NON CI FERMIAMO

CONCORSO CIGANA

SOSTEGNO GIORNALISTI

TAMPONI

Il Vescovo: "Fate strada ai senza voce"

«Non preoccupatevi di fare strada, ma fate strada ai senza voce, prestate la vostra voce ai poveri, agli apparentemente insignificanti del mondo che non ha voce». Riprendendo le parole di san Giovanni Paolo II, il vescovo Giuseppe Pellegrini ha rivolto questa esortazione ai giornalisti che hanno partecipato alla messa del loro patrono, san Francesco di Sales.

Appuntamento che si è tenuto nella chiesa di san Giovanni Bosco, retta dai salesiani, dove il presule ha cominciato la visita pastorale. E con una decina di salesiani ha concelebrato: tra loro, il parroco don Salvatore Di Martino e il direttore della comunità don Germano Colombo, nonché don Bruno Cescon, responsabile diocesano delle comunicazioni sociali, e, per la cura dei canti, don Gilberto.San Francesco di Sales fu un grande scrittore, probabilmente secondo solo a sant'Agostino. «Siate mediatori - è stato l'invito del vescovo - di quello che Gesù vuole realizzare nella storia della salvezza. Potete portare il fuoco della verità, dell'amore, della giustizia, della pace».Il compito del giornalista, ha aggiunto monsignor Giuseppe Pellegrini, «è importante e bello. Siate testimoni di un umanesimo di cui l'umanità ha bisogno, che fonda i diritti fondamentali della persona sui valori che sono il deposito della nostra fede».Al termine della messa, come di consueto, l'incontro con i vertici del Circolo della stampa di Pordenone, cinquant'anni di storia alle spalle, rappresentato dal presidente Piero Angelillo e dal vice Pier Gaspardo. «È un momento di testimonianza e di riflessione. Abbiamo la necessità di riflettere - ha detto il presidente - poiché è un momento difficile per la categoria e per le imprese editoriali. I social stravolgono il mondo dell'informazione, rischiamo di perdere non tanto i lettori quanto l'autorevolezza». Dopo l'omaggio floreale, l'invito del vescovo: «Siate guidati da riservatezza, attenzione e rispetto per le persone. Anzi, tra voi, confrontatevi proprio su questi aspetti».La messa per i giornalisti esce per la prima volta dalla sua "sede storica" che era la cappella della curia diocesana, in via Revedole. L'idea lanciata da giornalisti e vescovo è che dal prossimo anno sia un appuntamento itinerante tra le parrocchie della città. La "prova generale" alla chiesa del don Bosco, in viale Grigoletti, pare essere riuscita.

NEWSLETTER

Un augurio

e una speranza

Carissimi Consoci, Colleghi, Amici,

avrete certamente notato che anche il Circolo della Stampa di Pordenone ha sospeso la propria attività esterna, a causa del pesante contagio da coronavirus che sta condizionando la vita di tutti. Fino al 3 aprile sono rinviati o soppressi gli eventi che organizziamo in proprio e quelli che organizziamo in collaborazione con i nostri partner. Come tutto lascia prevedere, quella data non sarà un limite sufficiente.

Tuttavia siamo pronti a ripartire non appena dovesse essere possibile.

Vi informeremo tempestivamente.

Nell’esprimere la nostra solidaietà auguriamo buona salute a tutti voi, alle vostre famiglie, alle vostre imprese, con la forza e l’impegno richiesti dalla tremenda crisi generale in atto. Qui di seguito vi comunichiamo alcuni dei nostri appuntamenti in calendario.

Chiudiamo questo messaggio con un ringraziamento e un augurio ai nostri partner che elenchiamo in ordine alfabetico: Articolo 21, Anmil Pordenone, Associazione Historia, Associazione Per le antiche vie, Assostampa Friuli Venezia Giulia, Banca di Credito Cooperartivo Pordenonese, Camera di commercio Pordenone-Udine, Carta di Pordenone, Centro studi Pasolini Casarsa, Cinemazero, Comune di Aviano, Comune di Pordenone, Comune di San Vito al Tagliamento, Coldiretti Pordenone, Concentro Pordenone, Confartigianato Pordenone, Confcooperative Pordenone, Confindustria Alto Adriatico, Coni Pordenone, Domovip Europa, Famiglia Cigana, Il Friuli, Il Gazzettino, Il Popolo diocesano, Il 13 Tv, Ordine dei giornalisti del Friuli Venezia Giulia, Messaggero Veneto, Parrocchia Don Bosco, Polo tecnologico Pordenone, Pordenonelegge, Rai FVG, Teatro comunale Giuseppe Verdi Pordenone, Telefriuli, Telepordenone, Unione Stampa sportiva del Friuli Venezia Giulia.

Il Presidente e il Consiglio Direttivo

P.S.

È molto gradito un vostro riscontro con saluti, domande, comunicazioni di vario genere, telefoncamente e sul nostro sito www.stampa-pordenone.it, oltre che via mail, Facebook, Whats App.

UNICO IMPEGNO CERTO

Premio Simona Cigana. È in corso regolarmente l’11ª edizione del concorso annuale, nazionale, mltimediale, multilingue intitolato a Simona Cigana e imperniato sul Friuli Venezia Giulia nel contesto nazionale e internazionale. Cinque le Categorie a concorso: Inchiesta, Sport, Economia/Artigianato, Sociale/Infotuni sul lavoro, Turismo/Avianese e Pedemontana. Presentazione, entro il 10 luglio, dei servizi pubblicati tra il 1° luglio 2019 e il 30 giugno 2020.

In collabrazione con enti e associazioni (v. sito Circolo della stampa).

IMPEGNI POSSIBILI (coronavirus permettendo)

24° Corso di geopolitica. I prossimi incontri di geopolitica, indetti da Historia in collaborazione con Ordine dei giornalisti e Circolo della Stampa di Pordenone, sono in programma nei giorni 16 aprile (Pordenone), 24 aprile (Spilimbergo), 15 maggio (Pordenone).

Rally della Stampa. Il 1° maggio la 54ª edizione, per giornalisti, amici e familiari. Il percorso: Pordenone-Aviano-Giais-Malnisio di Montereale Valcellina. Iscrizioni entro il 30 aprile.

Due gli obiettivi:

  1. la riscoperta delle centrali idroelettriche che, all’inizio del 20° secolo, hanno segnato una svolta epocale nella modernizzazione del territorio;

  2. la conoscenza della nuova linea dei prodotti enogastronomici tipici dell’Avianese.

Corso sul Giro d’Italia. Il 4 maggio dalle 10 alle 13, ad Aviano, con la partecipazione di giornalisti sportivi e organizzatori. In collaborazione con il Comune di Aviano, Ordine dei giornalisti, Unione Stampa sportiva.

Futuro Contemporaneo. Nei giorni 12, 13, 14 maggio, la seconda edizione del nostro trittico della scienza e delle tecnologie. È in programma a Pordenone-Palazzo Klefisch. I tre incontri avranno carattere di corso fomativo. In collabrazione con enti e associazioni (v. Locandina nell’intestazione).