NEWS

Il collega del Friuli Venezia Giulia Gian Paolo Girelli è stato eletto segretario dell’Unaga, l’Unione nazionale delle Arga, il gruppo di specializzazione della FNSI dei giornalisti di agricoltura, alimentazione e ambiente. Carlo Morandini, presidente dell’Arga Fvg, vicepresidente nazionale uscente al termine dei due mandati, fa parte del nuovo consiglio nazionale.

  • DOCUMENTI & RICERCHE - IL DECLINO DEI QUOTIDIANI

  • IL TRIBUNALE - UFFICI STAMPA ATTIVITA' CONTINUATIVA

  • INFLUENCER POCO INTERESSATI ALLA CULTURA

  • NON SOLO PRECARIATO - ANCHE MINACCE

  • IL CONCORSO CIGANA APERTO ALLE SEGNALAZIONI DEL PUBBLICO

  • UFFICI STAMPA - LA REGIONE FACCIA VALERE L'AUTONOMIA

  • RASSEGNA STAMPA - I NOSTRI CORSI NELLE SCUOLE

ASSOSTAMPA

L'assemblea generale è convocata martedi 29 maggio alle 14.30 in prima e alle 15 in seconda convocazione al Circolo della Stampa di Trieste, in Corso Italia 13, con il seguente ordine del giorno: 1) Relazioni politico-sindacali; 2) Bilanci consuntivo 2017 e preventivo 2018, con relazione dei revisori dei conti; 3) varie ed eventuali. Parteciperà Raffaele Lorusso, segretario generale della Fnsi.

15/06/2018 - Spilimbergo - Cinema Castello, Piazza del Duomo - La critica cinematografica al tempo del web - Durata ore 3.0 - Numero Crediti 3 - Ora Inizio: 14:00 - Docenti: Roberto Silvestri Mariuccia Ciotta Oreste De Fornari Alessio Galbiati Gianpaolo Polesini Pietro Spirito
Chi è il critico oggi? Quello che scrive sui quotidiani o sui rotocalchi? Quello che viene intervistato a tarda notte in televisione? Quello che gestisce un blog o un sito sulla rete? Oppure quelli che quotidianamente e sempre più frequentemente intervengono – richiesti- con le loro opinioni tramite sms nei programmi culturali radiofonici o manifestando il loro giudizio sui vari siti cinematografici? O forse, come diceva Mike Bongiorno, critici siamo un po’ tutti noi? Da tutto questo dobbiamo dedurre che questo mestiere ha perso autorevolezza, o che ne ha acquistata in senso più ampio? E’ un fatto che all’ultimo festival di Berlino l’autorevole giornale La Stampa ha preferito, come inviata ,al posto del critico ufficiale la cronista cinematografica. E’ dunque evidente l’opportunità di un incontro con alcuni esponenti della categoria per ragionare sul presente e sul futuro della critica cinematografica.

25/05/2018 - Udine - Società Filologica Friulana - Palazzo Mantica - L'interpretazione critica delle fonti di informazione nella rete - Durata ore 3.0 - Numero Crediti 5 - Evento di Deontologia - Docenti: Claudio Torbinio, Gea Arcella, Cristiano Degano
In filologia l'Esegesi e? l'interpretazione critica di testi finalizzata alla comprensione del loro significato. Le Categorie di applicazione possono essere tante: "esegesi giuridica", "esegesi delle fonti storiche del Medioevo", "esegesi manzoniana", "esegesi biblica". Nel vocabolario del giornalista del III millennio deve trovare posto una"Esegesi delle fonti di informazione nella rete", come lavoro di indagine e di interpretazione pre, intra e post fattuale. La Notizia, non puo? prescindere da un ferreo e continuo controllo, verifica e interpretazione critica delle fonti di fatto. Pena lo scadimento della stessa in errori che ben conosciamo: fake-news, Post-truth, trolling, etc Questo corso ha in particolare lo scopo di fornire conoscenze specialistiche sulle fonti di veicolo del fatto e sulle tecniche di viralizzazione, disseminazione e alterazione dello stesso; al fine di far acquisire competenze e capacita? critiche per comprendere i meccanismi di devianza informativa, con particolare attenzione alla pervasivita? della rete nel moderno mestiere del Giornalista.

