GIORNALISTI, ANNO DECISIVO

PUBBLICITA' IN CALO

MEETING D'INVERNO

BASTA CON I TAGLI

Ordine e Assostampa dopo l'impugnazione del Governo 

La Regione deve far valere l'autonomia

Il Governo ha impugnato davanti alla Corte Costituzionale la norma della Regione FVG, contenuta nella recente legge per il sostegno e la valorizzazione del sistema informativo regionale, che riconosce il contratto giornalistico ai colleghi degli uffici stampa degli enti locali e delle Aziende Sanitarie.

Ordine e Assostampa, nel sottolineare che non ci sono state osservazioni sulle altre norme della legge 5 la cui validità è quindi pienamente confermata, prendono atto con rammarico della decisione del Governo, invitando l’amministrazione regionale a resistere a tale impugnazione facendo valere l’autonomia del Friuli Venezia Giulia che, contrariamente alla altre Regioni a regime ordinario, ha competenza primaria in materia di ordinamento degli enti locali. Non a caso, mentre è stata a suo tempo impugnata una analoga norma della Regione Lazio altrettanto non è avvenuto nel 2016 per una legge della Sardegna che riconosce il contratto giornalistico negli uffici stampa del Comuni maggiori e della Province. Nella sua impugnativa il Governo richiama la legge 150/2000 che – ricorda – demanda unicamente alla contrattazione collettiva l’individuazione dei profili professionali del personale addetto agli uffici stampa delle pubbliche amministrazioni, dimenticando però di sottolineare che tale contrattazione avrebbe dovuto vedere la partecipazione della FNSI, cosa mai avvenuta. Per il governo ci sarebbe poi una disparità di trattamento nei confronti dei dipendenti pubblici di altre Regioni, tenuto conto che l’ipotesi di intesa del nuovo CCNL Funzioni locali sottoscritto il 21 febbraio scorso (quindi dopo l’entrata in vigore della legge regionale) prevede espressamente l’istituzione e la disciplina dei nuovi profili professionali per le attività di comunicazione e informazione. La FNSI ha però già impugnato dinanzi al Tribunale di Roma l’ipotesi di accordo di contratto collettivo nazionale di lavoro del pubblico impiego, comparto enti locali, nella parte riguardante proprio i profili professionali dei giornalisti, definiti unilateralmente dall’Aran, senza consentire alla FNSI di intervenire nella trattativa. Desta infine non poca preoccupazione l’intenzione manifestata da alcune Regioni di applicare il nuovo contratto anche ai colleghi che hanno già quello giornalistico. Assostampa e OdG si opporranno fermamente a tale eventualità. Sarebbe infatti incomprensibile, a fronte di un quasi unanime pronunciamento del Consiglio Regionale del FVG a favore di un riconoscimento del contratto giornalistico per gli uffici stampa di tutti gli enti locali, non solo negare tale riconoscimento ma addirittura toglierlo a quanti lo hanno ottenuto da più di trent’anni.

NEWSLETTER

ASSOSTAMPA

Parte la campagna iscrizioni 2020 all’Assostampa Fvg, articolazione territoriale della Fnsi, sindacato unitario dei giornalisti italiani. Che in questa fase di grandi trasformazioni, di attacco alla professione, di drammatica crisi dell’Inpgi ma anche di tutto il mondo dell'editoria e del giornalismo, rimane l'ultimo importante baluardo per la tutela dei diritti e della dignità della professione giornalistica.  

Anche nel Friuli Venezia Giulia è dunque necessario rilanciare la campagna di sensibilizzazione e di iscrizione al sindacato dei colleghi, professionali e collaboratori, contrattualizzati e non contrattualizzati. Sindacato che nella nostra regione ha le quote – rimaste invariate anche nel 2020 - più basse d’Italia. C’è anche la possibilità di richiedere l’iscrizione gratuita per giornalisti professionali e collaboratori disoccupati e/o in comprovate difficoltà economiche. Sono state anche mantenute le quote scontate per i nuovi iscritti, che erano state lanciate tempo fa, ma soltanto per un anno, a livello nazionale.

SE VUOI DIFENDERE LA LIBERTÀ DI INFORMAZIONE, AIUTA IL SINDACATO…

SE CONDIVIDI LA BATTAGLIA CHE IL SINDACATO DEI GIORNALISTI PORTA AVANTI PER LA DIFESA DELLA PROFESSIONE E CONTRO TUTTE LE LEGGI BAVAGLIO; SE VUOI DARE FORZA ALL’AZIONE DEL SINDACATO A FAVORE DELLE FASCE PIU’ DEBOLI DELLA CATEGORIA, DENTRO E FUORI DALLE REDAZIONI; SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA DIFESA E AL RINNOVAMENTO DELLA PROFESSIONE; SE CREDI CHE AVERE UN SINDACATO UNITARIO DEI GIORNALISTI SIA UNA RISORSA

ISCRIVITI – E FAI ISCRIVERE I TUOI COLLEGHI – ALL’ASSOSTAMPA FVG (e se eri già iscritto lo scorso anno, non dimenticare di rinnovare la quota 2020).

 Nel Fvg le quote per i giornalisti collaboratori sono di 45 euro, quelle per i professionali non contrattualizzati di 55 euro.

Invariata anche la quota dello 0.30 per i giornalisti professionali contrattualizzati e pensionati.

SOLTANTO PER I NUOVI ISCRITTI 2020 NON CONTRATTUALIZZATI: collaboratori 35 euro, professionali 45 euro.

(NB: professionali sono tutti i giornalisti professionisti, praticanti e i pubblicisti che svolgono comunque la professione giornalistica ai sensi dell’art. 2 dello Statuto Fnsi; collaboratori sono i pubblicisti che non rientrano nella precedente categoria).

Il pagamento della quota (per chi non versa già lo 0.30 in busta paga o con la pensione, avendo firmato l’apposita delega) può venir effettuato nei nostri uffici oppure con bonifico bancario:

Banca di Credito Cooperativo del Carso – ZKB, Riva Gulli, Trieste, IBAN IT 34 O 08928 02205 010000034417 (causale: quota 2020)

Monte dei Paschi di Siena, piazza della Borsa, Trieste, IBAN IT 50 H 01030 02230 000002958532 (causale: quota 2020)