GIORNALISTI, ANNO DECISIVO

PUBBLICITA' IN CALO

MEETING D'INVERNO

BASTA CON I TAGLI

Si amplia con nuove categorie

il concorso giornalistico nazionale

Stanno arrivando al Circolo della Stampa di Pordenone i primi lavori per la 9ª edizione del concorso giornalistico “Premio Simona Cigana” (a carattere annuale, nazionale, multimediale, multilingue). Fino al 10 luglio prossimo sarà possibile inviare alla segreteria i servizi pubblicati tra il 1° luglio 2017 e il 30 giugno 2018.

Il “Premio Simona Cigana” fa parte delle tante iniziative per un buon giornalismo e per il diritto del grande pubblico dei destinatari dell’informazione. Con un valore aggiunto che lo rende unico nel suo genere, in quanto pone al centro delle attenzioni nazionali e internazionali il territorio del Friuli Venezia Giulia, senza limitazioni di argomentazione. Il tutto, nell’alveo di tre “categorie”: il giornalismo d’inchiesta, il giornalismo sportivo, il giornalismo economico dedicato all’artigianato.
Nel confermare questa linea, il Bando-Regolamento di quest’anno viene definito “provvisorio” nel sito www.stampa-pordenone.it. Il motivo è il possibile aumento delle “categorie”, una novità di prossima divulgazione che evidenzia la crescita d’interesse verso il concorso dedicato alla giovane giornalista avianese Simona Cigana, scomparsa prematuramente circa undici anni fa durante il suo lavoro quotidiano.
Il “Premio Simona Cigana” è organizzato dal Circolo della Stampa di Pordenone con il patrocinio di numerosi enti, tra i quali l’Ordine dei giornalisti del Friuli VG, Assostampa FVG, la Regione Friuli Venezia Giulia, la Banca di Credito cooperativo Pordenonese, la Federazione delle Bcc, la Confartigianato Pordenone. I servizi spediti dai concorrenti alla giuria sono redatti in lingua italiana e nelle lingue minoritarie del Friuli Venezia Giulia tutelate dalla Regione a statuto speciale: friulano, sloveno e tedesco.
Nel corso degli anni l’iniziativa del Circolo della stampa di Pordenone ha ricevuto consensi crescenti e una considerazione ricorrente, nonostante la presunta limitatezza del focus sul Friuli Venezia Giulia. «A quest’ultimo dubbio – puntualizza il presidente Piero Angelillo - la nostra associazione ha sempre risposto facendo presente che il Friuli Venezia Giulia non è un “luogo minore”, grazie alla sua storia, alla sua realtà e all’interesse internazionale che sa esprimere in ogni settore della vita pubblica. Una realtà che pone la nostra regione in stretto collegamento con i contesti nazionale e internazionale. Questi aspetti sono lasciati alla capacità dei giornalisti e alla sensibilità degli editori, oltre che alla loro volontà di mettersi in gioco in un confronto vero. Il “Premio Simona Cigana”, infatti, non è la semplice attribuzione di un premio “alla carriera” o al “personaggio di turno” per una ricaduta o altro tornaconto».

NEWSLETTER

ASSOSTAMPA

Parte la campagna iscrizioni 2020 all’Assostampa Fvg, articolazione territoriale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani. Che in questa fase di grandi trasformazioni, di attacco alla professione, di drammatica crisi dell’Inpgi ma anche di tutto il mondo dell'editoria e del giornalismo, rimane l'ultimo importante baluardo per la tutela dei diritti e della dignità della professione giornalistica.  

Anche nel Friuli Venezia Giulia è dunque necessario rilanciare la campagna di sensibilizzazione e di iscrizione al sindacato dei colleghi, professionali e collaboratori, contrattualizzati e non contrattualizzati. Sindacato che nella nostra regione ha le quote – rimaste invariate anche nel 2020 - più basse d’Italia. C’è anche la possibilità di richiedere l’iscrizione gratuita per giornalisti professionali e collaboratori disoccupati e/o in comprovate difficoltà economiche. Sono state anche mantenute le quote scontate per i nuovi iscritti, che erano state lanciate tempo fa, ma soltanto per un anno, a livello nazionale.

SE VUOI DIFENDERE LA LIBERTÀ DI INFORMAZIONE, AIUTA IL SINDACATO…

SE CONDIVIDI LA BATTAGLIA CHE IL SINDACATO DEI GIORNALISTI PORTA AVANTI PER LA DIFESA DELLA PROFESSIONE E CONTRO TUTTE LE LEGGI BAVAGLIO; SE VUOI DARE FORZA ALL’AZIONE DEL SINDACATO A FAVORE DELLE FASCE PIU’ DEBOLI DELLA CATEGORIA, DENTRO E FUORI DALLE REDAZIONI; SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA DIFESA E AL RINNOVAMENTO DELLA PROFESSIONE; SE CREDI CHE AVERE UN SINDACATO UNITARIO DEI GIORNALISTI SIA UNA RISORSA

ISCRIVITI – E FAI ISCRIVERE I TUOI COLLEGHI – ALL’ASSOSTAMPA FVG (e se eri già iscritto lo scorso anno, non dimenticare di rinnovare la quota 2020).

 Nel Fvg le quote per i giornalisti collaboratori sono di 45 euro, quelle per i professionali non contrattualizzati di 55 euro.

Invariata anche la quota dello 0.30 per i giornalisti professionali contrattualizzati e pensionati.

SOLTANTO PER I NUOVI ISCRITTI 2020 NON CONTRATTUALIZZATI: collaboratori 35 euro, professionali 45 euro.

(NB: professionali sono tutti i giornalisti professionisti, praticanti e i pubblicisti che svolgono comunque la professione giornalistica ai sensi dell’art. 2 dello Statuto Fnsi; collaboratori sono i pubblicisti che non rientrano nella precedente categoria).

Il pagamento della quota (per chi non versa già lo 0.30 in busta paga o con la pensione, avendo firmato l’apposita delega) può venir effettuato nei nostri uffici oppure con bonifico bancario:

Banca di Credito Cooperativo del Carso – ZKB, Riva Gulli, Trieste, IBAN IT 34 O 08928 02205 010000034417 (causale: quota 2020)

Monte dei Paschi di Siena, piazza della Borsa, Trieste, IBAN IT 50 H 01030 02230 000002958532 (causale: quota 2020)