29/05/2018 - Udine, Sede Società Filologica Friulana - Porto di Trieste e logistica regionale, un vademecum per giornalisti - Durata ore 3.0 - Numero Crediti 3 - Ora Inizio: 10:00 - Docenti: Zeno D'Agostino, Fabrizio Zerbini, Riccardo Coretti
Sede
Descrizione delle attività del Porto di Trieste e Monfalcone; Punto Franco; lavoro portuale; ricadute economiche sulla regione; possibilità di sviluppo della Piattaforma logistica regionale; il Porto nei media

22/05/2018 - Trieste, Sala Maggiore della Camera di Commercio della Venezia Giulia - Porto di Trieste e logistica regionale, un vademecum per giornalisti - Durata ore 3.0 - Numero Crediti 3 - Ora Inizio: 09:30 - Docenti: Zeno D'Agostino, Fabrizio Zerbini, Riccardo Coretti

25/05/2018 - Trieste Circolo della Stampa, Sala Alessi - La cronaca giudiziaria a Trieste: l'esperienza dei cronisti e gli aspetti deontologici - Durata ore 3.0 - Numero Crediti 5 - Evento di Deontologia - Ora Inizio: 10:00 - Docenti: Cristiano Degano, Carlo Muscatello, Pierluigi Sabatti, Claudio Ernè, Corrado Barbacini, Piero Fornasaro, Dario Grohmann, Giorgio Nicoli
Come si tratta una notizia di cronaca giudiziaria? Quale il compromesso tra diritto di cronaca e attività d'indagine? Durante l'incontro verranno presi in esame anche i risvolti deontologici.

28/05/2018 - Trieste Auditorium Museo Revoltella - Alzheimer e demenze. Il ruolo dei media per una corretta informazione e per sensibilizzare l'opinione pubblica - Durata ore 4.0 - Numero Crediti 4 - Ora Inizio: 09:00 - Docenti: Cesare Francesco Neri, Rosanna Missan, Eleonora Comelli, Mario Possenti, Giovanna Pacco, Elena Bortolomiol, Marco Trabucchi, Cristiano Degano, Ilaria Maracchi
Come i media trattano il fenomeno. Le raccomandazioni dell'OMS e le esperienze di autoregolamentazione.

05/06/2018 - Trieste Circolo della Stampa, Sala Alessi - L'attivismo femminile in Siria - Durata ore 3.0 - Numero Crediti
3 - Ora Inizio: 09:30 - Docenti: Michela Cerruti, Fabiana Martini
Comprendere la blogosfera femminile siriana non solo è utile a colmare un vuoto di conoscenze sui fenomeni sociologici di genere (non soltanto femminili) e sull’attivismo online in Siria, ma permette di scoprire una dimensione caleidoscopica che trascende le dicotomie accademiche classiche che oppongono l’Occidentale al non-Occidentale, il pubblico al privato, il religioso al laico. Nel corso dell’incontro verranno esplorate le forme individuali e collettive di militanza online create dalle nuove generazioni di donne nella Siria pre-bellica; verranno inoltre presentate tre delle numerose bloggers che la relatrice ha seguito per oltre 4 anni durante la sua ricerca dottorale: una blogger sarà usata per rappresentare le attiviste virtuali laiche, un’altra per fornire un esempio di femminismo virtuale islamico ed una terza per descrivere le bloggers appartenenti a minoranze religiose. Non verrà altresì tralasciata una finestra sull’attivismo femminile virtuale e reale durante questi anni di guerra civile. Non mancherà infine la possibilità di affrontare tematiche di grande interesse generale, quali la convivenza nello spazio pubblico di soggetti appartenenti a confessioni diverse e le recenti tendenze verso forme di islamizzazione all’interno del Paese.

