Da 50 anni al servizio del territorio

Il tradizionale Meeting d’inverno del 20 dicembre nella Locanda di Aviano è l’ultimo appuntamento di un 2017 molto intenso per il Circolo della Stampa di Pordenone. Un incontro dedicato alla cena degli auguri, al consuntivo dell’anno che si chiude e all’annuncio del programma per il nuovo anno, con la partecipazione di soci, amici e, come ospiti, gli scrittori-giornalisti Giuseppe Mariuz ed Elena Vesnaver invitati a presentare le loro più recenti opere letterarie.


Il 1917 è stato uno dei più intensi nell’arco di mezzo secolo di impegno del Circolo della Stampa, l’unico organismo del Friuli Occidentale che rappresenta protagonisti, studiosi e destinatari delle notizie multimediali. Nel suo programma figurano corsi di formazione in collaborazione con l’Ordine dei giornalisti, il concorso giornalistico nazionale “Premio Simona Cigana”, il Rally della Stampa, il concorso Fotografico, gli Incontri con giornalisti-scrittori, la serie “Inviato speciale” dedicata alle grandi firme del giornalismo e la collaborazione con grandi eventi del territorio, tra i quali Pordenonelegge, Le Voci dell’inchiesta (con Cinemazero), Corsi di geopolitica (con l’associazione Historia), Concorso di scrittura per gli studenti (con Dialogo creativo), Settimana contro la violenza sulle donne (con Carta Pordenone, Comune di Pordenone e Istituti scolastici superiori), Concorso letterario “Per le antiche vie” (con l’associazione omonima), Concorso studentesco “Attraversare mondi, abitare la terra” (con il liceo Le filandiere di San Vito al Tagliamento), Corso studentesco sulla storia moderna (con il liceo Leo Major) e numerose altre partecipazioni in collaborazione con enti, associazioni e istituzioni del territorio.
L’intera attività viene riportata sul suo sito, sui social e sugli organi di stampa tradizionali. “Il Circolo della stampa – commenta il presidente Piero Angelillo – è un’associazione di volontariato culturale che interpreta con intensità e autonomia di giudizio il ruolo di promozione del territorio e di coinvolgimento del pubblico nella sua accezione più vasta. Il merito è di un gruppo operativo molto efficace composto da Paola Dalle Molle, Lucio Leandrin, Bruno Cigana, Pier Gaspardo, Alessandra Betto, Edoardo Fabris, Rosella Simon, Angela Mormile, Gerardo Ciriani, Giorgio Rizzo, Elio Calcopietra, Fiorenza Poletto e da molti collaboratori interni ed esterni”.