/

TUTTI I CORSI DI FORMAZIONE PER GIORNALISTI NELLA REGIONE FVG

BASTA CON LA STAGIONE DEI TAGLI – MOBILITAZIONE NAZIONALE

RIFORMA DELLA PROFESSIONE – APPELLO DEI PRESIDENTI

STAMPA, RACCOLTA PUBBLICITARIA IN FORTE CALO

32 MILIONI DI ITALIANI ON LINE OGNI GIORNO