12/06/2018 Trieste Università degli Studi - Aula O - Ambrosino (piano terra, ala sinistra edificio centrale) - L'uso delle immagini: tra consenso e tutela della privacy - Durata ore 3.0 - Numero Crediti 5 - Evento deontologia - Ora Inizio: 10:00 - Docenti: Giuseppe Citarella, ricercatore Diritto Privato, Università di Trieste, Cristiano Degano, Presidente Odg Fvg

13/06/2018 Trieste - Sissa - Sissa – Aula 5 (piano terra) - Immunoterapia: la nuova frontiera della lotta contro il cancro - Durata ore 4.0 - Numero Crediti 4 - Ora Inizio: 14:30 - Docenti: Vincenzo Russo Agnese Codignola
Incontro organizzato all'interno del Master in Comunicazione della Scienza. L’immunoterapia è tra le terapie più promettenti nella battaglia per sconfiggere il cancro, dà risultati promettenti nel trattamento di molte neoplasie, sinora considerate senza speranze. Il meccanismo su cui si basa è molto semplice: rimette in funzione il nostro corpo, utilizzando gli anticorpi, il più complesso ed efficiente apparato di difesa che abbiamo. Ma come funziona nel dettaglio? Per quali tumori è più efficace? Quali sono i risultati finora raggiunti? Quali le prossime sfide? E come si riesce a comunicarle evitando di creare aspettative o false illusioni nei malati?

08/06/2018 - Treviso via R. Selvatico, 2 - Crimini informatici e le insidie nel web - Durata ore 4.0 - Numero Crediti 4 - Docenti: Nevio Brunetta, Fabio Capraro, Carlo Felice Dalla Pasqua

I rischi e le possibili tutele di fronte alla criminalità informatica, sempre più diffusa e multiforme. La "parte oscura del web". La diffamazione come bavaglio all'informazione


Si precisa che l'assegnazione dei crediti prevede la partecipazione al corso dall'inizio al termine dell'appuntamento.

Tutti gli eventi proposti sono inseriti sulla piattaforma Sigef. Questo il link per procedere con le prenotazioni.

Si raccomanda ai colleghi che, per qualsivoglia motivo, non possono partecipare ad un corso al quale si erano iscritti di cancellare la propria prenotazione sulla piattaforma per consentire la partecipazione ai colleghi in lista d'attesa.
A questi ultimi consigliamo di presentarsi comunque al corso nell'eventualità, fino ad oggi non infrequente, che ci siano dei posti liberi.

I Vincitori della 7a edizione del Premio Simona Cigana

 Nell’occasione, il titolo di Socio onorario a Giulio Regeni (alla memoria) e Gian Carlo Caliman


Un appello alla difesa della libertà di stampa come baluardo della democrazia è stato lanciato ad Aviano, nel Palazzo Carraro, nel corso della conclusiva della 7ª edizione del “Premio Simona Cigana”, concorso giornalistico annuale, nazionale, multimediale, multilingue dedicato al Friuli Venezia Giulia.


La rassegna, una delle più importanti attività del cinquantenario Circolo della stampa di Pordenone, è patrocinata da Banca di Credito cooperativo Pordenonese, Federazione delle Bcc del Friuli Venezia Giulia, Confartigianato Pordenone e Famiglia Cigana, e si avvale del patrocinio della Regione, dei Comuni di Pordenone, Aviano, Udine, Gorizia, Trieste, della Coldiretti Pordenone, degli organismi rappresentativi dei giornalisti e di altri enti e organizzazioni istituzionali.
«Abbiamo l’orgoglio– ha detto tra l’altro Pietro Angelillo, il presidente del Circolo della Stampa di Pordenone - di contribuire al miglioramento del ruolo che il mondo dell’informazione e della comunicazione hanno nella società civile, nonostante la crisi crescente del nostro settore, perché siamo certi che gli esempi deleteri di soppressione della libertà di espressione da parte dei regimi autoritari siano un regresso pericoloso per la libertà». Gli hanno fatto eco gli interventi di Renzo Liva (presidente della commissione bilancio del Consiglio regionale), Mauro Angeli (assessore comunale di Aviano), Gian Carlo Caliman (delegato del Coni), Silvano Pascolo (presidente di Confartigianato Pordenone), Giovanni Caretta (consigliere d’amministrazione della Bcc Pordenonese), Lorenzo Kasperkovitz (vicedirettore della Federazione Bcc del Friuli Venezia Giulia), Bruno Carraro (presidente di Domovip) e i giornalisti premiati che hanno riconosciuto al “Premio Simona Cigana” la forza di ribadire i valori di fondo della professione  giornalistica.
Il concetto del diritto all’informazione democratica come forza di crescita del Paese è emerso anche dal conferimento del titolo statutario di Socio Onorario a Giulio Regeni (alla memoria) e a Gian Carlo Caliman, esponente di punta del Coni.
Nessuna enfasi ma sincera commozione ha caratterizzato il riconoscimento alla memoria a Giulio Regeni, ritirato da Bruno Lasca, assessore del Comune di Fiumicello, il comune del giovane ricercatore ucciso dalla polizia politica egiziana. «Un collegamento ideale con Simona Cigana – ha detto tra l’altro Lasca – giovane giornalista scomparsa anch’ella prematuramente, sia pure in circostanze diverse».
I premi, distribuiti in tre categorie (giornalismo d’inchiesta, giornalismo sportivo, giornalismo economico sull’Artigianato), sono stati assegnati a 23 giornalisti che hanno presentato servizi pubblicati tra il 1° luglio 2015 e il 30 giugno 2016 su argomenti dedicati del tutto o in parte al Friuli Venezia Giulia, in un’ottica localistica, nazionale o internazionale.
«Un concorso “vero” – hanno commentato i giornalisti premiati – che evidenzia i meriti reali della difficile professione giornalistica».


Ecco l’elenco dei premiati
CATEGORIA GIORNALISMO D’INCHIESTA
PRIMO PREMIO ASSOLUTO: Floriana Bulfon (assegno € 2.400 + diploma) per il servizio: “Regeni, i misteri del Cairo” (in onda su Rai 1, nell’ambito della trasmissione “Petrolio”, del 25 aprile 2016)
SECONDO PREMIO ASSOLUTO: Daniele Morgera (assegno € 1.100 + diploma) per il servizio: “Il confine orientale” (in onda nel Giornale radio di Rai Radio 1, nell’ambito della rubrica “Inviato Speciale”, del 20 febbraio 2016)
SEGNALAZIONI SPECIALI (targa e diploma): Sigillo e medaglia del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia a: Franco Bortuzzo per il servizio: “La storia di Zlatko  Omanovic” (in onda sul Tgr Rai del Friuli Venezia Giulia, del 26 marzo 2016)
Targa della Coldiretti di Pordenone a Giovanni Ortolani per il servizio:  “Tra i vigneti del Carso Bruxelles rialza i confini” (pubblicato sul settimale cartaceo e on line Pagina 99, il 12 dicembre 2015)
Targa Domovip a Tommaso Botto per il servizio: “FVG e fondi Ue-Facili entusiasmi e oppio mediatico” (pubblicato sulla testata on line Dovatu.it, in gennaio 2016)
Targa Confartigianato Pordenone a Sigfrido Cescut per il servizio “Cento anni della Zanussi. La rivelazione: quella cellula partigiana che beffò i nazisti” (pubblicato nell’edizione di Pordenone del Messaggero Veneto, il 25 aprile 2016)
SEGNALAZIONI SPECIALI (con diploma): Davide Francescutti per il servizio:  “Valcellina, la vecchia strada ha 110 anni” (pubblicato sull’edizione pordenonese del Messaggero Veneto, l’1 marzo 2016). Nicola Angeli per il servizio: “Da due anni ricoverato senza sapere perché” (pubblicato sulla testata on line Udine Today, il 20 maggio 2016). Elisa Cozzarini per il servizio:  “Paesaggi ritrovati” (pubblicato sulla testata on line “La nuova ecologia”, nel maggio 2016). Dario Furlan per il servizio: “Militari, ecomostri nei Magredi” (pubblicato sull’edizione di Pordenone de Il Gazzettino, il 20 ottobre 2016). Licia Giadrossi-Gloria Tamaro per il servizio: “Cigale, un mare di cemento” (pubblicato su “Lussino”, quadrimestrale della comunità di Lussinpiccolo a Trieste, numero di agosto 2015). Giorgio Simonetti per il servizio: “Maurizio Mascarin: i diari degli adolescenti malati gravi del Cro” (pubblicato sul periodico “La Città” – Pordenone, nel dicembre 2015)
CATEGORIA GIORNALISMO SPORTIVO
PRIMO PREMIO EX AEQUO: Gioacchino Roberto Di Maio (€ 600 e diploma) per il servizio: “Lega Pro. Il Pordenone sogna il miracolo nel segno del Portogruaro” (Stabia Channel.it – Castellammare di Stabia, Napoli, pubblicato il 13 marzo 2016)
PRIMO PREMIO EX AEQU: Matteo Femìa ( € 600 e diploma) per il servizio: “Con Seculìn continua la scuola di Mariano” pubblicato su “Il Piccolo” – Trieste, il 5 febbraio 2016)
SECONDO PREMIO EX AEQUO: Francesco Cardella  (€ 400 e diploma) per il servizio: “Irene Camber, 90 anni di stoccate indimenticabili” (pubblicato su “Il Piccolo” – Trieste, il 13 marzo 2016)
SECONDO PREMIO EX AEQUO: Melania Lunazzi  ( € 400 e diploma) per il servizio: “L’impresa di Enrico e Zeno giù in verticale dal Nabois” (pubblicato sul “Messaggero Veneto” – Udine, il 13 marzo 2016)
SEGNALAZIONI SPECIALI (targa e diploma)
Targa Coni Friuli Venezia Giulia: Pierpaolo Càutero per il servizio: “Quando Doimo creò il miracolo Aviano” (Pubblicato su “Il Gazzettino” – Pordenone, il 27 febbraio 2106)
Targa Coni Friuli Venezia Giulia: Alberto Francescut per il servizio: “Giada Rossi, l’azzurra precoce ha un piede già a Rio 2016” (Pubblicato su “Il Popolo” – Pordenone, il 21 giugno 2016)
SEGNALAZIONE SPECIALE (diploma): Roberto Vicenzotto per il servizio: “Gli azzurri di Conte in campo a Lilla terra d'emigranti come Furlan e Battiston” (Pubblicatosu “Il Gazzettino” – Pordenone, il 21 giugno 2016)
CATEGORIA GIORNALISMO ECONOMIA/ARTIGIANATO
PRIMO PREMIO: Daniela Patiès Montagner (€ 1.000 e diploma) per il servizio: “Antonio Zanussi da artigiano a imprenditore, una realtà lunga cent'anni” (Pubblicato sul “Corriere del Centro Paese Roma”, nel giugno 2016)
SECONDO PREMIO: Alessandra Battistel  ( € 500 e diploma) per il servizio: “L'Amazon del surgelato” (Pubblicato su “Milano Finanza”, il 16 gennaio 2016)
SEGNALAZIONI FUORI CONCORSO
Daniele Benvenuti per il libro “Io sono Mamadou. Una storia di immigrazione, integrazione, amicizia e ring”, pubblicato  nel dicembre 2015, a Trieste (Edito da Associazione Mamadou Sy & GssdAudace)

RASSEGNA STAMPA

Il servizio d’inchiesta firmato dalla giornalista Floriana Bulfon intitolato “Regeni, i misteri del Cairo” (andato in onda su Rai 1, nell’ambito della trasmissione “Petrolio”) si è aggiudicato – per la categoria “Giornalismo d’inchiesta” – il primo posto del Premio Simona Cigana svoltosi ieri a Palazzo Carraro-Menegozzi a Aviano.Al secondo posto, è giunto Daniele Morgera con il servizio “Il confine orientale”. Forti momenti di commozione hanno caratterizzato la cerimonia alla quale hanno preso parte Luisa e Bruno Cigana, i genitori di Simona, giovane e promettente giornalista prematuramente scomparsa. «Simona e Giulio, due giovani uniti dalla passione per ciò che facevano, rappresentano un esempio di questo territorio e il merito va anche ai loro genitori speciali». A Giulio Regeni ieri infatti, è stato attribuito da parte del Circolo della Stampa di Pordenone, organizzatore del premio, il titolo statutario di socio onorario alla memoria. A ritirare il riconoscimento, Bruno Lasca, assessore di Fiumicello e amico della famiglia Regeni. Il titolo di socio onorario inoltre è stato consegnato a Gian Carlo Caliman, delegato del Coni mentre segnalazioni speciali sono andate a Franco Bortuzzo, Giovanni Ortolani, Tommaso Botto e Sigfrido Cescut, Davide Francescutti, Nicola Angeli, Elisa Cozzarini, Dario Furlan, Licia Giadrossi-Gloria Tamaro e Giorgio Simonetti. Nella categoria “giornalismo sportivo” i premiati sono stati Gioacchino Roberto Di Maio e Matteo Femia, primi ex aequo, Francesco Cardella e Melania Lunazzi secondi ex aequo. Segnalazioni speciali a Pierpaolo Cautero, Alberto Francescut e Roberto Vincenzotto. Nella sezione "Economia e Artigianato" prima è giunta Daniela Patiès Montagner, seconda Alessandra Battistel. Infine Daniele Benvenuti ha ricevuto una segnalazione fuori concorso. Il Premio è sostenuto da Bcc Pordenonese, Federazione regionale delle Bcc Fvg, Confartigianato Pordenone e dalla famiglia Cigana inoltre ha patrocinio della Regione Fvg, dell'Ordine dei giornalisti Fvg, Assostampa Fvg, Unione giornalisti sportivi Fvg, Provincia di Pordenone, Comuni di Pordenone, Aviano, Udine, Gorizia, Trieste, Coni Fvg, Coldiretti Pordenone e Domovip Italia. (da Messaggero Veneto)

Un appello alla difesa della libertà di stampa, baluardo della democrazia, è stato formulato ieri, ad Aviano, nella cerimonia conclusiva, della 7ª edizione del Premio Simona Cigana, concorso giornalistico nazionale, multimediale e multilingue, svoltasi a Palazzo Carraro. La rassegna, una delle più importanti attività del Circolo della stampa di Pordenone, è patrocinata da Bcc Pordenonese, Federazione delle Bcc del Fvg, Confartigianato e dalla famiglia Cigana. «Viviamo l'orgoglio - ha detto ieri Pietro Angelillo, presidente del Circolo - di contribuire al miglioramento del ruolo che il mondo dell'informazione e della comunicazione hanno nella società civile, nonostante la crisi crescente del nostro settore, perché siamo certi che gli esempi deleteri di soppressione della libertà di espressione da parte dei regimi autoritari siano un regresso pericoloso per la libertà». Un concetto che sta alla base del conferimento del titolo di Socio onorario a Giulio Regeni (alla memoria) e a Gian Carlo Caliman, esponente di punta del Coni. Nessuna enfasi, ma sincera commozione ha caratterizzato il riconoscimento alla memoria a Giulio Regeni, ritirato da Bruno Lasca, assessore del Comune di Fiumicello, il comune del giovane ricercatore barbaramente ucciso in Egitto.
«Un collegamento ideale con Simona Cigana - ha detto tra l'altro Lasca - giovane giornalista scomparsa prematuramente, sia pure in circostanze diverse». I premi, distribuiti in tre categorie (giornalismo d'inchiesta, giornalismo sportivo, giornalismo economico sull'Artigianato), sono stati assegnati a 23 giornalisti che hanno presentato servizi su argomenti dedicati, del tutto o in parte, al Friuli Venezia Giulia. Il primo premio della categoria giornalismo d'inchiesta è andato a Floriana Bulfon, per il servizio Regeni, i misteri del Cairo (Rai 1, Petrolio); il secondo a Daniele Morgera, per il servizio Il confine orientale (Giornale radio Rai Radio 1, Inviato Speciale). (da Il Gazzettino)

 

 

CONCORSO SIMONA CIGANA 2017-2018